Home Recensioni Review HP Pavilion DV9024ea

Review HP Pavilion DV9024ea

ImageRecensione. Il Pavilion DV9024ea appartiene alla serie DV9000 di HP ed è un portatile desktop-replacement ben rifinito, elegante, abbastanza potente e con un ampio schermo da 17": per chi non vuole rinunciare a nulla.

Acquisto

Ho visto il mio futuro notebook su un volantino, mi ha incuriosito e così ho iniziato a documentarmi sul mondo dei notebook, sulle loro caratteristiche e sul loro hardware. C'è parecchio da imparare per chi arriva dal mondo dei desktop! Alla fine mi sono convinto e sono andato nel centro Euronics della mia zona per vedere il portatile dal vivo: in foto e dalle specifiche mi convinceva ma volevo vedere che effetto mi avrebbe fatto di persona.

Image

Sono arrivato appena in tempo perché era l'ultimo esemplare disponibile, me ne sono subito innamorato e così ho iniziato ad informarmi sulla garanzia. Purtroppo HP offre solo 1 anno di garanzia sulla linea consumer ma ho risolto il problema acquistando l'estensione della garanzia a 3 anni offerta da Euronics.
E così eccomi qui a scrivere questa recensione dal mio DV9000.

Specifiche

  • Processore: AMD Turion 64 X2 Mobile Technology TL-50
  • RAM: 2048 MB DDR2 (2 x 1024 MB 667MHz), max 2 GB
  • Scheda Video: NVIDIA® GeForce Go 7600 con 256 MB di memoria dedicata
  • Schermo: 17" WXGA+ (1440 x 900) High Definition BrightView
  • Hard Disk: 2 x 80 GB, 5400 RPM
  • Drive Ottico: Lightscribe Super Multi DVD Writer (+/-R +/-RW) con supporto Double Layer
  • Networking:  modem 56K, 10/100 Ethernet LAN, Wireless 802.11a/b/g
  • Audio: altoparlanti Altec Lansing, chip audio integrato compatibile con 3D Sound Blaster Pro 16 bit
  • Dispositivi di input: tastiera di dimensioni standard con tastierino numerico, touchpad con pulsante On/Off e area dedicata allo scroll verticale 
  • Porte: 1 VGA, 4 USB 2.0, 1 IEEE-1394, 1 connettore RJ 11 modem, 1 connettore RJ 45 Ethernet, S-video, porta ad infrarossi per il telecomando, 1 audio in uscita, 1 SPDIF Digital Audio, 1 audio in ingresso, connettore per docking station
  • Espansioni: slot ExpressCard/54 (supporta anche ExpressCard/34), lettore di schede di memoria 5 in 1 (Secure Digital, MultiMedia, Memory Stick, Memory Stick Pro,xD Picture)
  • Accessori: telecomando HP Mobile Remote Control
  • Dimensioni: 28.50 cm (L) x 39.60 cm (W) x 3.16 cm (min H) / 4.18 cm (max H)
  • Peso: 3.56 kg
  • Batteria: 8 celle agli ioni di Litio 

Impressioni generali

Dettagliodella decorazione del cover

Dettagliodella decorazione del cover

Il notebook è rifinito veramente bene: le plastiche sono di qualità ed anche la verniciatura sembra resistente oltre che gradevole. Esteticamente è molto bello, anche se ovviamente sono solo pareri personali. La cornice dello schermo ha una finitura nera lucida molto elegante, mentre il poggiapolsi e il dorso dello schermo sono anch'essi lucidi ma con una decorazione su fondo grigio. Il rivestimento lucido ha un bell'impatto visivo ma è un pò delicato, quindi fate attenzione a non rigarlo(ad esempio con l'orologio)!

Una particolarità: nella confezione è incluso un panno morbido in microfibra per la pulizia del computer! E' dalla cura per i dettagli che si vede la qualità!

Processore 

Il processore AMD Turion 64 X2  è una CPU AMD di ultima generazione dual core che dà il meglio di sé nel multitasking offrendo all’utente una riserva di potenza che sembra senza limiti, nel senso che anche se avete avviato diverse applicazioni potrete tranquillamente fare qualcos’altro senza vedere rallentamenti e pause.

Interfacce 

Le porte sono tutte disposte ai lati del notebook, in posizioni facilmente accessibili, tranne i jack audio che si trovano anteriormente.

Lato sinistro: S-Video, Expansion Port, connessione rete, ingresso modem, 2 x USB, IEEE-1394, slot per SD/MS/MSpro/MMC/XD. 

HP Pavilion DV9024ea. Lato sinistro

HP Pavilion DV9024ea. Lato sinistro
 

Lato destro: presa alimentazione, USB, sportello Super Multi DVD Writer, slot ExpressCard (funziona anche da ripostiglio per il telecomando), USB.

HP Pavilion DV9024ea. Lato destro

HP Pavilion DV9024ea. Lato destro

Lato anteriore: ricevitore a infrarossi per il telecomando, jack microfono, 2 x jack audio in uscita (utilizzabili entrambi per le cuffie, oppure uno come uscita S/PDIF).

HP Pavilion DV9024ea. Lato anteriore

HP Pavilion DV9024ea. Lato anteriore

Lato posteriore: nessuna porta, solo la griglia del dissipatore.

HP Pavilion DV9024ea. Lato posteriore

HP Pavilion DV9024ea. Lato posteriore

Video 

Il Display, di tipo lucido (o glossy), ha una risoluzione abbastanza elevata (1440 x 900) e una buona luminosità. In quanto ai colori (per chi voglia impiegarlo per un utilizzo "fotografico") mi sembra che vadano bene dopo aver fatto la calibrazione. Trattandosi di uno schermo lucido, l'angolo di visuale è poco esteso (abituato al mio LCD desktop Samsung, che ha angoli di 150° in orizzontale e 120° in verticale, la differenza si nota) e attira la polvere. Armatevi, quindi, del panno in microfibra perché la polvere è innamorata di questo schermo!

La scheda video mi piace molto, trovo che sia adattissima anche per giochi 3D recenti (non ho provato le ultimissime novità, ma con FPS, rally e strategici 3D va bene). Effettivamente i risultati del benchmark 3DMark05 non sono il massimo che sia stato ottenuto con questa scheda, ma resta comunque una ottima scelta a meno che non interessino prestazioni high-end nei giochi (in questo caso credo che dovreste rivolgervi su chip grafici mobili come il GeForce Go 7800 che sono più performanti ma fanno anche lievitare il vostro budget di spesa).

Una prova, effettuata con RivaTuner, ha confermato che la GeForce Go 7600 montata sul mio notebook non è la versione a 64bit ma quella a 128bit.

Audio 

Gli speaker integrati sono dei prodotti di Altec Lansing, offrono un audio nitido anche se non consentono un volume altissimo. Per quanto riguarda la scheda audio, collegata l’uscita ad un impianto Hi-Fi si ottiene un bel suono, quindi niente di cui possa lamentarmi.

Dispositivi di archiviazione 

I due HDD da 80GB mettono a disposizione molto spazio per immagazzinare i nostri dati, ma scaldano abbastanza. L'HDD primario, infatti, sotto stress arriva a 56° (misurato con SpeedFan), quindi non consiglio di utilizzarlo tenendolo sulle gambe anche perchè la ventola prende aria dal fondodel portatile.

Il primo drive è diviso in tre partizioni: la prima contiene il Sistema Operativo e raggiunge quasi 70GB, la seconda (non accessibile) contiene i file per ripristinare il sistema come da fabbrica (sono gli stessi che andrete a masterizzare al primo avvio), esiste anche una terza piccola partizione nascosta da 1GB che contiene QuickPlay, un software Linux-based che consente la riproduzione di contenuti multimediali senza avviare Windows.

Nella confezione troverete un libretto riguardo gli HDD: si raccomanda, per motivi di configurazione, di non utilizzare il secondo disco per il boot di sistema ma solo per l’archiviazione/memorizzazione o per il backup.

Il masterizzatore ha la peculiarità di integrare la tecnologia Lightscribe che permette di decorare la superficie superiore dei dischi ottici: un laser incide la superficie creando delle decorazioni a rilievo molto raffinate.

Dispositivi di input 

La tastiera è di dimensioni standard e, quindi, è molto comoda e consente la battitura di testi anche molto lunghi senza avvertire fastidio. Trattandosi di un notebook 17", la base è sufficientemente ampia in larghezza: HP ha pensato bene di occupare lo spazio ai lati della tastiera non per integrare le casse come su altri portatili 17", ma per inserire un tastierino numerico davvero utilissimo.

La tastiera, oltre ad avere dimensioni generose, è anche di buona qualità: non flette durante la pressione ed i tasti hanno poca escursione e non sono troppo cedevoli (direi che sono gradevoli nell'uso).

 

Tastiera e touchpad

Tastiera e touchpad

 

Il tastierino numerico

Il tastierino numerico

 

Touchpad

Touchpad

Il touchpad è incastonato in una cornice nera lucida. La sua superficie è ampia ed è presente un'area dedicata allo scrolling verticale. Mi è risultata molto utile la presenza di un pulsante sopra il touchpad che consente di disabilitarlo per evitare, ad esempio, di spostare il cursore inavvertitamente quando si usa il mouse esterno o la tastiera: un led ci segnala se il touchpad è attivo.

Autonomia 

Nonostante una capiente batteria ad 8 celle, l’autonomia non supera le 2 ore e scende ulteriormente se di usa qualche applicazione esigente con il 3D. Si tratta,comunque, di una durata di tutto rispetto se si considera quanto sono avidi di energia lo schermo da 17” e la GeForce Go 7600. Chi sceglie un notebook da 17" sa di acquistare un "desktop replacement", un portatile con prestazioni e confort paragonabili a quelle di un desktop, ma con un peso ed una autonomia che non consentono lunghi spostamenti. 

Temperature e rumorosità 

Il notebook è molto silenzioso e anche quando parte la ventola non si sente troppo (un amico ha un Pentium4 con video integrato e la ventola fa molto più rumore).

Ho misurato le temperature e quelle degli hard disk erano decisamente alte. 
HardDisk1: max 56°
HardDisk2: max 52°

Image

Ho, quindi, deciso di costruirmi un coolpad (base raffreddante) come descritto in Appendice a)
Queste sono le temperature che in media ottengo ora utilizzando la base: 

Image

Aggiornamento 15/12/2006: ho misurato le temperature in una situazione di stress medio per il processore, come può essere, ad esempio, un'istanza di SuperPi

Image

Test

Ho fatto anche un test con il 3DMark05 però senza chiudere i processi inutili in background, infatti il note è in condizioni di lavoro con molte utility installate e processi aperti (tra cui Norton fornito con il note) ed ho ottenuto quasi 3500 punti.

3DMark03 =  7765

Image

3DMark05 = 3501 (con ancora 20 processi attivi)

Image

3DMark06 =  2147

Image

SuperPi

Image

Il calcolo, però, avviene sempre utilizzando un solo core, e sia Speedfan che TaskManager mi danno utilizzo del processore al 50%. 

Sistema Operativo e applicazioni in bundle

Il Sistema Operativo è  Windows XP Home (peccato non sia il Pro): alla prima accensione, inseriti i dati utente, si avvierà una utility per la creazione dei dischi di ripristino, che consiglio vivamente di usare a meno che non si decida di formattare definitivamente Windows per passare ad OS alternativi.

A corredo del DV9024, c’è una utility, QuickPlay, che consente senza avviare normalmente Windows di vedere film e foto, ascoltare musica e altro ancora. QuickPlay può essere richiamato al boot tramite dei tasti retroilluminati posizionati sopra la tastiera.

Conclusioni

L'HP Pavilion DV9024ea, in definitiva, mi sembra un'ottima macchina, dalla realizzazione curata e dalle buone prestazioni. In fatto di portabilità un 15,4” è generalmente migliore, ma in maniera trascurabile: la differenza, rispetto ad un Asus di pari configurazione ma 15,4", è ridotta a soli 5cm in larghezza e 500gr di peso. Ovviamente, quando si acquista un notebook di questo tipo, bisogna considerare le proprie esigenze e, per quanto mi riguarda, non dovendo trasportare il note ogni giorno, sono contento del 17”.

Posso,quindi, dirmi pienamente soddisfatto dell’acquisto (anzi direi entusiasta), perchè nella stessa fascia di prezzo, al momento in cui l’ho acquistato, si trovavano anche portatili con configurazioni inferiori.

Appendice a)

Base raffreddante hand-made

Per il coolpad ho usato 1 ventola da 80mm Zalman e due da 120mm Artic Cooling.

Image

Ho posizionato le due ventole da 120mm alla base e quella da 80mm in alto a sinistra, in corrispondenza della ventola del portatile.

Image

Image

Image

La striscia in alluminio l'ho aggiunta per far poggiare i piedini anteriori del note che altrimenti avrebbero poggiato direttamente sulle ventole.

Image

Image

Image

Image

Image

Image

Commenti (5) 

RSS dei commenti
non riuscivo a trasferire le immagini sul televisore con un cavo s video a 7 pin
ci sono riuscito scaricando dal sito dell'hp i driv er della scheda video(29mb) la versione è la 8.6.0.2A. e il file è SP33572.  
0

karlinos

aprile 18, 2007

Scusa ma viste le ventole che hai utilizzato per costruire il tuo coolpad, non hai problemi di rumorosità?  
0

Galadh

maggio 16, 2007

no perché girano lentamente... l'alimentazione delle usb è molto limitata (500 mA in totale di carico sulla singola usb)  
0

alessi1

maggio 19, 2007

Ma come hai fatto a collegare le ventole alla presa usb...e poi va bene qualsisasi pres usb per fare cio?????  
0

dori

ottobre 03, 2007

Allora il problema sta nel collegare i cavetti delle ventole al cavo usb.

Se tagli un cavo usb trovi 4 cavetti più piccoli all'interno... a te interessano solo il rosso e il nero che dovrai collegare ai rispettivi cavi della ventola (se la ventola ha anche il cavo giallo -tachimetrico- questo resta scollegato).

Per attaccarli, o colleghi direttamente i fili metallici (non importa che ti spieghi come aggiuntare due cavi elettrici vero?) oppure se sulle ventole hai un attacco a 3 pin, puoi inserirci la cima dei cavetti (ovviamente sbucciandoli per qualche mm) dell'usb così potrai attaccare e staccare le ventole se un domani volessi cambiarle.

Spero di esserti stato di aiuto... in ogni caso sono qua (puoi contattarmi anche per MP non c'è problema).
Ciao smilies/wink.gif  
0

alessi1

ottobre 06, 2007

Scrivi un commento
Si deve essere connessi al sito per poter inserire un commento. Registratevi se non avete ancora un account.

busy