Home News Windows Embedded Compact 7 in primavera

Windows Embedded Compact 7 in primavera

Windows Embedded Compact=La versione Windows Embedded Compact 7 di Microsoft verrà rilasciata ufficialmente nel corso della prossima primavera. A quali dispositivi sarà diretto questo nuovo sistema operativo?

Windows Embedded Compact 7 è l’ultima versione del noto sistema operativo che appartiene a quella classe di soluzioni real-time dedicate a contesti piuttosto specifici come quelli relativi al controllo dei processi industriali, sistemi GPS e sistemi ad elevato grado di integrazione. Secondo quanto rilasciato da Microsoft, la nuova release sarà resa disponibile nella primavera e porterà con sè diverse migliorie e feature interessanti trasformandolo in un prodotto più flessibile ed efficiente rispetto all’attuale versione.

Windows Embedded roadmap

Grazie alla sua strutturazione, Windows Embedded Compact 7 può essere facilmente implementato su tablet PC basati su architettura ARM, estendendo, di fatto, il grado di utilizzo possibile. Andando ad analizzare le novità che la versione 7 introduce, si scopre immediatamente la presenza del browser Internet Explorer 7 attraverso il quale navigare su Internet. Inoltre, sono stati introdotti diversi toolset che possono essere estremamente utili qualora si intenda realizzare nuove applicazioni o interfacce utente personalizzate.

Windows Embedded Compact 7 dispone di diverse caratteristiche interessanti come, per esempio, il supporto completo al multitouch. Inoltre mette a disposizione il plug-in Flash 10.1 integrato nel browser e apre alle applicazioni Siverlight. Considerando che questa release è progettata per essere eseguita su device che non dispongono di una particolare potenza elaborativa, non è ad escludere che Microsoft decida di affiancarla a Windows 7 installandola su dispositivi di fascia più bassa.

E’ chiaro, però, che Windows Embedded Compact 7 non ha, e non potrebbe avere, l’obiettivo di rimpiazzare del tutto Windows 7 nel mercato mobile. L’idea potrebbe essere quella di affiancare le due soluzioni per estendere il raggio d’azione del colosso di Redmond. Attualmente Microsoft offre la possibilità di testare la versione demo per 180 giorni.

Commenti (0) 

RSS dei commenti
Scrivi un commento
Si deve essere connessi al sito per poter inserire un commento. Registratevi se non avete ancora un account.

busy