Home Recensioni Recensione MSI X370

Recensione MSI X370

MSI X370: recensione del notebook AMD Fusion della serie XSlimMSI X370 è il nuovo notebook della serie X-Slim introdotto a listino dal gigante taiwanese. Piattaforma AMD Fusion, diagonale di 13.4 pollici, dimensioni compatte e una buona autonomia ne fanno il portatile ideale per chiunque necessiti di lavorare o spendere il proprio tempo libero in mobilità, senza per questo dover rinunciare alla qualità e a una buona potenza elaborativa.

Il notebook MSI X370, protagonista della nostra recensione, trae origine da una tendenza ormai radicata nel settore del mobile computing. "Portabilità" è la parola d'ordine da diversi anni a questa parte nel settore PC. I netbook prima, gli ultrasottili poi e recentemente i tablet, ma anche gli smartphone che acquisiscono display sempre più grandi e piattaforme più performanti sono altrettanti esempi, seppur in ambiti merceologici differenti, di una tendenza sempre più irrinunciabile, sia in ambito consumer che small business.

MSI X370, profilo sinistro

Batterie sempre più efficienti, hardware con richieste energetiche sempre più ridotte, software per la gestione dei componenti sempre più avanzati stanno permettendo di avere dispositivi al tempo stesso più compatti e leggeri ma dotati di capacità elaborative impensabili fino a qualche anno fa. Del resto lo sviluppo e la diffusione della banda larga e delle connessioni 3G e lo spostarsi su Internet di molte delle attività e degli interessi principali da parte degli utenti, impongono una sterzata in direzione della mobilità, relegando sempre di più i notebook desktop replacement a segmenti di mercato più specialistici, come quello del gaming o quello delle workstation professionali.

MSI, che è un'azienda sempre attenta alle innovazioni, ha intercettato queste indicazioni, recependole in una serie di computer portatili. La famiglia X-Slim rappresenta, quindi, l'interpretazione della casa taiwanese del concetto di "thin&light", di cui MSI X-Slim X370 è l'ultima incarnazione.

Design tagliente del portatile MSI X-Slim X370

La lineup propone comunque in quest'ambito soluzioni differenti per prezzo, form factor e prestazioni, onde incontrare le esigenze del maggior numero di utenti comunque interessati alla portabilità estrema e ai notebook ultrasottili. In particolare lo X370, con le sue misure di 324 x 227 x 22.8 mm, il peso di soli 1.4 Kg con la batteria da 4 celle, la diagonale di 13,4 pollici e il prezzo di 599 euro si candida come soluzione perfetta per l'utente consumer che voglia molto di più di un semplice netbook ma a un costo non troppo superiore.

La piattaforma hardware infatti è basata su APU AMD E350 con sottosistema video AMD Radeon HD 6310 integrato, 2 GB di RAM DDR3 e un HDD da 500 GB a 5400 RPM e garantisce, come vedremo meglio più avanti, prestazioni generali ben superiori a quelle possibili con un comune netbook.


Caratteristiche tecniche

Ecco in dettaglio la configurazione hardware dell'MSI X-Slim X370:

  • Processore: AMD E350 1.6 GHz dual core 40 nm (core Zacate, architettura Bobcat)
  • Southbridge: AMD A50M FCH
  • Memoria: 2 GB DDR3 PC3 10700 @ 1066 MHz
  • (1 slot)
  • Sottosistema grafico: AMD Radeon HD 6310
  • HDD: Hitachi Travelstar 5K500.B SATA II 5400 rpm 320 GB
  • Display: 13.4" 1366 × 768 LED backlight
  • Webcam: 1.3 Mpixel
  • Porte: 1x VGA, 1x HDMI, 2x USB 2.0, 1x Line Out + 1x Line In, 1x RJ-45 LAN, 1x card reader 4-in-1 (SD/SDHC/SDXC/MMC)
  • Connettività: 10/100/1000 Ethernet LAN, WiFi 802.11 b/g/n, Bluetooth 2.1+EDR
  • Batteria: 4 celle Li-pol 32 Wh 2150 mAH (opzionale batteria a 8 celle da 4350 mAh)
  • Sistema Operativo: Microsoft Windows 7 Basic/Home Premium 64 bit
  • Dimensioni: 324 x 227 x 22.8 mm
  • Peso: 1.4 Kg con la batteria standard da 4 celle
  • Altro: alimentatore con cavo di alimentazione, DVD con driver

Unboxing

Per l'unboxing dello MSI X-Slim X370, con la descrizione di packaging e bundle, vi rimandiamo al nostro video, limitandoci a ricordare che la dotazione definitiva che giunge sul mercato può essere differente dai campioni distribuiti alla stampa.

Confezione del laptop MSI X370

In questo caso nella confezione erano presenti, oltre ovviamente al notebook in questione e alla sua batteria standard, solo l'alimentatore, il cavo elettrico e un DVD con i driver.


Design e impressioni generali

Da circa un anno MSI ha impresso una svolta al suo approccio costruttivo, puntando molto più decisamente sulla qualità realizzativa e la cura estetica dei suoi prodotti. E i risultati si vedono: MSI X-Slim X370 ne è infatti un valido esempio.

Le linee sono filanti, pulite, sinuose, con un profilo extraslim e spigoli smussati, che comunica al tempo stesso leggerezza, dinamicità ed eleganza. La colorazione è nera lucida per la cover, con motivi geometrici a nido d'ape impressi attraverso il procedimento della fusione a stampo che MSI chiama Color Film Print, e opaca invece per quanto riguarda il piano tastiera, anch'esso ricoperto da motivi geometrici a rilievo.

Cover dello MSI X370

Grazie a questo tipo di finiture inoltre le superfici soffrono pochissimo della fastidiosa ed antiestetica presenza di ditate, a parziale eccezione forse del fondo, che è comunque una parte molto meno esposta agli sguardi.

Logo MSI al centro del display lid

La cura estetica profusa dai designer MSI si rivela poi anche nei particolari, come ad esempio la bella bordatura cromata che sottolinea l'intero perimetro dell'X370 e che profila anche tutte le porte presenti lungo i lati dello stesso, dando così una sensazione di estrema raffinatezza ed esclusività al prodotto.

Dettaglio del palm rest

Il pulsante di accensione ed i LED informativi si illuminano invece di bianco quando lo X370 è in funzione, rafforzando la sensazione di generale eleganza che comunica questo notebook. Il retro è completamente libero da porte o connessioni di qualsiasi tipo, raccolte tutte sui fianchi, e la batteria ai polimeri di Litio si mimetizza perfettamente all'interno dello chassis (opzionalmente è disponibile anche una batteria ad alta capacità, che crea una leggera sporgenza sul fondo).

Design interno dell'hardware del portatile ultrasottile MSI

Scocca, cover e C shell sono tutte in policarbonato di buona qualità e presentano un assemblaggio impeccabile, che rende lo MSI X Slim X370 esente da scricchiolii o flessioni significative, sia per quanto riguarda il display lid che il piano tastiera.


Interfacce

A causa del suo profilo extraslim è ovvio che MSI X-Slim X370 non possa avere un corredo di porte comparabile a quello dei normali notebook. In ogni caso c'è tutto l'indispensabile: troviamo infatti due porte USB 2.0, due jack per cuffie e microfono, un plug RJ45 per la connessione alla LAN, una porta VGA, una HDMI e un lettore di memorie per SD ed MMC.

Lato posteriore: Come detto il lato posteriore è costituito dal bordo della batteria, inserita tra le due cerniere della cover.
Non ci sono porte nè connessioni di alcun tipo qui, anche perchè, una volta sollevato in posizione, il display lid si sovrappone coprendone l'intera superficie;

Lato posteriore

Lato destro: qui troviamo, a partire dal fondo, il plug per l'alimentazione elettrica, i due jack audio da 3,5mm Line In e Out e due porte USB 2.0. Il resto dello spazio è occupato da un griglia per l'areazione interna, molto discreta;

Lato destro

Lato sinistro: su questo fianco sono alloggiati, sempre partendo da destra, una porta VGA, il plug RJ45 per la connessione cablata, una porta HDMI e, un po' distanziato, il card reader di tipo 4-in-1 per SD/SDHC/SDXC/MMC. Anche qui infine troviamo lo stesso tipo di griglia ospitato sul lato opposto;

Lato sinistro

Lato anteriore: Il davanti è privo di qualsiasi interfaccia, ad esclusione di una fila di LED informativi;

Lato frontale

Fondo: il fondo è molto ordinato e presenta soltanto il vano batteria e alcune altre griglie per favorire lo smaltimento dell'aria calda proveniente dall'interno. Sono invece assenti sportelli per accedere all'hardware. I piedini in gomma assicurano un buon grip sul piano d'appoggio.

Fondo liscio dello MSI X370


Processore, piattaforma e memoria

Come già anticipato nelle sezioni precedenti, MSI ha scelto per il suo X370 la nuova piattaforma AMD Fusion. Troviamo quindi in questo caso la APU E350 e il southbridge A50M FCH che aggiunge il supporto per le interfacce USB, PCIe, Ethernet, SATA ed il codec audio. La APU (Accelerated Graphic Unit) integra sia il processore vero e proprio che quello grafico, che vedremo poi più nel dettaglio, e il controller di memoria.

AMD E350, conosciuto anche col nome in codice Zacate, rappresenta l'attuale top di gamma dei microprocessori per piattaforma Brazos, che è quella destinata all'utenza consumer. E' una CPU di tipo dual core, ha una cache L2 di 1 MB (512 KB per ciascun core), lavora a 1.6 GHz di frequenza ed è realizzata con processo produttivo a 40 nm, con un TDP massimo di 18 W, abbastanza contenuto se si pensa che la APU raccoglie in sè CPU, GPU e northbridge.

CPUz

Ricordiamo inoltre che l'architettura Bobcat su cui è basato l'AMD E350 è caratterizzata da una tecnica di esecuzione del tipo out-of-order, quindi del tutto equivalente a quella delle più performanti CPU attuali, una scelta opposta e vincente dal punto di vista delle prestazioni rispetto alla modalità in-order degli Intel Atom. In questa modalità  infatti il processore esegue le istruzioni in un ordine assegnato dalla disponibilità dei dati di input e non dal loro ordine originale nel programma. Così facendo i cicli della CPU sono ottimizzati e non ci sono sprechi di tempo, poichè è possibile processare i dati così come sono presenti nelle pipeline. Se infatti si eseguissero nell'ordine previsto dal programma e un'istruzione richiedesse più tempo ad essere processata di quelle che seguono bisognerebbe attendere, anche se nel frattempo altri stadi dovessero risultare liberi e disponibili.

Motherboard del computer portatile XSlim X370

AMD E350 può supportare fino a due slot So-DIMM di RAM DDR3 a 800 o 1066 MHz, ma nello MSI X-Slim X370 troviamo un solo slot di RAM, occupato da un banco DDR3 PC3 10700 da 2 GB marchiato ASint (moduli di memoria Elpida), con le seguenti caratteristiche:

  • Part Number: ASint SSZ3128M8-EDJEF
  • Module Size: 2 GB
  • Module Type: SO-DIMM
  • Memory Type: DDR3 SDRAM
  • Memory Speed: DDR3 PC3 10700 (667 MHz)
  • Module Width: 64 bit
  • Error Detection Method: None
  • Memory Timings:
    @ 609 MHz  8-8-8-22  (CL-RCD-RP-RAS) / 30-68-4-10-5-5  (RC-RFC-RRD-WR-WTR-RTP)
    @ 533 MHz  7-7-7-20  (CL-RCD-RP-RAS) / 27-59-4-8-4-4  (RC-RFC-RRD-WR-WTR-RTP)
    @ 457 MHz  6-6-6-17  (CL-RCD-RP-RAS) / 23-51-3-7-4-4  (RC-RFC-RRD-WR-WTR-RTP)
    @ 380 MHz  5-5-5-14  (CL-RCD-RP-RAS) / 19-42-3-6-3-3  (RC-RFC-RRD-WR-WTR-RTP)

Audio e video

L'audio è gestito dal classico codec Realtek ACL269. Si tratta di una soluzione ben nota, in quanto molto diffusa sui portatili, e che risponde alle specifiche High Definition Audio e al Windows Logo Program 3.10, assicurando così un audio di qualità accettabile per un netbook o un ultrasottile.
Presente inoltre la tecnologia SRS Premium Sound, una soluzione basata su una serie di algoritmi dedicati, che permettono di ottenere un audio migliore e voci più chiare, soprattutto quando abbiamo a che fare con la riproduzione di formati audio fortemente compressi, come gli MP3 a basso bitrate.
Inoltre SRS Premium Sound simula anche la distribuzione ambientale tridimensionale dei suoni, a partire da tracce audio sia stereo che mono, permettendo così una maggiore immersività con film e giochi, anche in assenza di un sistema di speaker esterni multicanale.

Nonostante le dimensioni poi, MSI X-Slim X370 è in grado di raggiungere livelli di volume soddisfacenti e una qualità sopra la media dei portatili. Non a caso MSI ha scelto lo slogan "Performance, Sound, Vision" per sottolineare il nuovo corso dell'azienda, molto più attento alle performance multimediali, ed audio in particolare (come dimostra anche la partnership con Dynaudio).

Da notare che gli speaker sono posizionati dentro lo chassis in modo inusuale; si trovano infatti disposti lungo una diagonale che attraversa il portatile da sinistra verso destra: un altoparlante è posizionato nell'angolo inferiore sinistro e l'altro nell'angolo superiore destro del telaio.

GPUz

L'acceleratore grafico è invece un AMD Radeon HD 6310 ed è basato sullo stesso core della AMD Mobility Radeon HD 4330, ma senza memoria dedicata. Le pipeline sono 80 e lavorano ad una frequenza di 500 MHz. La GPU supporta DirectX 11, shader model 5.0 e, grazie alla tecnologia UVD3, può decodificare i flussi video nei formati più diffusi (MPEG 2, MPEG 4, H.264, VC-1, DivX e XviD) ed è quindi in grado di gestire anche i flussi FHD (1080p).

Il monitor è un LCD da 13,4 pollici di diagonale, prodotto da Samsung, in formato 16:9, retroilluminato a LED e caratterizzato da una risoluzione di 1366 x 768 pixel, abbastanza comune per questo form factor. Molto buona la luminanza e la resa cromatica, con colori vividi e brillanti. Anche l'angolo di visione, che ammonta a circa 45° sul piano orizzontale, è abbastanza buono e non comporta una degradazione della qualità visiva troppo accentuata quando ci si sposta dallo "sweet spot" centrale.

Schermo da 13 pollici retroilluminato a LED

Il comparto audio-video è completato da una webcam da 1.3 Mpixel montata nella cornice dello schermo e da un microfono integrato. MSI fornisce poi in bundle anche il software di identificazione facciale EasyFace 2.0, per effettuare il login automatico senza password, venendo semplicemente riconosciuti con l'ausilio della webcam. Il programma può gestire non solo l'accesso al sistema operativo, ma anche ad altri applicativi, come ad esempio Windows Live Messenger o ai nostri siti preferiti.


Tastiera e touchpad

Sollevando la cover si può osservare la tastiera, che propone l'ormai diffusissimo layout chiclet, con i tasti a isola. I tasti sono ben distanziati ed hanno dimensioni sufficienti per risultare comodi, forse con la parziale eccezione del Right Shift, del Backspace e dell'Invio.

In generale comunque la tastiera è davvero ben realizzata, silenziosa, reattiva, con un buon feedback e priva di flessioni significative durante la digitazione.

Tastiera ad isola

Il touchpad è sistemato grossomodo al centro della tastiera, sotto la barra spaziatrice ed è davvero ampio, misurando circa 9 x 7 cm. L'ampiezza e la consistenza della superficie permettono di spostarsi agevolmente sul desktop, offrendo il giusto mix tra la velocità di spostamento e la precisione del posizionamento del cursore. I due tasti di comando sono integrati in un’unica barra di aspetto metallico, ma sono comunque precisi.

Base e touchpad multitouch

Il touchpad inoltre è di tipo multitouch e offre supporto alle gesture a più dita, come il pinch to zoom o lo scrolling delle pagine, funzioni molto comode e intuitive, che non fanno rimpiangere l'eventuale mancanza di un mouse mentre si è in mobilità.


Hard Disk

L'hard disk scelto da MSI per il suo X-Slim X370 è un Hitachi Travelstar 5K500.B da 2.5 pollici, con uno spessore di 9.5 cm. La velocità di rotazione dei piattelli è di 5400 RPM mentre il data buffer è di 8 MB. L'interfaccia è una Serial ATA II 3Gb/s e permette al disco di raggiungere prestazioni abbastanza interessanti, con un transfer rate medio elevato per un disco di questa velocità.

L'andamento della curva è sufficientemente omogeneo, senza cali bruschi o crolli, anche se si possono osservare alcuni picchi negativi di troppo, probabilmente però dovuti alla presenza di alcuni task in background. Il tempo di accesso è invece nella media per un HDD da 5400 RPM. In ogni caso è ovvio che su un notebook ultrasottile la capacità è più importante delle prestazioni pure.

HDTune

Ovviamente, come nella gran parte degli ultraportatili, è assente un drive ottico, in compenso è però presente un card reader 4-in-1 per memorie SD (SD/SDHC/SDXC) ed MMC, che può quindi tornare utile in ambito home, permettendo di interfacciarsi agevolmente con le memorie dei tanti dispositivi hi-tech che fanno parte della nostra vita quotidiana, dalla macchina fotografica allo smartphone.

Reti

MSI X-Slim X370 offre un reparto connettività abbastanza completo, che comprende sia la connessione cablata di tipo Gigabit 10/100/1000 che quelle wireless WiFi 802.11n e Bluetooth 2.1+EDR. Il Bluetooth è gestito da un chip CSR, mentre la LAN è affidata al controller Realtek RTL8168/8111 PCI-E Gigabit Ethernet su PCI-E.

Alla connessione WiFi provvede una mini card con chip Realtek RTL8188ce Wireless LAN 802.11n, sempre su link PCI-Express, con doppia antenna per sfruttare i benefìci della tecnologia MIMO 1x2. Si tratta di un'ottima scelta, in quanto tra le varie caratteristiche questo chip integra un rilevatore avanzato di segnale, un equalizzatore adattivo del dominio della frequenza e un decoder Viterbi, ed è in grado così di diminuire gli effetti negativi delle interferenze dovute ad esempio alla presenza nelle vicinanze di dispositivi Bluetooth, telefoni cordless ed elettrodomestici che facciano uso di microonde, tutti molto diffusi nelle case o nei piccoli uffici, che sono poi gli ambienti d'uso principali dell'utenza a cui si rivolge questo notebook.


Batteria e temperature

Il nostro test di durata della batteria ha fatto registrare un tempo di circa 195 minuti con la batteria standard a 4 celle. Ricordiamo che per l'analisi dell'autonomia dei notebook in prova ci serviamo di BAPCO MobileMark 2007, nello scenario Reader, lo stesso tool utilizzato da molte case produttrici. L'unica differenza è che il nostro test viene condotto adoperando qualsiasi accorgimento utile per aumentare la durata della batteria, tranne quelli che pregiudicano un uso confortevole della macchina (ad esempio manteniamo la luminosità dello schermo al massimo livello).

Batteria ai polimeri di Litio

Fatta questa premessa, il tempo misurato per lo X-Slim X370 è buono ma non troppo elevato, soprattutto vista la piattaforma hardware ad alta efficienza energetica. Per questo motivo quindi ci sentiamo di consigliare, a tutti coloro che dovessero avere necessità di un'autonomia superiore, di dotarsi subito della batteria opzionale da 8 celle, che sulla carta ha valori quasi doppi e dovrebbe quindi realisticamente raddoppiare anche l'operatività del notebook, avvicinandolo alle 10 ore dichiarate da MSI.

Temperature

Molto buone le temperature registrate durante lo stress test. Il processore infatti si è mantenuto in media attorno ai 65°C mentre l'hard disk si è fermato a circa 26° C. Questo vuol dire che il sistema di raffreddamento dedicato alla APU AMD fa il suo dovere e smaltisce efficacemente l'aria calda all'esterno del notebook. In questo modo non solo l'hardware non corre i rischi legati a un eccessivo surriscaldamento dei componenti, ma evita anche che il palm rest o il piano tastiera risultino eccessivamente caldi dopo lunghe sessioni di lavoro, mantenendo così un comfort d'uso accettabile anche dopo un utilizzo prolungato.


Test

L'Indice delle Prestazioni di Windows è un parametro attendibile per valutare le prestazioni d'insieme di un PC. Nel caso del nostro MSI X370, c'è un divario fra capacità di calcolo del processore e capacità multimediali in generale e grafiche in particolare. Si tratta di una caratteristica tipica delle APU Fusion che puntano, almeno nelle serie C ed E, a garantire un'esperienza utente priva di limitazioni, completa, appagante, seppure senza quella brillantezza in termini di velocità che caratterizza invece i notebook più costosi. Nei test che seguono vedremo come questo concetto si vada a delineare con maggiore precisione.

Indice delle prestazioni di Windows

Partiamo dall'analisi delle prestazioni del processore, con test sia di tipo single-thread come SuperPI, sia multi-thread come 7Zip. Nel primo, grazie all'esecuzione out-of-order di cui abbiamo parlato, la APU AMD E350 ha facilmente ragione della CPU Atom N550, che lavora a una frequenza di circa 100 MHz inferiore (1.5 GHz contro 1.6 GHZ). Il vantaggio prestazionale, nello svolgere i complessi calcoli del Pi greco, è evidente, con tempi spesso più che dimezzati rispetto alla controparte Intel Atom.

Superpi

Passando invece a un programma che si avvantaggia della presenza di più core, sia fisici che logici, le differenze si appiattiscono e il vantaggio prestazionale dell'architettura AMD E350 si assottiglia quasi del tutto. I risultati ottenuti infatti sono grossomodo sovrapponibili, grazie al fatto che l'Atom N550 supporta la funzione HyperThreading che raddoppia i due core fisici, portandoli a quattro logici e questo va a compensare quasi del tutto la minor frequenza operativa e la modalità di esecuzione delle istruzioni meno performante.

7zip

Non c'è quindi un vincitore certo tra le due soluzioni, almeno per quanto riguarda le scelte fatte per il processore. Molto dipende dall'ambito e dalla tipologia d'utilizzo.

Passando ai benchmark sintetici che testano il sistema nella sua interezza, come PC Mark 2005 e PC Mark Vantage, otteniamo dei buoni punteggi in tutte le sezioni. Il primo test ci dice che MSI X-Slim X370 è dotato di un sistema ben bilanciato in tutti suoi componenti e quindi in grado di assicurare, nel suo ambito, un utilizzo all-around, mentre col secondo possiamo scendere più nel dettaglio. Grazie alle sue caratteristiche tecniche e alle capacità di decoding via hardware infatti la AMD Radeon HD 6310 integrata nella APU E350 ottiene buoni score ad esempio in TV e Movies, dove invece la piattaforma Intel Atom è costretta a cedere il passo.

PCMark05

PCMark Vantage

Questo è ancora più evidente quando si passa a test specifici come 3D Mark 2006 e 3D Mark Vantage. I punteggi ottenuti sono mediamente elevati per la fascia di mercato in cui il portatile si colloca e all'altezza delle migliori soluzioni, come ad esempio quelle basate su Nvidia ION. Ricordiamo però che MSI X-Slim X370 non può essere considerato un notebook da gaming, anche se alcuni titoli meno recenti possono girare fluidamente.

3dMark06

3DMark Vantage

La cosa importante è invece aver avuto la conferma delle capacità multimediali del sistema, anche con video 1080p, che saranno gestiti senza alcun problema, garantendo quindi prestazioni multimediali degne di nota, esaltate in questo caso specifico dalla buona resa cromatica del display che equipaggia MSI X-SLim X370.

Per gli utenti avanzati, potebbe risultare interessante consultare anche l'approfondimento che abbiamo dedicato all'accelerazione hardware sui portatili AMD Fusion, con particolare riguardo alle applicazioni di video editing, e che ha visto fra i protagonisti proprio lo MSI X370.


Software

MSI ha scelto per il nostro esemplare di X-Slim X370 il sistema operativo Microsoft Windows 7 Ultimate a 64 bit (i modelli commerciali dovrebbero disporre delle edizioni Basic o Home Premium), già predisposto quindi per un eventuale upgrade del quantitativo di memoria a 4 GB.

In bundle inoltre troviamo diversi software che facilitano o migliorano l'esperienza d'uso di questo notebook ultrasottile. S-Bar ad esempio è una toolbar posta sulla parte superiore del desktop, che ospita gli shortcut per l'avvio veloce dei programmi più importanti e di altre utility MSI che gestiscono ad esempio il risparmio energetico, la webcam, le connessioni wireless, la luminosità del display, il controllo volume etc.

MSI EasyViewer è invece un programma di gestione delle immagini che permette un browsing facilitato con effetti di scorrimento tridimensionale, e permette anche alcune manipolazioni elementari sulle immagini, come la correzione dell'esposizione. C'è poi anche il programma di riconoscimento facciale EasyFace 2.0 di cui abbiamo già parlato.

MSI Easyviewer


Conclusioni

Se state cercando un notebook adatto a un uso in mobilità l'avete trovato: MSI X-Slim X370 è il portatile che fa per voi; con la sua diagonale di 13 pollici, il suo spessore contenuto in meno di 3 centimetri e il suo peso di appena 1.4 Kg è infatti il candidato ideale. Inoltre, come abbiamo visto nel corso del nostro articolo, la compattezza non viene a scapito di altre qualità.

Già con la batteria standard infatti l'X370 è in grado di superare le tre ore di utilizzo continuativo e, in caso di necessità, è disponibile una batteria di capacità doppia, che verosimilmente dovrebbe portare l'autonomia di questo notebook attorno alle 7 ore.

MSI XSlim X370, profilo sinistro

Inoltre MSI ha dotato questo portatile di una piattaforma AMD Fusion in grado di unire prestazioni sopra la media per questo segmento a consumi comunque molto contenuti. Non bisogna poi dimenticare che dimensioni, autonomia e una discreta potenza che si esprime soprattutto in ambito multimediale, si coniugano in un device bello ed elegante, curato in ogni dettaglio.

MSI X370: uno sguardo all'hardware

Insomma MSI X-Slim X370 è un ultraportatile completo, che conquista al primo sguardo ma che anche a un esame approfondito offre comunque contenuti tecnici di buon livello. Il produttore taiwanese propone poi questo notebook al costo di 599 € (prezzo di listino, lo steet price può essere inferiore a seconda delle promozioni e delle offerte del momento), un prezzo che lo pone in diretta concorrenza con i netbook, di cui mantiene l'estrema portabilità, ma rispetto ai quali offre numerosi vantaggi, legati soprattutto alla dotazione hardware e alle prestazioni multimediali (anche in Full HD!). Un acquisto quindi sicuramente da preferire per chi voglia dotarsi di un sistema che offre tanti vantaggi, pochi compromessi e nessun punto debole significativo.

Commenti (0) 

RSS dei commenti
Scrivi un commento
Si deve essere connessi al sito per poter inserire un commento. Registratevi se non avete ancora un account.

busy