Home Recensioni Recensione Microtech e-tab PRO

Recensione Microtech e-tab PRO

Recensione del tablet 2in1 Microtech e-tab ProLa nostra recensione di Microtech e-tab Pro LTE con e-keyboard ed e-note. Un tablet 2in1 con dual OS Windows 10 + Android L o Remix OS, tastiera dock e penna stilo, e con il valore aggiunto di un sevizio di vendita ed assistenza in Italia.

I tablet convertibili 2in1 hanno rinfrescato l'immagine un po' ingiallita dei computer portatili, riconquistando l'attenzione del pubblico verso questa categoria di prodotti. Piacciono a chi lavora in mobilità, a chi vuole esibire un gioiello tecnologico di ultima generazione per attirare gli sguardi invidiosi di amici e colleghi, ma anche agli studenti e a chi si avvicina per la prima volta ad un sistema informatico.

La leggerezza, la versatilità e la semplicità di utilizzo (touchscreen, modularità e piccolo ingombro) hanno aiutato questo tipo di prodotti a crescere e diventare indispensabili per una vasta e variegata tipologia di utenti. Non deve quindi stupirci che anche l'offerta di notebook 2in1 vada aumentando e diventi sempre più articolata.

Microtech e-tab Pro e penna e-note

A settembre avevamo fatto due chiacchiere con Fabio Rifici, che ci aveva mostrato il nuovo Microtech e-tab Pro (mi raccomando a pronunciarlo all’italiana), che in quella circostanza ci era sembrato un prodotto molto interessante e promettente e che ci eravamo riproposti di provare in un test più approfondito.

Microtech è un’azienda italiana, nata nel 2007 a Milano, che attualmente disegna e realizza prodotti multimediali con un occhio di riguardo alla sostenibilità dei processi produttivi ed attenendosi a tutti i dettami normativi italiani ed europei. E vi assicuro che non è poco! Spesso si preferisce ricorrere a scorciatoie acquistando direttamente dall'Estero, senza contare che così si rinuncia a tutte le tutele e le garanzie che la severa legislazione italiana ed europea prevede a vantaggio degli utenti.

Abbiamo avuto modo di testare il nuovo e-tab Pro per un periodo generoso e abbiamo avuto modo di comprendere quanto possa tornare utile la sua una doppia indole di pad Android e slate Windows (Dual OS Remix OS e Windows). Potrete usarlo tutto il giorno in giro per studio (penso agli universitari nelle sale di lettura od a lezione) ed avere abbastanza carica residua per poter vedere l’ultima puntata del vostro telefilm preferito in tutta comodità, magari al caldo sotto le coperte.
Ma vediamo insieme se Microtech ha centrato il bersaglio in un mercato difficile come quello italiano!


Confezione

Il nostro dispositivo di prova è la versione di e-tab Pro con LTE (modello ET101FL/64DR1), corredato da tastiera esterna e penna. Il tablet arriva all’interno di una confezione bicolore: c'è una cover bianca con un'immagine del prodotto, che potete aprire o più semplicemente sfilare, e al suo interno una scatola in cartoncino rigido blu da cui potrete estrarre il device, che, come consuetudine, è incastrato in una forma di poliuretano bianco sagomato. Il packaging ha un design gradevole, fresco e protegge adeguatamente il contenuto durante il trasporto.

In una serie di scomparti sul fondo della confezione troviamo inoltre il cavo di alimentazione e trasmissione dati PC USB standard-USB Type C lungo 80cm, l’alimentatore da 5V 3A (che ricarica in poco meno di 4 ore il dispositivo), manuali di istruzioni in cui vengono riassunte le caratteristiche tecniche del prodotto - ma che non ci aiutano nel setup di e-tab Pro - ed infine un paio di auricolari in-ear (denominati e-sound) in colorazione verde mela e silver con cavo piatto bianco ed accompagnati da tre differenti grandezze di gommini per poter personalizzare l’ergonomia delle cuffie.

Microtech e-tab Pro

Auricolari e-soundL'alimentatore da parete

e-tab Pro ed il contenuto della sua confezione

La tastiera e-keyboard (se voleste comprarla ed io consiglio di farlo) costa 59 euro e vi arriverà all’interno di una confezione in plastica trasparente e cartone. È accompagnata da un manuale ma manca un caricatore perché al suo interno non c'è una batteria ausiliaria. Peccato perché una seconda batteria sarebbe tornata utile per allungare la vita del 2in1. In compenso la tastiera dock integra il sensore di impronta digitale per la scansione biometrica e per Windows Hello.

Infine, come detto nella prima parte del paragrafo, ho testato anche la penna e-note a 512 livelli di pressione, che è confezionata in modo meno rigoroso (la spilletta per la prima attivazione era vagante per l’involucro). Credo che si tratti di un piccolo inconveniente di inizio produzione perché la spilletta ha un “peduncolo” con un diametro superiore a quello del forellino in cui dovrebbe entrare per attivare la penna e quindi non riesce a svolgere il suo compito. Si rimedia facilmente con una graffetta o un ago.
Nella stessa scatoletta rettangolare in cartone troverete la batteria Micro Stilo ad 1.5V AAAA (nascosta sotto uno dei lati della confezione) ed un manuale, indispensabile per l’attivazione e l’uso della penna almeno al primo avvio.

Caratteristiche tecniche

Microtech e-tab Pro è mosso da una CPU Cherry Trail X86 Intel Atom X5-Z8300 ad 1,84GHz con processo produttivo a 14nm, un coprocessore grafico integrato Intel gen8 (Intel HD Graphics 200-500MHz), ha una memoria interna da 64GB eMMC (13GB disponibili su Remix OS 2.0 e 40GB su Windows 10), 4GB di memoria RAM DDR3L a 1600MHz ed una batteria Li-Po da 8000mAh.

  • Processore: Intel Atom x5-Z8300 Cherry Trail quad core 1.44 GHz/1.84 GHz
  • GPU: integrata Intel Graphics 200
  • Schermo: 10" LCD IPS multitouch capacitivo con risoluzione FullHD di 1920x1080px a 300 Lumens
  • Controller touch: Goodix Touch HID
  • Audio: 2 speaker HD Audio
  • Memoria: 4 GB DDR3L (Single Channel)
  • Storage: 64 GB eMMC
  • Fotocamera:
    • Posteriore: 5MP (senza flash)
    • Anteriore: 2MP
  • Espansioni: micro SD fino a 128GB
  • Porte: Porta MicroUSB 2.0, USB 3.0 Type-C, porta MicroHDMI, ingresso audio, slot MicroSIM
  • Networking: WiFi 802.11b/g/n/ac dual-band (2.4GHz/5GHz), Bluetooth 4.0 (LE), LTE (Fibocom)
  • Batteria: 8000mAh (autonomia stimata di 4 ore)
  • Sensori: accelerometro (G-Sensor)
  • Alimentazione: via microUSB o tramite alimentatore 5V/2A
  • Dimensioni: 167.30x261.80x8.75mm
  • Peso: Tablet (594gr), tastiera (567gr), Tablet+tastiera (1161gr)
  • Sistema operativo: Windows 10 + Android 5.1 (Remix OS 2.0)

Design

La cosa che subito salta all’occhio una volta scartato e-tab Pro è la cover silver ed il contrasto cromatico con il taglio diamante dei bordi, che incornicia un corpo solido e compatto in lega di magnesio e alluminio. Nella parte posteriore, lungo il bordo, è presente una banda nera in plastica che nasconde le antenne e assorbe qualche impronta di troppo, di fatto rovinando la continuità del design.

La cover in metallo svolge anche il ruolo di "etichetta" del tablet perché su di essa sono impressi il nome del prodotto, il logo Intel, la scritta "Designed by Microtech Srl in Italy", gli indispensabili codici di riconoscimento e marchi e persino una dettagliata descrizione delle interfacce allineate lungo il lato sinistro del device: audio jack, microHDMI, foro del microfono, microUSB, USB type-C, microSD e microSIM.

Microtech e-tab Pro nella configurazione notebook, agganciato alla tastiera dock 

La costruzione generale è di buon livello, ma devo segnalare delle piccole criticità imputabili, a mio avviso, non tanto alla qualità dei materiali impiegati (alluminio e magnesio) quanto alla mancanza di un rinforzo nella parte posteriore del tablet, che, se sollecitato a flessione, provoca la comparsa di quelle piccole onde sullo schermo che chiamiamo "effetto goccia". Questi disturbi spariscono con una presa a due mani del tablet o con l’uso in configurazione notebook.

L’assemblaggio è preciso in ogni sua parte, la cerniera per collegare la parte tablet alla tastiera è granitica e dovrete far ricorso a tutta la vostra forza per riuscire a dividere le due parti, quindi non abbiate paura a sollevare e-tab Pro dallo schermo perché la cerniera terrà la dock saldamente ancorata.

Dettaglio della cerniera della tastiera e-keyboardIl connettore fisico per l'aggancio della tastiera dock

Il layout della tastiera, sebbene a prima vista possa sembrare eccessivamente ridotto, garantisce una velocità di scrittura molto elevata, merito anche del feedback alla pressione dei tasti, ben distanziati e con una corsa soddisfacente. Il tasto Invio è davvero molto piccino ma non per questo scomodo; dopo qualche ora di scrittura vi sarete ampiamente abituati a digitarlo con il mignolo della mano destra e supererete questo ostacolo.

Dettaglio della tastiera

La cosa che non mi ha convinto della tastiera è il touchpad, che è molto ampio ma non sempre facilita l’utente nelle operazioni quotidiane. Più di una volta non recepirà i vostri comandi a tocco e dovrete fare ricorso al click del bottone meccanico, appagante ma rumoroso. La possibilità di sfruttare delle gesture predefinite si scontrerà con alcuni tocchi involontari, che, principalmente su Remix OS, vi tedieranno durante la navigazione browser facendovi ridimensionare, il più delle volte, la scheda in cui stavate navigando. Personalmente penso che questo touchpad raggiunga la sufficienza ma non riesca a star dietro alla buona tastiera limitando la velocità operativa dell’utente.

Piccola particolarità è il rivestimento gommato presente sul fondo della tastiera che protegge dai raschi e dagli urti, migliora la presa e restituisce una sensazione al tatto davvero molto piacevole. Ha anche una valenza estetica perché costituisce una variazione cromatica che interrompe l'uniformità della scocca.


Dual-OS Android Remix + Windows 10

Microtech e-tab Pro LTE punta sulla versatilità per intercettare i bisogni di un'ampia platea di utenti. Il suo pubblico d'elezione è composto da docenti e studenti che possono trarre vantaggio dalla presenza della tastiera e di una penna con riconoscimento dei livelli di pressione, ma è adatto praticamente a tutti, anche ai professionisti che lavorano in mobilità grazie alla connettività mobile broadband integrata.

È un computer assai duttile come dimostra anche la presenza di una doppia piattaforma software su cui lavorare od intrattenersi. Remix OS (nella sua seconda versione) garantisce immediatezza e semplicità d’utilizzo grazie ad un ambiente Android riadattato per un uso a finestra, anche se piccoli rallentamenti, incertezze o veri e propri blocchi del sistema sono presenti sporadicamente, relegando questo OS ad un uso più ricreativo che professionale. Vi troverete molto bene anche con l’apertura di dispense PDF, file Word o PowerPoint e questo è un valore aggiunto per il segmento education (scuole o università).

La connettività LTE su Remix OS ci ha lasciati inizialmente un po' disorientati. Non c'è un'icona per l'indicazione della portata del segnale 3G-4G e la relativa sezione del menù delle Impostazioni è nascosta sotto la voce Utilizzo Dati. Cliccando sull'icona Utilizzo Dati si apre una finestrella che oltre a fornirci l'indicazione del traffico dati mobile consumato ed il dettaglio per ogni singola app, contiene anche uno switch per abilitare la connettività mobile. Quindi devo correggere quanto detto nella videorecensione, c'è la connettività mobile anche su Remix OS ma meriterebbe sicuramente qualche attenzione in più sul profilo dell'interfaccia e della user experience.

Vi ricordo che potete scegliere Android 5.1 Lollipop in versione vanilla come alternativa a Remix OS in fase d'acquisto o che comunque potete cambiare l'OS anche in un secondo momento utilizzando "Intel Plaform Flash Tool Lite" come descritto in questa guida. Dovrete seguire la stessa procedura per eventuali update di Android o Remix OS perché non ci sono aggiornamenti OTA.

Se avete bisogno di un sistema operativo più maturo e adatto alla produttività, potete selezionare (all’avvio o direttamente da Remix OS) Windows 10, che vi garantirà una produttività più sostenuta ma un’immediatezza più limitata.
È precaricato tutto il pacchetto Office, potrete navigare con una decina di tab aperte sul browser senza problemi di sorta, ma dovrete fare i conti con il processore, quel Intel x5-Z8300, a cui non potrete chiedere di gestire programmi complessi come la suite Adobe od Autodesk.


Schermo

Il display montato sul nostro e-tab Pro è un Panasonic VVX10F034N00 con tecnologia IPS-Pro rapporto di contrasto di 800:1 e accreditato di un valore di luminanza di 400 candele. Caratteristiche che coincidono con quelle riportate sul sito di Microtech con la sola eccezione della luminanza, che a detta della Casa italiana sarebbe di 300 lumen.

Forse la differenza fra i due dati si spiega con l'aggiunta di uno strato protettivo e oleofobico 10-20 nm anti-ditate ed anti-graffio, applicato sul display. Comunque il nostro spettrofotometro XRite ha misurato un valore di luminanza di picco di 333 cd/m² superiore alle aspettative. Una bella sorpresa!

Lo schermo da 10.1" ha una luminanza superiore alle aspettative

Lo schermo completa un quadro multimediale di buon livello che vi assicurerà, nel caso vogliate usarlo per la visione di video YouTube o Netflix, una piacevolezza nella visione molto alta. I colori dello schermo sono molto naturali e la risoluzione è fra le più elevate nel mercato dei dieci pollici, che solitamente montano unità meno risolute.

Audio

Dal punto di vista della riproduzione musicale, e-tab Pro si comporta abbastanza bene con le cuffie in-ear comprese all’interno della confezione di vendita, mentre le casse altoparlanti, ben posizionate sui lati in modo tale che non vengano mai ostruite dalle mani dell'utente o dalla tastiera dock, restituiscono un suono privo sia di alti che di bassi diffondendo nell’ambiente un audio abbastanza lontano e poco cristallino.

Gli altoparlanti sono sufficienti come altezza del volume ma gravemente insufficienti per la qualità generale di riproduzione. Sono sconsigliati per l’ascolto di musica ed appena accettabili per la visione di film, video YouTube o videoconferenze. Si tratta comunque di un inconveniente assai comune su questo genere di tablet perché lo spessore ultrasottile del telaio non permette di alloggiare speaker di buona qualità.


Penna e digitalizzatore

Microtech dà la possibilità di abbinare a questo e-tab Pro la penna e-note (39 euro IVA inclusa). La costruzione dell’accessorio è molto buona, possiede una punta in plastica rigida nera non sostituibile e due tasti programmabili a proprio piacimento o in relazione al programma in cui la vorremo usare ed è alimentata da una batteria 1.5V AAAA (due le pagherete sui 4-5 euro ed una batteria dovrebbe durarvi 12 mesi di utilizzo quotidiano).

Lo stilo riconosce 512 livelli di pressione ed è dotata di funzionalità tipiche delle penne attive. Non c'è un digitalizzatore dedicato ma utilizza il controller del touchscreen marchiato Goodix per riconoscere l'input della penna, in una modalità simile a quella delle stylus Synaptics ed Atmel MaxTouch.
Questa soluzione non raggiunge il grado di precisione di quelle più blasonate marchiate Wacom ma vi permetterà di prendere appunti e di scarabocchiare qualche disegno senza che il palmo della mano vada ad interferire con le operazioni che andremo a fare con la penna.

La penna e-note è basata su tecnologia Goodix

Out of the box, potremo utilizzare la penna su Windows Hello o OneNote, mentre su Android troverete tre applicazioni pre-installate (Adobe Fill&Sign, Squid ed Autodesk SketchBook) che vi permetteranno di eseguire qualche schizzo. Sconsiglio di acquistare la penna per utilizzarla prevalentemente a scopo artistico perché, sebbene si comporti molto meglio di una comune penna capacitiva, tuttavia non riesce a seguire la velocità della nostra mano e quindi il disegno inseguirà il vostro tratto, che sarà tecnicamente irraggiungibile sia come precisione che velocità.
Questo vuol dire che il digitalizzatore si comporta male? No, solo che un disegnatore professionista o amatoriale necessita di strumenti più precisi di questa e-note, che riesce ad essere abbastanza accurata solo nella registrazione di note calligrafiche e, se pensate al prezzo a cui potete acquistarla, capirete che è comunque un valido traguardo.

Temperature ed autonomia

e-tab Pro non scalda in nessun tipo di condizione. Potrete giocare (si pensi ai tanti titoli disponibili su Android), scrivere, condividere i vostri contenuti su un televisore ed il tutto senza il rischio che il corpo in metallo diventi anche solo lontanamente tiepido.

Il nostro test di stress, che consiste nel forzare processore, GPU e memoria in full load continuativo per 20 minuti, ha fatto registrare temperature di soglia di 67 gradi sui sensori del processore, corrispondenti ad una temperatura massima percepita all'esterno dello chassis di 35° C nell'angolo superiore sinistro (misurata con termocamera Flir). Il telaio in metallo contribuisce efficacemente al raffreddamento di questo tablet che, vi ricordo, non ha ventole e quindi è assolutamente silenzioso.

Foto termica del Microtech e-tab Pro35° C di temperatura massima sullo chassis

Molto soddisfacente è anche l’autonomia: con un uso medio-intenso sono riuscito a coprire 6-7 ore (schermo sempre acceso, cinque o sei tab aperte su browser e Adobe PDF in esecuzione), mentre con un uso meno continuativo potrete coprire un giorno e mezzo o un week-end nel caso ve lo dimenticaste sul comodino/divano.


Test

Già sulla carta il processore Intel Atom X5-Z8300, Cherry Trail di prima generazione, non si annuncia come un mostro di potenza. Ed infatti i nostri benchmark sintetici ed analitici danno un resoconto abbastanza impietoso delle capacità di questo chip. Vi invito però a considerare i punteggi incasellati nelle tabelle seguenti cum grano salis, rapportandoli a quelle che sono le caratteristiche e le ambizioni dell'e-tab Pro.

Lo scopo è quello di avere una piattaforma hardware stabile e ben rodata, con un livello di prestazioni sufficiente per i più comuni task di produttività personale e con l'aggiunta di qualche feature multimediale per il tempo libero. E bisogna dare merito a Microtech di aver centrato l'obiettivo, seppure mantenendo un approccio un po' troppo prudente: si poteva optare per un Cherry Trail aggiornato come uno x5-Z8350 o x5-Z8550 con un lievissimo aumento dei costi ma con una apprezzabile incremento in termini di prestazioni.

Test Windows 10
SuperPi (single-threading)  1M 2M 4M 8M
47,316s 106,117s 245,116s 497,441s
7Zip (multi-threading)  8MB / 4 thread
4234 MIPS
CrystalDiskMark   Sequenziale QD32 Random 4K QD32 Sequenziale Random
Read Write Read Write Read Write Read Write
122,7MB/s 32,37MB/s 14,77MB/s 16,81MB/s 125MB/s 39,63MB/s 12,38MB/s 13,05MB/s
PCMark 8  Home Conventional Home Accelerated
992 pcmarks 1265 pcmarks

 

Test Android 5.1.1 – Remix OS 2- Numero build 5.1.1-B2016102001
Quadrant Totale CPU Memoria I/O 2D 3D
4260 1401 11200 5832 485 2381
Antutu Totale 3D UX CPU RAM
53201 12203 19467 17376 4155
Geekbench Single-core Multi-core
881 1993
Vellamo Browser Metal Multicore
3161 1227 1459
GFX Bench  Car Chase offs. Manhattan 3.1.1 offs. Manhattan 3.1 offs. Manhattan offs.  T-Rex offs.  Tessellation offs.  Texturing offs.  ALU 2 offs.
376,3 329,9 571,1 732,8 1274  1429  1470 MTexel/s  1197

 


Conclusioni

Potete scegliere fra due modelli base di Microtech e-tab Pro, WiFi-only o LTE, e personalizzarli in fase d'acquisto selezionando il sistema operativo preinstallato fra Windows 10 Home, Windows 10 Pro, Android L o Remix OS, anche in abbinata fra loro, oltre a poter aggiungere la tastiera dock e-keyboard e la penna e-note.

Le combinazioni possibili sono innumerevoli, ma condividono tutte la stessa piattaforma Cherry Trail con processore Intel Atom x5-Z8300 che è sì una soluzione a basso consumo energetico ma è anche assai modesta in termini di capacità computazionale.
Per uso Office o studio, questo convertibile 2 in 1 è davvero molto valido, se non la soluzione low-budget più interessante al momento. Sconsiglio invece l’acquisto se doveste usarlo esclusivamente per disegnare o ritoccare “on the go” foto e video (penso magari ad un fotografo o videomaker) perché i limiti prestazionali ci sono e vengono esasperati in condizioni di uso intenso delle risorse.

Microtech e-tab Pro agganciato alla tastiera dock

La connettività LTE su modulo M.2 Fibocom L831-EA è supportata e funziona senza particolari intoppi ma su Remix OS avrebbe bisogno di un'ottimizzazione lato UI; promosso anche l’uso con la penna e-note purché venga usata per appunti a mano libera e semplici disegni. La tastiera dock e-keyboard è opzionale, ma è assolutamente consigliata anche per chi la userebbe per scrivere soltanto i messaggi di posta elettronica.

Al prezzo di 409 euro (Windows 10 Home + Remix OS 2.0 + LTE) potete portarvi a casa un 2in1 completo, ben costruito e versatile ed il tutto con una garanzia italiana di 24 mesi ed assistenza assicurata entro cinque giorni con ritiro e riconsegna a casa del prodotto. Considerate anche che potete utilizzare il credito di 500€ della Carta del Docente o comunque, fino al 25 dicembre c'è uno sconto natalizio fra i 25 ed i 40 euro.

Commenti (0) 

RSS dei commenti
Scrivi un commento
Si deve essere connessi al sito per poter inserire un commento. Registratevi se non avete ancora un account.

busy