Home Recensioni Recensione Samsung serie 3 305U1A con AMD E450

Recensione Samsung serie 3 305U1A con AMD E450

Recensione del notebook Samsung serie 3 305U1A AMD basedSamsung serie 3 305U1A è un notebook compatto da 11,6 pollici, basato su soluzioni AMD Fusion. Una completa capacità multimediale, unita a dimensioni contenute e ad un'autonomia accettabile ne fanno il portatile ideale per l'utente che abbia necessità di lavorare o trascorrere il proprio tempo libero in mobilità.

La Serie 3 di Samsung è la famiglia di notebook mainstream della Casa coreana e raggruppa PC portatili particolarmente adatti allo svolgimento di attività in mobilità, sapendo coniugare la giusta potenza elaborativa per lo svolgimento dei normali task della vita quotidiana con una portabilità elevata e un'autonomia sufficiente, almeno in ambito consumer. Ne fa parte anche il nostro ultraportatile modello 305U1A, mostrato già durante l'IFA 2011 e poi modificato nelle settimane successive per dotarlo della nuova APU AMD E450 in luogo della precedente versione E350 che l'equipaggiava al suo debutto.

La piattaforma AMD Fusion è stata scelta in virtù delle sue ottime doti in ambito multimediale che, unite a un TDP sufficientemente contenuto, permette di offrire un interessante mix tra prestazioni e autonomia. Samsung ha annunciato, infatti, l'intenzione di accantonare i netbook per concentrarsi proprio su ultraportatili come questo, che dei netbook mantengono il prezzo contenuto ma senza la loro esasperante lentezza ed i relativi limiti in ambito multimediale.

L'ultraportatile Samsung serie 3 305U1A aperto

Non è una differenza formale ma sostanziale, che Samsung ha voluto sottolineare con decisione fin dal design: il notebook serie 3 305U1A, a differenza dei netbook, offre un'estetica assai curata, sia nelle linee, morbide ma dinamiche al tempo stesso, sia nella scelta dei materiali. Se infatti il fondo è realizzato in plastica, comunque di ottima qualità e con una finitura ruvida piacevole al tatto, la cover presenta una copertura in lega di alluminio spazzolato bicolore, abbinamento poi ripreso nel resto della scocca, dove il fondo scuro e la cornice della stessa tonalità si incontrano con il piano tastiera e la cover, più chiari. Quest'ultima poi è rivestita in DuraCase, un materiale che protegge la superficie dai graffi e soprattutto non trattiene sporco e impronte digitali.

Profilo del portatile Samsung serie 3

Il portatile presenta altre caratteristiche di rilievo, come lo schermo da 11.6 pollici di tippo Max Screen, cioè con una cornice molto sottile, che ne massimizza l'area di visualizzazione senza necessità di ricorrere a diagonali maggiori che aumenterebbero le dimensioni finali del portatile. Quest'ultimo infatti ha ingombri contenuti, misurando appena 277.6 x 196 x 23.1 ~ 27.5 mm, con un peso di soli 1.21 Kg.

Cover in alluminio dell'ultraportatile Samsung con processori AMD

Insomma già dalle premesse il Samsung Serie 3 305U1A si rivela molto diverso dal solito netbook. Dopo una rapida occhiata al dettaglio della configurazione hardware e alla dotazione andremo quindi a vedere in dettaglio le potenzialità di questo interessante portatile e a verificarne le prestazioni con i consueti test.


Caratteristiche tecniche

Riportiamo in dettaglio la configurazione hardware del Samsung serie 3 305U1A, cui abbiamo già fatto cenno nella sezione introduttiva:

  • Processore: AMD E450 1.65 GHz dual core 40 nm (core Zacate, architettura Bobcat)
  • Southbridge: AMD A50M FCH
  • Memoria: 4 GB DDR3 @ 1333 MHz
  • Sottosistema grafico: AMD Radeon HD 6320
  • HDD: Hitachi Travelstar 5K500.B SATA II 5400 RPM 500 GB
  • Display: 11.6" 1366 × 768 LED backlight con finitura opaca
  • Webcam: HD 1.3 Mpixel
  • Porte: 1 x VGA, 1 x HDMI, 3 x USB 2.0, 1 x combo audio jack Line Out/In, 1x RJ-45 LAN
  • Espansioni: Card reader 4-in-1 (SD/SDHC/SDXC/MMC)
  • Connettività: 10/100/1000 Ethernet LAN, WiFi 802.11 b/g/n, Bluetooth 3.0
  • Batteria: 4 celle 29 Wh 4000 mAh
  • Sistema Operativo: Microsoft Windows 7 Home Premium 64 bit
  • Dimensioni: 277.6 x 196 x 23.1 ~ 27.5 mm
  • Peso: 1.21 Kg con la batteria standard da 4 celle
  • Altro: guida rapida, garanzia multilingue, manuale e certificazione TCO, alimentatore con cavo di alimentazione, DVD di ripristino, batteria ai Ioni di litio a 4 celle da 4000 mAh

Unboxing

Il notebook serie 3 305U1A arriva in una sobria e compatta confezione di cartone in stile Samsung. Al suo interno, oltre alla batteria standard e all'alimentatore con relativo cavo elettrico, abbiamo trovato anche un utilissimo DVD di ripristino, il manuale, la garanzia e le istruzioni di sicurezza con un depliant Quick Start Guide che illustra le principali funzioni del portatile.

L'unica osservazione che vorremmo fare su questo argomento riguarda l'alimentatore, che come dimensioni e potenza è identico a quello utilizzato sui netbook Samsung ma è dotato di spinotto di tipo sottile, quindi è compatibile con il netbook Samsung N230 ma non con la maggior parte degli altri netbook del produttore coreano.

Alimentatore e confezione del Samsung Serie 3


Design e impressioni generali

Samsung è celebre per il design dei suoi prodotti, ed il protagonista della nostra recensione non fa certo eccezione. I designer della Casa coreana si sono concentrati in particolare sui materiali, cercando di utilizzare per ogni superficie del telaio le soluzioni migliori per estetica e praticità. Il risultato è un portatile molto diverso rispetto ai normali netbook, il cui aspetto solitamente denota una costruzione economica.

Dal punto di vista prettamente stilistico, poi, Samsung ha optato per un design contemporaneo, con una linea essenziale e pulita, ma nient'affatto monotona o banale.

Nell'insieme il design è di tipo full flat ma non privo di una sua dinamicità, visibile soprattutto osservando i fianchi del notebook: il profilo s'inarca in corrispondenza delle cerniere del display e la plastica nera del fondo lascia il posto alle plastiche e all'alluminio color argento della base.

Profilo posteriore del Samsung serie 3 305U1A: si notano bene i materiali e le finiture differenti usati sulle varie superfici

Materiali e finiture differenti vengono alternati con perizia per un perfetto mix di estetica e praticità: la cover è in alluminio spazzolato brunito bicolore, grigio con una fascia più scura, mentre il fondo è in plastica ruvida nera per una migliore presa e versatilità; addirittura due materiali differenti per la C-shell, con mascherina della tastiera ad isola in alluminio e policarbonato per il poggiapolsi. Non si tratta di accostamenti casuali, ma ogni materiale è stato selezionato con cura in base alla destinazione di ciascuna area del telaio, privilegiando rivestimenti di pregio per le parti esterne, e materiali più robusti ed economici per le parti nascoste alla vista o più soggette all'usura.

Spessore dell'ultraportatile samsung serie 3

L'abbinamento funziona ed è convincente. Samsung inoltre ha rivestito le superfici in alluminio con un trattamento chiamato DuraCase, che migliora la resistenza ai graffi e allo sporco.

Dettaglio del piano tastiera con il pannello in alluminio spazzolato

Il retro è completamente libero da porte o connessioni di qualsiasi tipo, che sono invece raccolte tutte sui fianchi, e la batteria, di tipo ultrasottile, non sporge dal profilo del notebook. Insomma, nonostante si stia parlando di un ultraportatile economico, Samsung non ha trascurato il design che, anzi, risulta molto gradevole ed equilibrato.


Interfacce

Lo spessore sottile del telaio del Samsung serie 3 305U1A non impedisce a questo portatile di avere un corredo di porte completo: troviamo infatti tre porte USB 2.0, un jack combo per cuffie e microfono, un plug RJ45 per la connessione alla LAN, una porta VGA, una HDMI e un lettore di memorie di tipo 4-in-1.

Si noti, in particolare, l'accorgimento tecnico che è stato utilizzato per consentire di alloggiare il connettore Ethernet RJ45.

Lato posteriore: Nonostante la batteria non occupi la solita porzione di spazio compreso tra le due cerniere della cover, su questo lato non ci sono interfacce di alcun tipo, anche perchè, quando viene aperto, il display lid slitta alle spalle della base.

Lato destro: Su questo fianco troviamo, a partire da destra, un'uscita video analogica VGA e due porte USB 2.0.

Porte sul lato destro

Lato sinistro: Sul versante sinistro sono alloggiati invece il plug per l'alimentazione elettrica, quello di tipo RJ45 per la connessione cablata, una porta USB 2.0 dotata anche di funzione Rapid Charge per ricaricare device esterni anche col notebook in modalità sleep, una griglia per l'areazione interna, un'altra uscita video, questa volta di tipo digitale HDMI e l'unico jack audio, di tipo combo, che serve per connettere le cuffie e il microfono.

Porte sul lato sinistro

Lato anteriore: Il davanti è privo di qualsiasi interfaccia, ad esclusione dello slot del lettore di memorie di tipo 4-in-1.

Profilo anteriore del Samsung serie 3

Fondo: Il fondo ospita il vano della batteria, mentre sono assenti sportelli per accedere all'hardware, eccezion fatta per quello a protezione della RAM. Se questo è un vantaggio dal punto di vista estetico, perchè consente una notevole omogeneità del fondo col resto della scocca, dall'altro costituisce uno svantaggio per l'utente medio che, in caso di un qualsiasi problema hardware che non riguardi la RAM o volendo effettuare operazioni di manutenzione del proprio portatile, ad esempio pulire dalla polvere il dissipatore interno, dovrà sicuramente ricorrere a un centro assistenza specializzato, per evitare di danneggiare la scocca nel tentativo di aprire il notebook. Sul fondo i piedini in gomma sono grandi e assicurano un buon grip sul piano d'appoggio.

Fondo con il vano d'accesso della memoria e la batteria


Processore, piattaforma e memoria

Come già anticipato nell'elenco delle specifiche tecniche, Samsung ha scelto per il suo 305U1A le APU AMD serie E (Zacate) della piattaforma AMD Brazos. Nello specifico abbiamo una APU AMD E450 abbinata al southbridge A50M FCH che aggiunge il supporto per le interfacce USB, PCIe, Ethernet, SATA ed il controller audio. La particolarità delle APU (Accelerated Graphic Unit) AMD è quella di integrare sul die sia il processore logico vero e proprio che quello grafico, che vedremo poi nel dettaglio, e il controller di memoria.

La CPU è composta da due core, ha una cache L2 di 1 MB (512 KB per ciascun core), lavora a 1.65 GHz di frequenza ed è realizzata con processo produttivo a 40 nm, con un TDP massimo di 18 W, abbastanza contenuto se si pensa che la APU raccoglie in sé CPU, GPU e northbridge. Rispetto al precedente E350, questa nuova APU presenta un clock rate leggermente superiore e integra il supporto alle DDR3 a 1333 MHz, ma soprattutto introduce una nuova versione della tecnologia Turbo Core, capace di elevare la frequenza di uno solo dei due core della APU per volta, a seconda del carico di lavoro, al contempo abbassando però anche il clock del core in idle, così da ottimizzare i consumi.

CPUz del processore AMD E450

Inoltre Turbo Core può ora intervenire anche sulla frequenza della GPU, portandola in questo caso dagli originari 508 MHz fino a 600 MHz. Per questo, nonostante il sottosistema grafico sia equivalente a quello della APU precedente, con 80 stream processor, qui prende un nome differente, chiamandosi Radeon HD 6320 invece di 6310. Secondo AMD, il sottosistema grafico della APU E450 può offrire prestazioni superiori del 22% rispetto alla precedente versione, soprattutto con giochi particolarmente impegnativi. Per ottenere tutto questo AMD ha dovuto però rivedere il design della APU, come indicato dallo stepping, passato da B0 a C0.

Il cambio di lettera indica una revisione profonda, che non riguarda soltanto fix minori ma prevede invece una modifica della maschera usata per stampare il die in fonderia, operazione resasi evidentemente necessaria proprio per poter apportare i cambiamenti utili ad ottenere prestazioni superiori. AMD E450 può supportare fino a due slot DIMM di RAM DDR3 a 800, 1066 o 1333 MHz. Nel Samsung 305U1A troviamo un solo banco di memoria, occupato da un modulo RAM DDR3 PC3 10700 da 4 GB dotato di chip A-Data, con le seguenti caratteristiche:   

  • Part Number: A-Data AD73I1C1674EV
  • Module Size: 4 GB
  • Module Type: SO-DIMM
  • Memory Type: DDR3 SDRAM
  • Memory Speed: DDR3 PC3 10700 (667 MHz)
  • Module Width: 64 bit
  • Error Detection Method: None
  • Memory Timings:
    • @ 609 MHz  8-8-8-22  (CL-RCD-RP-RAS) / 30-98-4-10-5-5  (RC-RFC-RRD-WR-WTR-RTP)
    • @ 533 MHz  7-7-7-20  (CL-RCD-RP-RAS) / 27-86-4-8-4-4  (RC-RFC-RRD-WR-WTR-RTP)
    • @ 457 MHz  6-6-6-17  (CL-RCD-RP-RAS) / 23-74-3-7-4-4  (RC-RFC-RRD-WR-WTR-RTP)
    • @ 380 MHz  5-5-5-14  (CL-RCD-RP-RAS) / 19-61-3-6-3-3  (RC-RFC-RRD-WR-WTR-RTP)

Audio e video

L'audio è gestito dal codec Realtek ACL269. Si tratta di una soluzione ben nota, in quanto molto diffusa sui netbook, e che risponde alle specifiche High Definition Audio e al Windows Logo Program 3.10, assicurando così un audio di qualità accettabile per un netbook o un ultrasottile. Presente inoltre il supporto alla tecnologia Sound Alive, una soluzione basata su una serie di algoritmi dedicati, che permettono di ottenere un audio migliore e voci più chiare, soprattutto quando abbiamo a che fare con la riproduzione di formati audio fortemente compressi, come gli MP3 a basso bitrate.

Il sistema di altoparlanti comprende due speaker da 1,5W posizionati dietro una griglia posizionata in cima alla tastiera. La posizione è ottimale perché il suono arriva direttamente all'utente, senza ostacoli fisici. La qualità e la potenza degli altoparlanti ha consentito di fare a meno degli algoritmi di virtual surround SRS Premium Sound che Samsung impiegava su alcuni netbook, sostituiti dalla tecnologia Samsung Sound Alive, che processa in tempo reale la sorgente apportando piccole modifiche ed ottimizzazioni utili ad avere bassi più corposi ed un suono più nitido.

Il processore grafico è invece come detto l'AMD Radeon HD 6320, basato sullo stesso core della AMD Mobility Radeon HD 4330, ma senza memoria dedicata. Il chip però può sfruttare fino a 256 MB della memoria RAM di sistema. Le pipeline sono 80 e le frequenze di lavoro sono di 508 MHz sia per il core che per le shader unit, inoltre come già detto, grazie alla nuova versione di AMD Turbo Core adesso la GPU può raggiungere i 600 MHz se il carico di lavoro lo richiede.

GPUz: AMD Radeon HD 6320

La GPU supporta DirectX 11, shader model 5.0 e, grazie alla tecnologia UVD3, può decodificare i flussi video nei formati più diffusi (MPEG 2, MPEG 4 Part 2, H.264, VC-1, DivX e XviD) ed è quindi in grado di gestire anche i video Full HD (1080p). Inoltre è possibile delegare alla GPU operazioni di calcolo parallelo se si utilizzano software che supportano l'accelerazione GPGPU. È il caso, ad esempio, delle ultime versioni dell'editor video Corel Video Studio Pro, anche se per le APU AMD serie E, l'accelerazione hardware è limitata ad alcune operazioni di modifica e al decoding e non interviene a supportare l'encoding dei file come accade per le APU AMD serie A.

Il monitor, marchiato Samsung LTN116AT01000, è un LCD da 11.6 pollici di diagonale in formato 16:9, retroilluminato a LED e caratterizzato da una risoluzione HD di 1366 x 768 pixel, caratteristiche ben diverse dai display da 10 pollici a 1024 x 600 pixel che si trovano normalmente sui netbook. Molto buona la resa cromatica, con colori vividi e brillanti. Anche l'angolo di visione sul piano orizzontale è adeguato e non comporta una degradazione della qualità visiva troppo accentuata quando ci si sposta dallo sweet spot centrale.

Superiore alla media degli schermi della sua categoria il contrasto di 500:1 mentre la luminanza di 200 candele è allineata a quella degli altri portatili economici. Nonostante la scarsa brillantezza, tuttavia la finitura opaca del display permette un'ottima leggibilità dello schermo anche in presenza di una forte illuminazione ambientale o di fonti di luce dirette.

Il comparto audio-video è completato da una webcam da 1.3 Mpixel montata nella cornice dello schermo e da un microfono con cancellazione del rumore integrato.


Tastiera e touchpad

Sollevando la cover si può osservare la tastiera, che propone l'ormai popolarissimo layout con tasti a isola. Questi ultimi sono ben distanziati ed hanno dimensioni tali da consentire una buona ergonomia. Il formato del notebook però è adatto unicamente ad alloggiare tastiere di tipo esteso, che accanto a tasti di dimensioni standard hanno anche tasti rimpiccioliti rispetto a quelli cui siamo abituati sulle normali tastiere per notebook.

Si tratta di un compromesso necessario su tutti gli ultraportatili, anche se Samsung è riuscita a limitare questo inconveniente: i tasti Shift ed Enter sono grandi e ben distanziati dagli altri tasti per ridurre le possibilità di commettere errori durante la battitura.

In generale dunque la tastiera è davvero ben realizzata, silenziosa, reattiva, con un buon feedback e priva di flessioni significative durante la digitazione. La videoscrittura risulta piacevole, veloce e precisa.

Tastiera ad isola e touchpad Elan SmartPad

Al centro del palmrest, all'incirca in corrispondenza della barra spazio, troviamo invece il touchpad, precisamente un Elan SmartPad, dotato di una membrana dalla buona sensibilità, precisa e veloce al tempo stesso. Il touchpad inoltre è di tipo multitouch e offre supporto alle gesture a due o più dita, come lo scrolling o il pinch zoom, funzioni molto comode e intuitive, che non fanno rimpiangere l'eventuale mancanza di un mouse mentre si è in mobilità.

Dal pannello di controllo dell'Elan SmartPad si può abilitare anche il riconoscimento automatico del palmo o di eventuali tocchi involontari per evitare di spostare il cursore quando si è intenti a scrivere.

I due tasti di selezione, corrispondenti a quelli sinistro e destro del mouse, sono integrati all'interno di un'unica barretta a bilanciere, una soluzione esteticamente indubbiamente molto valida, ma dal punto di vista funzionale non comodissima, soprattutto per chi è abituato a utilizzare spesso i due tasti senza dover staccare gli occhi dal display, riconoscendoli al tatto. Si tratta comunque di limitazioni secondarie, vista la qualità generale offerta dal touchpad, che ha anche una discreta superficie di contatto, che permette così di muovere agevolmente il cursore da un lato all'altro del display senza troppa fatica.


Hard disk

L'hard disk scelto da Samsung per il suo notebook 305U1A è un Hitachi Travelstar 5K500.B da 2.5 pollici, con uno spessore di 9.5 cm e una capienza di 500 GB. La velocità di rotazione dei piattelli è di 5400 RPM mentre il data buffer è da 8 MB. L'interfaccia è una Serial ATA II 3 Gb/s.

Le prestazioni sono molto interessanti come abbiamo del resto quasi sempre riscontrato per gli hard disk Hitachi. Il transfer rate medio è infatti molto elevato per un disco di questa velocità, e l'andamento della curva di HDTune è molto omogeneo e non presenta picchi negativi eccessivi. Solo il tempo di accesso è un po' alto anche per la media degli HDD da 5400 RPM, ma la cosa è in parte giustificata dall'elevata densità del nostro esemplare, che ha una capienza di ben 500 GB.

HDTune

Ovviamente, trattandosi di un ultraportatile, non troviamo un drive ottico, in compenso è però presente un card reader 4-in-1 per memorie SD (SD/SDHC/SDXC) ed MMC, indubbiamente molto utile in ambito domestico per scaricare foto e video.

Reti

Completissima la connettività offerta dal Samsung 305U1A. Troviamo sia la connessione cablata di tipo Gigabit 10/100/1000, sia le connessioni senza fili WiFi 802.11n e Bluetooth in versione 3.0, solitamente assente o opzionale sui netbook e spesso anche su notebook appartenenti al segmento mainstream. La LAN è gestita dal controller Realtek RTL8168/8111 PCI-E Gigabit Ethernet Adapter su PCI-E, mentre per le connessioni wireless provvede un modulo Broadcom Wireless LAN 802.11n serie BCM43xx con controller Bluetooth BCM2070 integrato.

Si tratta di un'ottima scelta, in quanto anzitutto ospita i due moduli su una scheda PCIe mini card, in grado quindi di contribuire al contenimento delle dimensioni finali del notebook. Broadcom inoltre utilizza specifiche tecnologie per mitigare le interferenze tra WiFi e Bluetooth e dei particolari algoritmi "intelligenti" capaci di massimizzare la resa delle connessioni wireless sia in presenza di poco isolamento sia addirittura se i due moduli dovessero essere attivi contemporaneamente. Infine il modulo Bluetotoh Broadcom integra il più completo catalogo di profili Bluetooth per PC del mercato, garantendo così la massima compatibilità con qualsiasi device esterno.


Batteria e temperature

Il Samsung serie 3 305U1A è corredato da una batteria a 4 celle al Litio da 29 Wh 4000 mAh. Se si considera che i netbook hanno comunemente una piattaforma hardware più efficiente dal punto di vista dei consumi e in molti casi montano batterie a 6 celle, si può già immaginare quali possano essere gli esiti dei nostri test dell'autonomia.

Come nostra consuetudine abbiamo svolto i benchmark della batteria servendoci di BAPCO MobileMark 2007 nello scenario Reader, che simula uno stato di idle costante del portatile tramite la lettura di documenti .pdf, con il notebook impostato su un profilo energetico teso al massimo risparmio possibile, senza però rinunciare a quelle opzioni che garantiscono un adeguato comfort d'uso nella vita reale, come ad esempio la luminosità del display, che manteniamo sempre al massimo livello. In questa modalità il nostro test di durata della batteria ha fatto registrare un tempo di 207 minuti con la batteria in dotazione, ossia quasi tre ore e mezza. Ovviamente, riducendo di qualche tacca la brillantezza dello schermo si riuscirebbero a raggiungere facilmente le 4 ore.

Batteria a 4 celle del computer portatile Samsung

Tutto sommato si tratta di un'autonomia sufficiente, ma non particolarmente elevata, soprattutto vista la piattaforma hardware che equipaggia questo Samsung 305U1A. A chi dovesse avere necessità di una durata della batteria superiore, consigliamo di fornirsi fin da subito di una batteria opzionale a 6 celle che, seppur incida sul design e la compattezza del notebook, assicura però un'autonomia più soddisfacente.

Samsung ha dotato questo laptop anche di un tool chiamato Battery Life Extender che serve a prolungare il ciclo di vita della batteria (le batterie al Litio tendono a perdere capacità progressivamente dopo 6-8 mesi di utilizzo) regolando in modo ottimale i livelli di carica.

Molto buone invece le temperature registrate durante lo stress test effettuato tramite AIDA64. Il processore infatti si è mantenuto in media attorno ai 72.9°C mentre l'hard disk si è fermato a circa 31.7° C, un chiaro segno che, nonostante gli spazi angusti disponibili in un portatile ultracompatto come questo, il sistema di raffreddamento dedicato alla APU AMD fa il suo dovere e smaltisce efficacemente l'aria calda all'esterno, lasciando l'hard disk e gli altri componenti interni relativamente freschi.

Temperature

Le temperature restano invariate anche attivando la modalità silenziosa (Silent Mode) che ha lo scopo di ridurre al minimo il regime di rotazione della ventola. A differenza di altre tecnologie  simili che bloccano al minimo il moltiplicatore di clock del processore o la velocità della ventola e che hanno come contropartita una corrispondente riduzione delle prestazioni o un aumento delle temperature di soglia, Samsung ha optato per una soluzione più intelligente, in grado di adattarsi al carico di lavoro del sistema: Silent Mode riduce il moltiplicatore di clock al minimo, ma non lo blocca, permettendogli di variare in base al CPU load. In questo modo il notebook è più silenzioso, ma non si surriscalda e non perde nulla in termini di prestazioni.


Test

I vantaggi prestazionali dell'AMD E450 rispetto al predecessore (AMD E350) sono già evidenti nei punteggi assegnati dall'Indice integrato in Windows 7, dove la nuova versione della APU Zacate ottiene score superiori sia per quanto riguarda la CPU che il controller della memoria e le prestazioni 3D del processore grafico.

L'incremento di prestazioni ammonta ad appena un decimo in ciascun comparto, ma come risulta evidente dai benchmark sintetici ed applicativi, il miglioramento è sostanziale e si traduce in una maggiore reattività del sistema nel suo complesso.

Indice delle Prestazioni di Windows

L'innalzamento della frequenza di clock della CPU da 1,6 a 1,65GHz comporta un equivalente aumento delle prestazioni sia in applicazioni single-threaded, come SuperPI, sia in ambito multi-threading, come rivela il benchmark di 7Zip. In entrambi i casi l'APU AMD E450 migliora gli score fatti registrare dall'APU E350.

Superpi - Single threading

7Zip - Multithreading

Tuttavia, come abbiamo evidenziato nella sezione dedicata a Processore e Piattaforma, anche gli altri elementi dell'APU AMD E450 sono stati portati ad una frequenza più alta, e questo dato si fa sentire nei benchmark sintetici che testano il sistema nella sua interezza, come PCMark05, PCMark Vantage e PCMark 7. Nel primo infatti i punteggi assegnati a CPU, GPU e memorie sono tutti superiori, e anche nelle successive versioni di PCMark otteniamo score maggiori praticamente in tutti i settori. Il Samsung 305U1A è dunque dotato di un sistema ben bilanciato in tutte le sue componenti e in grado di assicurare, nel suo ambito, un utilizzo all-round soddisfacente.

PCMark05

PCMark Vantage

PCMark 7

I test dedicati alla graica 3D come 3DMark06, 3DMark Vantage e 3DMark 11 evidenziano ancor di più le migliori performance offerte dal sottosistema grafico AMD Radeon HD 6320, anche se bisogna doverosamente ricordare che, sebbene i punteggi ottenuti siano mediamente elevati per questa tipologia di piattaforma, il Samsung 305U1A non può essere considerato un notebook da gaming, anche se è in grado di far girare tutti i titoli, compresi quelli più recenti ed avidi di risorse.

3DMark06

3DMark Vantage

3DMark 11

Se infatti il nostro portatile non ha alcuna difficoltà con giochi di strategia in tempo reale come Anno 2070, sarà necessario invece ridurre risoluzione e dettagli con giochi più movimentati, come DIRT 2. Siamo riusciti anche a giocare con framerate sufficienti a giochi DirectX 11 come Lost Planet 2 e Alien vs Predator, ma solo con risoluzioni intorno a 800x480 pixel e con basse impostazioni.

Quindi ottime capacità di intrattenimento per un portatile di simile fascia di prezzo e dimensioni, completate dalla capacità di riprodurre filmati in Alta Definizione 1080p su TV esterno tramite l'uscita HDMI integrata o direttamente sullo schermo del portatile.


Software

Dai netbook Samsung, l'ultraportatile serie 3 eredita il pacchetto di software proprietario. Solitamente non guardiamo con favore al software preinstallato sui notebook, ma non in questo caso: ogni tool si rivela utile, anzi indispensabile per migliorare l'esperienza d'uso del portatile.

Troviamo infatti anzitutto alcuni classici, come i programmi per la gestione e l'interfacciamento con le reti DLNA, che permettono di trasmettere in streaming wireless flussi audio e video ad altri dispositivi compatibili, anche situati in altre parti della casa lontane del notebook, come Easy Content Share e Easy File Share. Una novità è invece Samsung PhoneShare, per interfacciare il proprio smartphone Samsung con il notebook, inviare SMS, trasferire file o attivare le funzioni di tethering, con la massima semplicità mediante l'uso di un QR code per l'autenticazione.

Immancabili poi anche il Samsung Control Center, tramite cui monitorare e gestire le reti, la funzione Sleep&Charge, i profili di risparmio energetico e tutti i parametri fondamentali del sistema, e il programma di backup e ripristino Samsung Recovery Solution 5, che consente di gestire con pochi click i backup di sicurezza anche su periferiche esterne, così da mettere al sicuro i nostri dati più importanti.

I più attenti al risparmio e alla tutela dell'ambiente, apprezzeranno moltissimo il software Samsung Eco Mode, che permette di gestire il risparmio energetico con un approccio alternativo rispetto ai soliti manager. Eco Mode regola i profili di risparmio energetico in base all'efficienza energetica e non alle prestazioni, permettendo di monitorare in tempo reale le variazioni in termini di consumi e le corrispondenti emissioni di CO2.


Conclusioni

Samsung Serie 3 305U1A è un notebook compatto particolarmente riuscito che, in un form factor e con un peso del tutto equivalenti a quelli di un normale netbook, riesce ad offrire molto di più in termini di prestazioni multimediali. Esteticamente curatissimo e realizzato con materiali di pregio, questo notebook offre anche un display più ampio, con diagonale di 11.6 pollici e risoluzione di 1366 x 768 pixel che permette di visualizzare nativamente anche i filmati in Alta Definizione fino a 720p (il laptop è comunque in grado di riprodurre anche video Full HD 1080p da riversare su un televisore HD esterno) e una piattaforma di sistema che non ha nulla da invidiare ai notebook di dimensioni standard, con 4 GB di RAM DDR3 a 1333 MHz e una APU AMD E450, che rappresenta un'evoluzione del precedente modello E350, rispetto al quale offre prestazioni superiori sia per quanto riguarda la componente CPU che GPU.

Fedele alla filosofia AMD Vision, la dotazione tecnica permette un impiego a 360 gradi in qualsiasi ambito. Nulla è precluso, compresa la creazione di contenuti con software di photo e video editing e senza escludere il gaming 3D con titoli di ultima generazione, purché ovviamente si sia disposti ad accettare qualche compromesso.

Profilo destro del Samsung serie 3 305U1A con AMD E450

L'unico punto debole, se vogliamo, è rappresentato dall'autonomia piuttosto modesta, che nei nostri test si è attestata attorno alle 3 ore e mezza. Un limite purtroppo dettato da scelte estetiche, soprattutto dalla volontà di integrare perfettamente la batteria nel profilo del notebook, così da non rovinarne le linee filanti. Per un utilizzo intrattenitivo comunque si tratta di un'autonomia accettabile, che ad esempio permette ampiamente di fruire di un film durante un viaggio lungo in aereo o in treno, ma chi volesse sfruttare al meglio tutte le potenzialità del Samsung serie 3 305U1A dovrebbe ricorrere a una batteria opzionale ad alta capacità.

A parte questo limite comunque il Samsung 305U1A è un notebook dalle grandi qualità, privo di punti deboli significativi e dotato di un ottimo appeal, visto che il prezzo di circa 370 euro gli permette di competere ad armi pari con i netbook da 11 e 12 pollici. Un ultraportatile dunque che consigliamo allo studente ma anche al professionista che necessiti di uno strumento agile, leggero ma non troppo limitato, da usare in piena mobilità.

Commenti (0) 

RSS dei commenti
Scrivi un commento
Si deve essere connessi al sito per poter inserire un commento. Registratevi se non avete ancora un account.

busy