Home News Western Digital My Cloud, la "nuvola" di casa

Western Digital My Cloud, la "nuvola" di casa

Western Digital My Cloud, la "nuvola" di casaWestern Digital ha pensato a una soluzione semplice, funzionale e capiente per il personal cloud: la nuova serie di device My Cloud disponibile nei tagli da 2, 3 e presto anche 4 TB. Grazie a semplici app My Cloud è compatibile con Microsoft Windows e Windows Phone, Apple OS X e iOS e Google Android, garantendo così accesso ai propri file ovunque ci si trovi nel mondo e indipendentemente dal dispositivo utilizzato.

Due sono le considerazioni principali che hanno guidato Western Digital nella progettazione e nella realizzazione delle proprie soluzioni di personal storage My Cloud: il cloud pubblico e quello privato. Il primo, con servizi cioè come Microsoft SkyDrive, Google Drive, Apple iCloud o DropBox, è una risorsa ormai irrinunciabile per la maggior parte degli utenti, facile da usare perché non richiede quasi alcuna configurazione, rende i propri file accessibili da qualsiasi device e in qualsiasi parte del mondo ci si trovi, a volte anzi è già integrata nel sistema operativo stesso (come nel caso di SkyDrive) ed è economica, perché fino a una certa capienza il servizio è solitamente gratuito.

Western Digital My Cloud

Viceversa il cloud personale è però limitato proprio da quest'ultimo punto di vista e accedere a un maggior spazio di storage può diventare anche molto dispendioso, con abbonamenti costosi da rinnovare poi annualmente. Per questo motivo una soluzione di cloud personale, basata cioè su un hard disk con enclosure di proprietà ma ugualmente accessibile in tutto il mondo, può essere potenzialmente molto appetibile per il consumatore, spaventato però in questo caso da problemi legati all'usabilità, con routine di installazione più o meno lunghe e complesse che scoraggiano i più.

Western Digital My Cloud però costituisce la soluzione ideale a entrambi i limiti posti dal cloud pubblico e privato. Il nuovo prodotto Western Digital infatti unisce in un unico dispositivo bello ed elegante da vedere, compatto (167 x 138 x 48 mm) e leggero (816 g) i vantaggi del cloud privato, soprattutto riguardo alla capacità e all'economia di gestione, a quelli del cloud pubblico. Disponibile nei tagli da 2, 3 e presto anche 4 TB, il box infatti è dotato di connessione Gigabit Ethernet, WiFi e USB 3.0, il tutto gestito da un processore dual core.

My Cloud dunque, una volta connesso alla rete di casa, è in grado di funzionare da server cloud domestico, ma è la semplicità d'uso soprattutto a stupire. WD infatti ha puntato molto sulla compatibilità con tutti i principali sistemi operativi fissi e mobili e su una configurabilità di tipo plug&play. La fase di installazione e configurazione è stata dunque ridotta al minimo e non prende più di qualche minuto, con passaggi semplici e quasi completamente automatizzati. Grazie inoltre alle app per Microsoft Windows e Windows Phone, Apple OS X e iOS e Google Android e al pannello di controllo che rende possibile aggiungere nuovi dispositivi tramite un codice univoco generato di volta in volta, WD My Cloud rende semplice sfruttarne le potenzialità anche in mobilità, ovunque ci si trovi e indipendentemente dal dispositivo utilizzato: sarà infatti sufficiente disporre di un accesso a Internet.

Interessante è anche la possibilità di visualizzare i file multimediali in streaming, senza la necessità di effettuarne prima il download completo in locale, grazie al supporto alla tecnologia DLNA. Infine Western Digital ha integrato il supporto a tutti i maggiori servizi di public cloud come Apple iCloud, Microsoft SkyDrive, Google Drive e DropBox, in modo da favorire una gestione organica dei propri file. I drive Western Digital My Cloud da 2 e 3 TB sono già disponibili presso i migliori distributori e rivenditori, oltre che sul sito ufficiale del produttore, al prezzo rispettivamente di 189.90 e 239.90 euro. La versione da 4 TB invece arriverà a novembre al costo di 299.90 euro. La mobile app My Cloud è già disponibile per il download su Microsoft Store, Apple Store e Google Play. In futuro infine Western Digital renderà disponibili anche versioni di My Cloud con supporto a configurazioni da due o quattro drive.

Commenti (0) 

RSS dei commenti
Scrivi un commento
Si deve essere connessi al sito per poter inserire un commento. Registratevi se non avete ancora un account.

busy