Home News Ultrabook futuri: Intel Haswell, 3D Full HD e nuovi sensori

Ultrabook futuri: Intel Haswell, 3D Full HD e nuovi sensori

Ultrabook: 3D, Full HD e nuovi sensoriSecondo le solite fonti anonime ma ben informate gli ultrabook di terza generazione aggiungeranno diverse funzioni, a partire da display stereoscopici ad alta risoluzione, fino all'integrazione di nuovi sensori per il supporto alle gesture e per il riconoscimento facciale, accelerometri e bussole digitali.

Da semplici notebook ultrasottili gli ultrabook si avvieranno, con la prossima generazione, a diventare sempre più dei device "completi", in grado di unificare in sé non solo le caratteristiche di un notebook ma anche quelle di un tablet o di uno smartphone evoluto. A ricapitolare le prossime evoluzioni di questi dispositivi ci pensa come sempre Digitimes, che riporta le voci provenienti da fornitori vicini a Intel, che finora si sono sempre rivelate veritiere.

Sono tantissimi i cambiamenti che vedremo, a partire dalla piattaforma che, durante la seconda metà del 2013, vedrà l'arrivo dei processori Intel Haswell, che manterranno il processo produttivo a 22 nm Tri-Gate 3D introdotto con gli attuali Ivy Bridge, ma applicato a un'architettura completamente nuova e più efficiente, sia in termini di potenza di calcolo che di consumi energetici. Display notevolmente più evoluti si accompagneranno poi a queste nuove CPU.

Risoluzioni Full HD da 1920 x 1080 pixel o superiori saranno la norma, visto che ormai i produttori sono in grado di creare schermi con elevatissime densità di pixel e che quindi integrare questi nuovi pannelli non dovrebbe far aumentare significativamente i costi di produzione. Gli schermi inoltre saranno ovviamente multitouch e, con molta probabilità, supporteranno anche la visione stereoscopica 3D. Ma queste non sono le uniche novità: sappiamo infatti che Intel sta lavorando alla standardizzazione di chassis realizzati con un nuovo procedimento che prevede l'impiego di policarbonato rinforzato con fibra di vetro e rivestito con una sottilissima lamina in metallo per mantenere quell'aspetto esclusivo che caratterizza gli ultrabook della generazione attuale, abbattendo al contempo significativamente i costi.

Le fonti riportate da Digitimes comunque parlano anche della possibile integrazione di diversi nuovi sensori per interagire con le interfacce grafiche in modi sempre più simili a quelli proposti da tablet o smartphone. Arriveranno infatti bussole digitali e accelerometri, ma anche sensori per il riconoscimento facciale e per quello delle gesture. Infine sappiamo anche che sono previsti nuovi form factor, ad esempio di tipo slider o ibrido, ossia con tastiera a scorrimento o sganciabile, capacità di ricarica wireless di device esterni e adozione di nuove batterie, più capienti ed al tempo stesso economiche. Insomma, Intel e i propri partner sono più impegnati che mai a far evolvere gli ultrabook in direzioni davvero interessanti che varrà la pena seguire.

Toshiba Portégé Z830

Commenti (0) 

RSS dei commenti
Scrivi un commento
Si deve essere connessi al sito per poter inserire un commento. Registratevi se non avete ancora un account.

busy