Home News Surface Pro dal 9 febbraio in USA a 899 dollari

Surface Pro dal 9 febbraio in USA a 899 dollari

Surface Pro dal 9 febbraio in USA a 899 dollariFinalmente dopo tante ipotesi e qualche rinvio il rilascio del tablet Microsoft Surface Pro ha una data ufficiale: il prossimo 9 febbraio arriverà infatti sul mercato americano e canadese. Il prezzo per la versione da 64 GB sarà di 899 dollari, che saliranno a 999 per quella da 128 GB.

Se lo stavate aspettando la vostra attesa è quasi finita: il prossimo 9 febbraio Microsoft Surface Pro arriverà infatti sul mercato, USA e canadese. Dopo un primo slittamento dunque, lo si attendeva inizialmente a gennaio, il tablet dell'azienda di Redmond è in dirittura d'arrivo e per il colosso statunitense si tratta di un'altra difficile prova da superare, dopo le tante critiche e i volumi di vendita inizialmente bassi del Surface RT (a proposito, lo sapete che il prossimo 14 febbraio sarà finalmente disponibile anche in Italia?).

Surface RT

 

A differenza del fratello minore comunque il Surface Pro si propone come uno slate e, nella versione con tastiera, nelle intenzioni di Microsoft è un device in diretta competizione con gli ultrabook, almeno per quanto riguarda quelli con form factor convertibile. Il prezzo ufficiale, comunque già annunciato lo scorso mese di novembre, sembra interessante, perché ammonta a 899 dollari per il modello con SSD da 64 GB e 999 dollari per la versione da 128 GB, costi quindi che appaiono del tutto allineati a quelli di diversi ultrabook convertibili.

Peccato che, nel caso del Surface Pro, questi prezzi indichino le versioni prive di tastiera/cover: sarà infatti necessaria una spesa aggiuntiva di 120 dollari per la Type Cover, quella cioè con i tasti fisici e lo spessore di 5 mm, che salgono a 130 dollari se invece si vuole la Touch Cover con tasti a pressione e spessore di soli 3 mm, una spesa non indifferente, tenendo anche conto che spesso gli ultrabook convertibili hanno comunque una vera e propria tastiera fisica o che i tablet ibridi integrano una batteria ausiliaria nella tastiera docking station, potendo offrire così un'autonomia elevata, cosa che non si può dire invece per il Surface Pro, che a detta della stessa Microsoft, raggiungerà al massimo le cinque ore.

Una sfida difficile quella posta da Microsoft col suo Surface Pro che dunque, se da un lato promette di correggere tutti i limiti imputati al Surface RT, dall'altro appare comunque un po' limitato e costoso rispetto alla concorrenza. Ricordiamo infatti che il device di Redmond, la cui scocca realizzata con la particolare tecnologia VaporMg misura 274 x 172 x 13.4 mm con un peso inferiore ai 900 g, sarà dotato di un display di tipo ClearType a 10 punti di contatto, con diagonale di 10.6 pollici e risoluzione Full HD da 1920 x 1080 pixel, che può essere utilizzato anche con pennino digitale, incluso nel bundle. Questo particolare , assieme alla piattaforma hardware adottata, consentirà un utilizzo avanzato del Surface Pro, con la possibilità di prendere appunti ma anche di elaborare foto e filmati con programmi professionali, come mostrato in questo breve video ufficiale.

All'interno invece il cuore del dispositivo sarà un processore Intel Core i5 ULV, affiancato da 4 GB di RAM e da unità SSD da 64 o 128 GB, mentre in questo caso il sistema operativo è Microsoft Windows 8 in versione standard. A completare la dotazione infine troviamo 2 fotocamere HD, una posteriore e una anteriore, moduli WiFi e Bluetooth 4.0, porte USB 3.0 e miniHDMI e slot per lettore di memorie microSDXC. Oltre che sul mercato statunitense e canadese comunque dal prossimo 9 febbraio Microsoft renderà disponibile il Surface RT anche in 13 Paesi europei, tra cui Austria, Belgio, Danimarca, Finlandia, Irlanda, Italia, Lussemburgo, Olanda, Norvegia, Portogallo, Spagna, Svezia e Svizzera.

Commenti (0) 

RSS dei commenti
Scrivi un commento
Si deve essere connessi al sito per poter inserire un commento. Registratevi se non avete ancora un account.

busy