Home News Ultrabook: penuria di chassis in alluminio

Ultrabook: penuria di chassis in alluminio

IUltrabook: fibra di vetro, SSD e CPU vecchie per ridurre i costintel continua a cercare nuovi partner nella sua campagna dedicata agli ultrabook, ma nel 2012 potrebbero esserci alcuni problemi nella fornitura di chassis in alluminio. Le aziende produttrici non riescono a rispondere all'elevata domanda, che rischia di diventare ancora maggiore.

La fornitura di chassis in lega di alluminio per ultrabook potrebbe subire ritardi nel corso del 2012, perchè la gran parte dei modelli di "notebook ultrasottili" presto in commercio avrà un telaio in metallo. Tra le aziende produttrici di chassis in alluminio, segnaliamo Catcher Technology e Foxconn Technology, che secondo alcune fonti del settore sono completamente prenotate fino alla fine del 2011. Gli ultrabook già annunciati, come Acer Aspire S3, Lenovo IdeaPad U300s, Toshiba Portege Z830 e Asus UX21/UX31 saranno realizzati con chassis in metallo.

Acer Aspire S3

In particolare, Acer si è affidata a Catcher Technology, mentre Asus si è servita della cinese BYD. Altri produttori come Hewlett-Packard (HP) e Dell lanceranno presto i propri modelli, sollevando alcune preoccupazioni sull'approvvigionamento di chassis nel 2012. Per rispondere all'elevata domanda di telai, Catcher Technology ha aumentato il numero delle proprie macchine CNC a 10.000 unità nella prima metà del 2011 (da 9.000 alla fine del 2010) per raggiungere 12.000 unità entro la fine dell'anno. Foxconn Technology ha 9.000 macchine totali, ma anche in questo caso si prevede un'espansione.

Come se non bastasse, inoltre, Intel lancerà una nuova campagna promozionale il prossimo 4 ottobre, con l'intento di convincere altre aziende ad entrare nel segmento degli ultrabook. Nonostante il consenso di Acer, Toshiba, Lenovo ed Asus (ma anche di HP e Dell), sono ancora tante le aziende scettiche sul ruolo e sull'importanza degli ultrabook sul mercato, tanto da aspettare ancora altri mesi prima di lanciarsi in questa nuova avventura.

Tra i principali dubbi, vi è il prezzo di vendita (giudicato da qualcuno ancora troppo elevato) e i bassi margini di guadagno. L'azienda di Santa Clara, però, crede in questo progetto e nella nuova categoria di mercato, anche al costo di finanziare parte della produzione di questi notebook.

Commenti (4) 

RSS dei commenti
Diciamo che il guscio in alluminio è un incentivo a considerare l'acquisto dato che permette di conferire maggiore leggerezza e robustezza che non la semplice "plastica" dei prodotti entrylevel, lasciamo stare carbonio e compagnia dei prodotti top. Inoltre aiuta a dissipare il calore dei componenti interni; anche se alla fine si ha la sensazione che sia tutto caldo o quando lo si afferra al mattino di freddo ma questo è legato alle proprietà del materiale.
Sarebbe da valutare anche se è più facile da riciclare che non la "plastica", parlo alla fine della vita del prodotto.  
riky1979

riky1979

settembre 30, 2011

per fortuna l'alluminio non è l'unico materiale impiegato per i telai degli ultrabook
qualcuno usa la lega di magnesio come Toshiba, qualcuno usa una lega magnesio-alluminio come Lenovo
la fibra di carbonio per il momento è esclusa anche perché farebbe alzare molto il prezzo e Intel sta facendo di tutto per tenerlo basso.. si parlava invece di un possibile utilizzo della fibra di vetro, ma spero proprio che questa ipotesi venga scartata, è un materiale inadeguato a mio parere  
Dgenie

Dgenie

settembre 30, 2011

Mi pare che le leghe di magnesio siano più care dell'alluminio a patto di non andare sull'alluminio ad uso aeronautico. La fibra di vetro potrebbe essere usata ma darebbe sicuramente dei problemi di dissipazione del calore e quindi delle altre problematiche anche se potrebbe soddisfare in parte le richieste come robustezza meccanica  
riky1979

riky1979

settembre 30, 2011

aggiungo i materiali ceramici... qualcuno sta prendendo in considerazione l'uso di composti simili  
Dgenie

Dgenie

settembre 30, 2011

Scrivi un commento
Si deve essere connessi al sito per poter inserire un commento. Registratevi se non avete ancora un account.

busy