Home News Windows 10 Creators Update farà buon uso dei vostri dati

Windows 10 Creators Update farà buon uso dei vostri dati

Windows 10 Creators Update farà buon uso dei vostri datiCon Windows Creators Update, Microsoft introduce tre nuove funzionalità che consentono ai clienti di essere più informati sulla loro privacy in Windows 10: impostazioni più semplici e accessibili, pochi dati condivisi e personalizzazione.

La settimana scorsa, Microsoft ha annunciato che il rilascio di Windows 10 Creators Update inizierà l’11 aprile e porterà nuove funzioni e strumenti che stimoleranno la creatività di chi lo utilizzerà. Tra le novità offerte da questo aggiornamento figurano la possibilità di creare contenuti in 3D e Mixed reality e condividere il proprio lavoro con tutti, la possibilità per i gamer di divenire broadcaster e delle ottimizzazioni nella navigazione con Microsoft Edge.

Windows 10 Creators Update

Ma fra le novità più importanti disponibili in "Creators Update" ci sono anche una serie di funzioni dedicate alla privacy, poco visibili agli occhi meno esperti, ma comunque presenti per ogni operazione compiuta sull'OS. Si tratta in sostanza di tre miglioramenti, che vi aiuteranno a essere più informati sulla vostra privacy con Windows 10:

  1. grazie a brevi descrizioni di ciascuna impostazione di privacy e a un pulsante "Learn More", le informazioni sulle opzioni di privacy saranno più facilmente accessibili e comprensibili.
  2. maggiori informazioni riguardo ai miglioramenti in tema di privacy nel Creators Update e maggiori dettagli sui dati che Microsoft raccoglie e utilizza per supportare le nuove funzionalità offerte in questo aggiornamento.  
  3. Microsoft raccoglierà unicamente dati al livello Base necessari per mantenere il vostro dispositivo Windows 10 sicuro e aggiornato. Per i clienti che scelgono il livello Completo, l'azienda utilizzerà dati diagnostici per migliorare Windows 10 per tutti, offrendo esperienze più personalizzate. Queste informazioni vi aiuteranno a essere più informati sui dati raccolti e utilizzati, permettendovi di compiere scelte consapevoli. Per la prima volta ci sarà un elenco completo dei dati diagnostici raccolti al livello Base: i singoli dati che si riferiscono a una particolare voce o a uno specifico evento sono riuniti insieme e denominati Eventi, ulteriormente organizzati in aree diagnostiche. Microsoft fornirà una sintesi dettagliata dei dati raccolti dagli utenti sia al livello Base che al livello Completo di diagnostica.

Oltre a comunicarvi nuove informazioni affinché compiate scelte consapevoli, dopo l'Anniversary Update i team di Redmond hanno anche lavorato scrupolosamente per ristabilire quali dati siano strettamente necessari al livello Base per mantenere i dispositivi con Windows 10 aggiornati e sicuri. Hanno analizzato con cura il modo in cui si utilizzano questi dati diagnostici, intensificando l'impegno a ridurre al minimo la raccolta dei dati al livello Base. Di conseguenza, hanno diminuito il numero di eventi raccolti e ridotto di circa la metà il volume dei dati al livello Base.

A coloro che stanno già utilizzando una versione di Windows 10, sarà inviata una notifica per programmare il Creators Update e scegliere le impostazioni di privacy in base alle proprie esigenze, per coloro invece che stanno impostando un nuovo dispositivo con Windows 10 o stanno eseguendo un’installazione da zero di Windows 10, la nuova esperienza di impostazione della privacy sarà presentata in una schermata con selettori e pulsanti "Learn more". Questa pagina sostituirà le schermate “Get going fast” e “Customize settings”, disponibili nelle esperienze di impostazione delle precedenti release di Windows 10 e sarà necessario compilarla prima di utilizzare Windows 10.

Entrambe le immagini di questa schermata di impostazione mostrano le opzioni su due colonne (se richiesto dalla risoluzione del vostro schermo) per evitare di dovere scorrere per visualizzare tutto il testo sullo schermo. Se state impostando o aggiornando manualmente il Creators Update utilizzando strumenti avanzati come il Media Creation Tool, la visualizzazione della schermata potrebbe invece utilizzare un formato a colonna‑singola e richiedere lo scorrimento a seconda delle dimensioni del vostro schermo o della lingua. Questi strumenti sono destinati all’uso da parte di utenti con conoscenze tecniche avanzate e non sono consigliati per la maggior parte dei clienti. Dopo avere rivisto e selezionato le impostazioni, dovete compiere un’ultima azione, confermando le vostre scelte tramite il pulsante "Accetto".

Windows 10 Creators Update

Per coloro in possesso di dispositivi mobili che attualmente utilizzano Windows 10 Mobile, le opzioni chiave di privacy relative alla versione mobile di Windows 10 Creators Update verranno presentate una volta installato l’aggiornamento. L’unica differenza della versione mobile è che l’impostazione “Tailored experiences with diagnostic data” è automaticamente disattivata per tutti i clienti e non viene presentata come opzione sulla schermata della privacy a causa dei limiti della piattaforma mobile.

Windows 10 Creators Update rappresenta un significativo passo in avanti, ma non è di certo la fine del viaggio. Nei futuri aggiornamenti, Redmond promette di migliorare ancora l'OS e implementare i feedback degli utenti sulla raccolta dei dati e sul controllo della privacy. Il suo impegno è volto ad assicurarvi l'accesso a una quantità ancora maggiore di informazioni, nonché la possibilità di riesaminare e cancellare i dati raccolti tramite la dashboard per la privacy di Microsoft. E proprio questo mese, la dashboard riceverà i dati vocali, affinché possiate esaminare i dati in possesso di Microsoft che migliorano la capacità di Cortana.

Commenti (0) 

RSS dei commenti
Scrivi un commento
Si deve essere connessi al sito per poter inserire un commento. Registratevi se non avete ancora un account.

busy