Home Recensioni Recensione Samsung serie 3 305U1A con AMD E450 - Tastiera e touchpad

Recensione Samsung serie 3 305U1A con AMD E450 - Tastiera e touchpad

Recensione del notebook Samsung serie 3 305U1A AMD basedSamsung serie 3 305U1A è un notebook compatto da 11,6 pollici, basato su soluzioni AMD Fusion. Una completa capacità multimediale, unita a dimensioni contenute e ad un'autonomia accettabile ne fanno il portatile ideale per l'utente che abbia necessità di lavorare o trascorrere il proprio tempo libero in mobilità.

Tastiera e touchpad

Sollevando la cover si può osservare la tastiera, che propone l'ormai popolarissimo layout con tasti a isola. Questi ultimi sono ben distanziati ed hanno dimensioni tali da consentire una buona ergonomia. Il formato del notebook però è adatto unicamente ad alloggiare tastiere di tipo esteso, che accanto a tasti di dimensioni standard hanno anche tasti rimpiccioliti rispetto a quelli cui siamo abituati sulle normali tastiere per notebook.

Si tratta di un compromesso necessario su tutti gli ultraportatili, anche se Samsung è riuscita a limitare questo inconveniente: i tasti Shift ed Enter sono grandi e ben distanziati dagli altri tasti per ridurre le possibilità di commettere errori durante la battitura.

In generale dunque la tastiera è davvero ben realizzata, silenziosa, reattiva, con un buon feedback e priva di flessioni significative durante la digitazione. La videoscrittura risulta piacevole, veloce e precisa.

Tastiera ad isola e touchpad Elan SmartPad

Al centro del palmrest, all'incirca in corrispondenza della barra spazio, troviamo invece il touchpad, precisamente un Elan SmartPad, dotato di una membrana dalla buona sensibilità, precisa e veloce al tempo stesso. Il touchpad inoltre è di tipo multitouch e offre supporto alle gesture a due o più dita, come lo scrolling o il pinch zoom, funzioni molto comode e intuitive, che non fanno rimpiangere l'eventuale mancanza di un mouse mentre si è in mobilità.

Dal pannello di controllo dell'Elan SmartPad si può abilitare anche il riconoscimento automatico del palmo o di eventuali tocchi involontari per evitare di spostare il cursore quando si è intenti a scrivere.

I due tasti di selezione, corrispondenti a quelli sinistro e destro del mouse, sono integrati all'interno di un'unica barretta a bilanciere, una soluzione esteticamente indubbiamente molto valida, ma dal punto di vista funzionale non comodissima, soprattutto per chi è abituato a utilizzare spesso i due tasti senza dover staccare gli occhi dal display, riconoscendoli al tatto. Si tratta comunque di limitazioni secondarie, vista la qualità generale offerta dal touchpad, che ha anche una discreta superficie di contatto, che permette così di muovere agevolmente il cursore da un lato all'altro del display senza troppa fatica.


Commenti (0) 

RSS dei commenti
Scrivi un commento
Si deve essere connessi al sito per poter inserire un commento. Registratevi se non avete ancora un account.

busy