Home News Surface Pro da fine maggio in Italia

Surface Pro da fine maggio in Italia

Surface Pro a fine maggio in ItaliaMicrosoft si appresta ad allargare il numero di mercati in cui commercializza i propri tablet. Surface RT arriverà in quattro nuovi Paesi, mentre Surface Pro addirittura in 24 nazioni, tra cui l'Italia, dove lo vedremo dalla fine di maggio.

Ci siamo, finalmente sta per arrivare anche il turno dell'Italia per quanto riguarda la commercializzazione del tablet Surface Pro con Windows 8. Il device, che ha debuttato parecchio tempo dopo la versione RT, è disponibile soltanto negli Stati Uniti, in Canada e in Cina ma il colosso di Redmond, tramite uno dei suoi blog, ha fatto sapere che entro la fine del prossimo mese di maggio, venderà il tablet anche in Australia, Austria, Belgio, Danimarca, Finlandia, Francia, Germania, Hong Kong, Irlanda, Lussenburgo, Nuova Zelanda, Olanda e Paesi Bassi, Norvegia, Portogallo, Spagna, Svezia, Svizzera, Regno unito e, appunto, Italia, mentre i consumatori in Corea, Malaysia, Russia, Singapore e Thailandia dovranno attendere fino a giugno. Surface RT invece arriverà a fine aprile in Malaysia, in Messico a fine maggio ed a giugno in Corea e Thailandia.

Surface Pro schermo

Surface Pro stand

Microsoft dunque espande significativamente la disponibilità dei propri prodotti e solo verso settembre quindi potrebbe essere più corretto tirare delle somme riguardo al livello di vendite, e quindi di successo, raggiunto. Nonostante le critiche, spesso ingiuste e non del tutto sincere da parte dei media specializzati, e i dati di vendita, che molti hanno indicato come troppo bassi, non c'erano infatti le premesse per fare vere valutazioni e soprattutto comparazioni con i numeri realizzati da Apple con i suoi iPad o Google con i tantissimi tablet Android, entrambi anzitutto presenti sul mercato da più tempo e con una base più fidelizzata e poi commercializzati quasi contemporaneamente o comunque a distanza di pochissimo tempo praticamente a livello globale.

Microsoft inoltre inizialmente ha scelto di rendere disponibili i suoi dispositivi soltanto tramite il sito ufficiale e i propri, rarissimi shop, e solo da pochissimo tempo ha iniziato a distribuirli anche in alcune grosse catene. Per chi non lo ricordasse, il device di Redmond è dotato di uno chassis in lega di magnesio realizzato con la particolare tecnologia VaporMg, misura 274 x 172 x 13.4 mm con un peso inferiore ai 900 g ed è dotato di un display di tipo ClearType a 10 punti di contatto, con diagonale di 10.6 pollici e risoluzione Full HD da 1920 x 1080 pixel, che può essere utilizzato anche con pennino digitale, fornito di serie.

All'interno invece è ospitata una piattaforma hardware degna di un ultrabook, formata da un processore Intel Core i5 ULV, 4 GB di RAM e unità SSD da 64 o 128 GB. A completamento infine troviamo ancora due fotocamere HD, una posteriore e una anteriore, moduli WiFi e Bluetooth 4.0, porte USB 3.0 e miniHDMI e slot per lettore di memorie microSDXC, senza dimenticare il sistema operativo Windows 8, qui in versione standard, ossia con supporto completo a tutti i numerosi programmi legacy a cui siamo abituati su notebook e desktop. I prezzi ufficiali per l'Italia dei Surface Pro da 64 e 128 GB non sono ancora stati annunciati, ma negli Stati Uniti sono commercializzati rispettivamente a 899 e 999 dollari ed è quindi ipotizzabile che anche da noi non ci si discosterà molto da queste cifre. Nell'attesa di vederlo in Italia, potete guardare la nostra prova in italiano. Buona visione!

Commenti (5) 

RSS dei commenti
I prezzi sono ancora molto sostenuti se confrontati con l'andamento del mercato android che ormai sta virando decisamente verso il basso come fascia di prezzo.
La mia impressione che sia lo scontro tra due idee ormai, da un lato Ms che vede il tablet come un estensione verso il basso come prestazioni ma con ampia mobilità dei notebook e pc tradizionali, andando in qualche modo a soppiantare l'idea di piccolo e trasportabile dei netbook; mentre dall'altra c'è Google con i tablet visti come estensione verso l'alto degli smartphone intesa come ampiezza del monitor e capacità di gestire programmi un po' più complessi almeno per il lato interfaccia! A tutti e due manca comunque un pezzo, smartphone per Ms e pc per Google; mentre Apple è riuscita nel suo sistema chiuso a gestire meglio il tutto da smartphone a pc anche se con costi molto più alti e limitazioni dal modello chiuso che usa.  
riky1979

riky1979

aprile 25, 2013

ma il Surface Pro non ha nessuna attinenza con il mercato dei tablet Android, al limite contende utenti e mercato agli ultrabook
è il Surface RT che compete con i tablet Android e infatti costa la metà
 
Dgenie

Dgenie

aprile 25, 2013

Personalmente ne ho provato uno, in lingua inglese, e se confrontato con il mio ultrabook che usa un i5 dual core ed ssd posso dire che come prestazioni non ci sono paragoni, diciamo al massimo potrebbe andare bene per la presentazione di un prossimo governo tecnico al posto degli ipad; ma per lavorarci un po' in viaggio la differenza si sente come prestazioni (è il problema degli ULV che rimangono sempre fiacchi per risparmiare energia), al massimo recupera un po' come autonomia, ma il mio confronto è stato con un ultrabook che tra acquisto e ssd raggiunge al massimo la cifra inferiore.
Rimane poi la questione della riparabilità, sul mio ultrabook ho impiegato un attimo a cambiare disco e ram, per batteria ci sono arrivato in fretta; guardando il surface non ho capito nemmeno da dove iniziare.
L'unica cosa certa è che lo stanno infilando in ormai tutti i telefilm americani, Hawaii 5 O è un esempio dato che ormai almeno 3/4 volte a puntata lo tirano fuori!  
riky1979

riky1979

aprile 25, 2013

parli del Surface RT?
se il Surface Pro non avesse prestazioni simili a quelle degli ultrabook sarei molto sorpreso: hanno gli stessi identici componenti  
Dgenie

Dgenie

aprile 25, 2013

Si surface pro, anche se il mio ha il doppio di ram e ritengo un ssd più performante, inoltre il pro usa un i5 ulv mentre il mio un i5-2467M. Diciamo che l'unica cosa degna di nota è che windows8 si trova installato praticamente sul suo sistema ideale per quanto riguarda l'interfaccia touch.  
riky1979

riky1979

aprile 25, 2013

Scrivi un commento
Si deve essere connessi al sito per poter inserire un commento. Registratevi se non avete ancora un account.

busy