Home News uArm Swift e uArm Swift Pro: bracci robotici consumer con Arduino

uArm Swift e uArm Swift Pro: bracci robotici consumer con Arduino

uArm Swift e uArm Swift Pro: bracci robotici consumer con ArduinoUfactory ha chiuso brillantemente la sua campagna su Indiegogo per la produzione dei primi bracci robotici consumer, uArm Swift e uArm Swift Pro. Conosciamoli meglio dalla fiera di Hong Kong.

Dalle grandi fabbriche, i bracci robotici stanno invadendo case e piccole aziende, per aiutare persone con disabilità o eseguire altre attività meccaniche e ripetitive. Il prezzo resta ancora un problema, per cui fatta eccezione per un utilizzo in casi specifici, non vale la pena pensare ad una soluzione di questo genere. Ufactory però potrebbe "sdoganare" i bracci robotici anche sul mercato consumer: uArm Swift e Swift Pro sono dispositivi economici (quantomeno rispetto alle varianti industriali), flessibili e intuitivi. Abbiamo incontrato l'azienda di Shenzhen alla Startup Launchpad di Hong Kong, nell'ambito della Global Sources Electronics Fair, e la loro idea ci ha incuriosito.

uArm Swift

La differenza tra i due modelli è una sola: uArm Swift è la versione base mentre uArm Swift Pro integra più strumenti ed un motore più preciso per le operazioni, tanto da permettergli movimenti fino a 0.2 mm in attività particolarmente meticolose come dipingere un quadro o fare uno schizzo, fare una stampa 3D o un'incisione laser. Entrambi i bracci sono pre-programmati da Ufactory, ma possono imparare "cose nuove" da chi decide di utilizzarli: potrete comandare uArm Swift manualmente e aggiungere nuove funzioni integrando uno dei moduli "Seeed Grove" come un mini-ventilatore, LED RGB, sensori di movimento, colore umidità e temperatura.

uArm Swift

uArm Swift e uArm Swift Pro possono muoversi sui quattro assi, possono sollevare pesi fino a 500 grammi e lavorano tra 5 e 32 cm dalla base. Sono basati entrambi su una piattaforma Arduino che, essendo open-source, dà la possibilità agli utenti di creare dei programmi e delle attività per i bracci attraverso il linguaggio di programmazione. Le istruzioni possono essere inoltrate via USB o Bluetooth 4.0 ed il braccio può essere controllato direttamente attraverso mouse, tastiera o l'app uArm Play. C'è anche una modalità di apprendimento manuale, che consente di guidare il braccio robotico su un certo movimento spostandolo fisicamente.

Il modello base uArm Swift è pensato per i principianti, pesa 1.2 Kg e misura 15 x 13,2 x 28,1 cm, invece uArm Swift Pro è un po' più ingombrante ma molto più preciso. Con OpenMV Cam può riconoscere, seguire e rispondere ai volti, colori e pennarelli, permettendo anche ai disabili di giocare a scacchi o dipingere.

uArm Swift Pro

Di solito tutta questa tecnologia costa, ma non è il caso di Ufactory: la società ha finanziato il suo progetto su Indiegogo raccogliendo 980 mila dollari. Per gli early bird, uArm Swift costava solo 209 dollari rispetto ai 426 dollari richiesti nella vendita al dettaglio, mentre Swift Pro aveva un prezzo di 339 dollari contro i 626 dollari sul mercato. Se tutto andrà per il verso giusto, i primi bracci robotici consumer saranno spediti ai sostenitori entro maggio.

Commenti (0) 

RSS dei commenti
Scrivi un commento
Si deve essere connessi al sito per poter inserire un commento. Registratevi se non avete ancora un account.

busy