Home News Samsung Galaxy Gear non piace (quasi) a nessuno

Samsung Galaxy Gear non piace (quasi) a nessuno

Samsung Galaxy Gear: resoconto delle recensioniAbbiamo raccolto le principali recensioni sullo smartwatch Samsung Galaxy Gear e, in generale, il dispositivo non convince i tester per vari motivi. Siete ancora convinti di spendere 300 euro per un orologio "intelligente"?

Il Samsung Galaxy Gear è uno dei primi smartwatch in commercio, tanto che è possibile acquistarlo anche in Italia al prezzo di 299 euro. E' un orologio, ma è anche un dispositivo che permette di interagire con uno smartphone (per ora solo quelli con Android 4.3) per visualizzare notifiche, effettuare chiamate, monitorare i propri risultati sull'attività fisica o eseguire altre operazioni, grazie al suo sistema operativo Android personalizzato, capace di supportare queste applicazioni.

E' dotato di un display da 1.63 pollici, con risoluzione di 320 x 120 pixel, Super AMOLED, processore single core da 800 MHz, 512MB di memoria RAM e 4GB di memoria interna. Lo smartwatch Samsung pesa 74 grammi ed è disponibile in 6 colori: Jet Black (nero), Mocha Gray (grigio), Wild Orange (arancione), Oatmeal Beige (beige), Rose Gold (oro) e Lime Green (verde). A sorpresa, nel cinturino dell'orologio, è incastonata una fotocamera da 1.9 megapixel con auto focus, Memographer. Ma vale la pena spendere 300 euro per un dispositivo simile? Nell'ultima settimana sono state pubblicate le prime recensioni e, in generale, la risposta sembra essere "no".

Samsung Galaxy Gear

Lo smartwatch di Samsung dovrebbe garantire un'autonomia di 25 ore, ma alcuni tester hanno rilevato (massimo) 12 ore di carica. Il display non è sempre acceso, costringendo l'utente ad aspettare qualche secondo prima di guardare l'ora (e pur sempre un orologio), creando anche un certo imbarazzo. Il problema maggiore però sta nel suo mutualismo: Galaxy Gear deve essere abbinato ad uno smartphone per mostrare qualche funzione in più ed, attualmente, funziona solo con un terminale, il Galaxy Note 3. Presto supporterà anche il Galaxy S4 ed altri dispositivi Samsung, ma non è versatile quanto altri smartwatch in arrivo (qui trovate un'interessante comparativa sui 7 smartwatch più attesi).

Samsung potrebbe migliorare Galaxy Gear con firmware più aggiornati, ma secondo le prime recensioni questo smartwatch avrebbe bisogno di un nuovo hardware, ad esempio di un display e-Ink a basso consumo che potrebbe migliorare la durata dell'autonomia e la visibilità all'aperto. Qui sotto vi proponiamo alcuni spunti, tratti dalle principali review in Rete, basterà cliccare sul nome della redazione per un approfondimento. E' un resoconto breve ma completo, che aiuterà a farvi un'idea su questo dispositivo.

  • AnandTech: come al solito, ha prodotto un test molto approfondito focalizzandosi soprattutto sul display e su clip audio per dimostrare la qualità delle chiamate. Scopriamo che possiamo scaricare le applicazioni Android in side-load. Il tester Brian Klug lo considera un interessante concept, piuttosto che un vero dispositivo;
  • Android Central: soddisfatto, anche se gli aggiornamenti software potrebbero fare meglio;
  • BGR: è ben progettato, ma utilizzare i comandi vocali in pubblico è imbarazzante. Troppo geniale per i nostri giorni;
  • CNET: sembra bello e si sente bene, ma è costoso e non fa molto;
  • Digital Spy: La qualità costruttiva è buona, ma probabilmente si dovrà attendere il modello di prossima generazione (già in sviluppo) per qualcosa di più convincente;
  • Digital Trends: le comunicazioni sono probabilmente la caratteristica migliore ma, fatta eccezione per le chiamate telefoniche e gli SMS, le notifiche non sono poi così utili;
  • Engadget: Galaxy Gear potrebbe essere lo smartwatch con più funzionalità sul mercato, ma è compatibile con pochissimi dispositivi e non funziona perfettamente;
  • Gizmodo: lo schermo sembra grande, ma non all'aperto;
  • Laptop: Lo schermo si spegne quando il telefono non è utilizzato ed è anche lento a riaccendersi;
  • Slashgear: Galaxy Gear non si distingue dagli altri smartwatch e non funziona con la gran parte dei terminali;
  • TechHive: non c'è tastiera e l'unico modo di comunicare (tramite l'orologio) è con comandi vocali;
  • Wired: "Più volte, lo smartwatch finisce per essere più un fastidio che una comodità"
  • The Verge: è un compagno poco disponibile per il vostro smartphone, con notifiche insufficienti, controlli minimi e pochissime apps e funzionalità;
  • ZDNet: Matt Miller ha molta esperienza con gli smartwatch e considera il Galaxy Gear il migliore (in disaccordo con quasi tutti i tester). Potrebbe essere la prova che questo orologio è un dispositivo solo per gli appassionati di wearable computing o geek, ma non per gli utenti comuni.

Via: Liliputing

Commenti (0) 

RSS dei commenti
Scrivi un commento
Si deve essere connessi al sito per poter inserire un commento. Registratevi se non avete ancora un account.

busy