Home Recensioni Recensione MSI WindPad 100W

Recensione MSI WindPad 100W

MSI WindPad 100W in provaMSI Windpad 100W è un tablet con diagonale da 10 pollici basato su piattaforma Atom e con sistema operativo Microsoft Windows 7. Una scelta in controtendenza, che può assicurare da un lato una flessibilità d'uso maggiore ma che dall'altro pone qualche limite, soprattutto per l'interfaccia utente non specificamente progettata per i tablet.

MSI WindPad 100W è un tablet basato su piattaforma Intel Atom e dotato di sistema operativo Microsoft Windows 7, una scelta in decisa controtendenza rispetto al resto dei prodotti analoghi, solitamente basati su architettura ARM ed equipaggiati con sistema operativo Google Android. L'azienda taiwanese, nota sia per la componentistica hardware che per le proprie soluzioni mobile, ha progettato un tablet "differente" per caratteristiche tecniche e target di destinazione. Con un display da 10.1 pollici con risoluzione di 1024 x 600 pixel e dimensioni e peso non proprio contenuti (274 x 173 x 18,5 mm per 800 g), il Windpad 100W non si presenta infatti come il classico tablet, ma come reinterpretazione del netbook in formato tablet.

Sistemi operativi come Apple iOS o Google Android infatti sono pensati per offrire un'esperienza d'uso completamente differente da quella dei desktop o dei portatili. Assumendo infatti che il tablet nasca come companion ultramobile, si è puntato molto a offrire un device fortemente improntato all'intrattenimento, alla multimedialità e al gioco. Anche se è possibile gestire ad esempio documenti di tipo Office, spesso non si può andare molto oltre la consultazione.

MSI WindPad 100W con OS Windows 7Da questo punto di vista quindi dispositivi come l'Apple iPad o magari il Samsung Galaxy Tab con Android costituiscono un esempio perfettamente riuscito, in cui hardware, form factor e OS concorrono tutti ad offrire un'esperienza d'uso peculiare e decisamente valida, se inquadrata nell'ottica che abbiamo suggerito prima. Tuttavia alcune tipologie di utenti potrebbero trovare appetibile il nuovo form factor, che favorisce decisamente la portabilità anche rispetto ai netbook, pur non volendo rinunciare alle applicazioni che sono abituati ad usare. Insomma potrebbero apprezzare un netbook in forma di tablet, capace di offrire una maggiore portabilità con una flessibilità d'uso sconosciuta ai normali slate.

Slate MSI WindPadSoprattutto in ambito business, è necessario poter avere un sistema operativo di larga diffusione, che permetta quindi di utilizzare programmi di produttività non disponibili su altre piattaforme software. Attualmente l'unica scelta possibile in questo senso è soltanto Microsoft Windows 7, che per il momento non supporta i processori ARM.

In attesa quindi del futuro Windows 8, che supporterà anche CPU ARM, la scelta del processore è abbastanza obbligata. Intel Atom infatti è il solo, attualmente, in grado di coniugare prestazioni accettabili e consumi contenuti, assicurando così anche un'autonomia accettabile. Per contro portabilità, assorbimento energetico e reattività del sistema non sono paragonabili, al momento, a quelli offerti dall'altra tipologia di slate. Da parte dell'utente si tratta quindi di decidere se vale la pena accettare dei compromessi in vista di specifiche necessità che al momento non possono essere diversamente soddisfatte.


Commenti (0) 

RSS dei commenti
Scrivi un commento
Si deve essere connessi al sito per poter inserire un commento. Registratevi se non avete ancora un account.

busy