Home Recensioni Recensione Umidigi C Note - Scheda tecnica e piattaforma hardware

Recensione Umidigi C Note - Scheda tecnica e piattaforma hardware

Recensione di Umidigi C NoteUmidigi C Note cerca di farsi spazio nell'affollatissimo segmento degli smartphone LTE cinesi con SoC Mediatek MT6737 puntando, non sul basso prezzo come fanno tutti i concorrenti, ma su materiali, qualità dei componenti e un brand ormai rinomato anche in Italia.

Caratteristiche tecniche ed hardware

Il dispositivo è mosso da un processore  MT6737T Quad-core della Mediatek, la GPU è la solita ARM Mali-T720MP2 che funziona in modo sufficiente, sono poi presenti una memoria interna da 32GB (25 subito disponibili all’utente) espandibili con il relativo slot MicroSD ed una memoria RAM da 3GB, perfetta per muoversi agevolmente fra le diverse applicazioni.  La fotocamera principale è la classica soluzione da 13MP, mentre quella frontale da 5MP è sufficiente per autoscatti di buona qualità sia da soli che in compagnia.

Il SoC Mediatek MT6737 è molto diffuso sugli smartphone LTE cinesi nella fascia di prezzo dei 100 euro e non riserva particolari sorprese, ma ai nostri lettori più esperti non sarà sfuggito un dettaglio: Umidigi utilizza la versione con suffisso T di questo processore ultramobile che differisce dalla variante standard per la presenza di un dual ISP che permette di supportare la dual-camera posteriore. Una funzionalità assente sull'Umidigi C Note e che possiamo spiegarci soltanto con due possibili motivazioni:

  • Umidigi ha alta disponibilità di board con SoC MT6737T;
  • Umidigi C Note era stato progettato per avere una doppia camera posteriore ma poi l'azienda cinese ha deciso di eliminare questa funzionalità.

Umidigi C Note è uno smartphone dual SIM dual standby

La connettività è di tipo Wi-Fi 802.11 a/b/g/n che permette una fruizione dei contenuti web in completa semplicità. Ha LTE cat.4 e banda B20 ed ho raggiunto velocità di punta ragguardevoli con TIM nel mio comune di appartenenza, segno che almeno all’interno delle cinta urbane (badate anche al vostro operatore) non ha niente da invidiare a prodotti più conosciuti.
Impagabile è la batteria da 3800mAh, una caratteristica tecnica abbastanza rara all’interno di un corpo spesso solo 8,4 mm.
Il trattamento dell’alluminio resiste alle mani più grasse e non attira le impronte digitali. Buono il trattamento oleofobico dello schermo che si comporta meglio anche di un Huawei P8 Lite 2017, campione nel trattenere le ditate.

Il software è Android 7.0, cosa non scontata in questo periodo dell’anno in cui i produttori adottano con il contagocce questo tipo di distribuzione. Lo smartphone all’accensione avrà il classico set di icone e pochissime applicazioni pre-installate.

  • CPU: Mediatek MT6737T Quad-core cortex A53 a 1,5GHz 28nm e 64bit
  • GPU: ARM Mali-T720MP2 Dual Core a 600MHz
  • Memoria: 3GB di RAM LPDDR3 single channel a 733MHz
  • Memoria interna: 32GB eMMC (25GB subito disponibili per l’utente) espandibile con MicroSD (microSD, microSDHC, microSDXC)
  • Schermo: 5,5 pollici Full HD 16:9 (1920x1080) IGZO IPS 24bit con lavorazione sui bordi 2,5D
  • Fotocamere:
    • Principale: 13MP ISOCELL Samsung S5K3L8
    • Secondaria: 5MP GalaxyCore GC5005
  • Batteria: 3800mAh non removibile ai polimeri di litio
  • Connettività: Wi-Fi 802.11 a/b/g/n, LTE Cat 4 (800/1800/2100/2600), GPS, A-GPS, Bluetooth 4.1
  • Sensori: Prossimità, luminosità, accelerometro
  • Sistema operativo: Android 7.0 (Nougat)
  • Dimensioni: 76,6x154,7x8,4 mm
  • Peso: 172 grammi
  • Colori: Oro ed argento
  • Altro: Dual SIM Dual Standby (Micro SIM), presente radio FM, OTG

Commenti (0) 

RSS dei commenti
Scrivi un commento
Si deve essere connessi al sito per poter inserire un commento. Registratevi se non avete ancora un account.

busy