Home Recensioni Recensione Umidigi C Note - Batteria, temperature e conclusioni

Recensione Umidigi C Note - Batteria, temperature e conclusioni

Recensione di Umidigi C NoteUmidigi C Note cerca di farsi spazio nell'affollatissimo segmento degli smartphone LTE cinesi con SoC Mediatek MT6737 puntando, non sul basso prezzo come fanno tutti i concorrenti, ma su materiali, qualità dei componenti e un brand ormai rinomato anche in Italia.

Batteria, temperature e conclusioni

La capiente batteria da 3800mAh è ricaricabile in sei ore all’incirca ma vi permetterà di affrontare una giornata pienissima di messaggi, interazioni social e consultazioni web. Il secondo giorno è raggiungibile ma non superabile, io con il mio uso sconsiderato ho raggiunto quasi sempre le 12:00 del secondo giorno, mentre non mi è mai capitato di concludere agevolmente le 48 ore. 6h e 30min di schermo acceso sono un traguardo alla portata di tutti, ma usando molto la rete 4G ed il GPS queste si ridurranno a 4h e 30 minuti.

Le temperature sono sempre sotto controllo: la scocca raggiunge massimo i 30°C, valore non percepibile se utilizzerete (e consiglio di farlo) la cover il silicone presente in confezione.

Foto termica dell'Umidigi C Note

Con un prezzo che in questo momento è particolarmente basso, di soli 114,99€ grazie al coupon "DSPZ0027" su Tomtop, Umidigi C Note ha tutte le qualità per convincere l’utenza che storicamente non si fida dei prodotti asiatici tacciandoli di essere mal costruiti e poco affidabili. Umidigi ha fatto centro e ci è riuscita con un design bello anche se non originale e puntando su di una batteria che accontenterà tutti.
Aggiungeteci un tasto per lo sblocco del device che non perde un colpo e la ricetta per un prodotto da avere è servita!

Umidigi C Note è uno degli smartphone MT6737 che più ci ha convinto


Commenti (0) 

RSS dei commenti
Scrivi un commento
Si deve essere connessi al sito per poter inserire un commento. Registratevi se non avete ancora un account.

busy