Home Recensioni Recensione LG G6 (H870) - Design e schermo

Recensione LG G6 (H870) - Design e schermo

Recensione LG G6Recensione di LG G6, il nuovo smartphone flagship di LG che inaugura il trend degli schermi ultra-wide 18:9 ma allo stesso tempo è caratterizzato da scelte prudenti in tema di design e dalla rinuncia al concept modulare di LG G5. Confronto video con il suo concorrente diretto, Samsung Galaxy S8.

Design e schermo

Faccio coming out: la colorazione Ice Platinum è bellissima. Frontalmente il color platino riflette la luce tanto da sembrare una superficie a specchio, mentre nella parte posteriore la trama spazzolata immersa in un vetro Corning Gorilla Glass 5 dona una finitura premium a tutta la scocca. Il frame laterale ha una lavorazione satinata in contrasto con la lucentezza della colorazione.

Memore delle difficoltà riscontrate dal G5, LG ha deciso di untare su un design meno coraggioso ed eccentrico per il G6. Il design modulare viene completamente accantonato in cambio di un telaio monoblocco che non lascia spazio a nessun upgrade o espansione da parte dell'utente. Il risultato è uno smartphone meno estremo, che riesce a incontrare facilmente i gusti di un'ampia platea di potenziali acquirenti, nel quale l'unico vezzo è il formato 18:9 dello schermo.

LG G6 è stato uno dei primi smartphone in formato 18:9

Le interfacce sui lati sono assolutamente standard: c'è un jack audio da 3,5mm sulla parte alta per collegare gli auricolari ed una porta USB-C sul fondo.

C'è una porta USB type-C sul fondo con Quick-Charge

La doppia fotocamera posteriore è realizzata a filo con la scocca posteriore e, sommata all’assenza di tasti fisici frontali, offre un’esperienza visiva minimale ed elegante. Lo schermo, unico protagonista della parte anteriore del device, ha i bordi stondati ed un’impercettibile cornice nera attorno all’unità che, essendo a laminazione completa, sembra sia quasi stampata. L’altissima densità di pixel presente su questo display è appagante: la luminosità (500nit) è perfetta per l’uso sotto fonti dirette di illuminazione, il sensore di luminosità funziona in modo preciso (e non come su Galaxy S8 che tende a tenere la luminosità troppo bassa per i miei occhi), mentre l’immersività di questa soluzione LG è discreta ma non si avvicina minimamente a quella messa a disposizione da Samsung. Lo spettrofotometro X-Rite conferma l'analisi visiva, rilevando una luminanza massima di 474 candele, molto vicina al valore massimo teorico dichiarato dal produttore.

Cover posteriore in vetro e dual-camera

Nella recensione di Samsung Galaxy S8 affermavo di trovarci davanti al display più bello del mercato e, alla luce della mia prova con LG G6, posso tranquillamente confermare le mie impressioni. I colori sono ben equilibrati anche se forse leggermente troppo freddi.


Commenti (0) 

RSS dei commenti
Scrivi un commento
Si deve essere connessi al sito per poter inserire un commento. Registratevi se non avete ancora un account.

busy