Home Recensioni Recensione Doogee Mix - Design, display e dual-camera

Recensione Doogee Mix - Design, display e dual-camera

Recensione Doogee MIXLa parola d’ordine di questo 2017 è “senza cornici”! Doogee Mix è il nuovo smartphone della casa cinese che punta tutto su un comparto tecnico di buona fattura confezionato all’interno di un corpo borderless ma dal peso non proprio contenuto.

Design, schermo e fotocamera

Il design, ammettiamolo, è l’ago della bilancia che dovrebbe far scegliere questo dispositivo rispetto a uno di pari valore nella stessa fascia di prezzo. La colorazione che ho testato è quella blu e devo ammettere che è terribilmente bella!

La doppia superficie vetrata attira un bel po’ di ditate (se foste sensibili alle superfici piene di aloni, vi sconsiglio di andare a scollare le pellicole che proteggono i due fronti), ma quando è del tutto libera da macchie strega lo spettatore grazie ad una serie di giochi di luce e riflessi impagabili. Nota leggermente stonata è l’estetica della doppia fotocamera posteriore, che non solo è sporgente, ma è rimarcata da un doppio anello concentrico che trovo ridondante e autoreferenziale. Il frame laterale è tono su tono con una lavorazione sabbiata e finitura opaca. Lo adoro!

Doogee MIX design

Doogee MIX Doogee MIX bordo

Lo schermo è un sorprendente Super AMOLED: ha colori molto carichi e una luminosità molto alta che permette l’uso all’aria aperta con occhiali da sole, ma ha una definizione anacronistica su questo taglio di schermo. Il pannello ha una risoluzione di 1280 x 720 pixel, 267DPI ed ha un nero assoluto. Non dico sia un brutto display, ma avere una definizione più alta, a oggi, non è una scelta ma un vero e proprio obbligo. I colori sono settabili con l’applicazione MiraVision, ma restano sempre troppo contrastati e in alcuni video YouTube la calibrazione colore risulta sin troppo lontana da una tavolozza reale.

La fotocamera è semplice e veloce da usare, peccato che, come spesso accade, l’interfaccia non sia al 100% in italiano. La velocità di scatto è altissima e non rallenta con il calare della luce. Mi ha stupito per le foto punta e scatta in notturna: è al solito presente un bel po’ di grana a video, ma trascurabile se paragoniamo i risultati a quelli ottenuti con altri smartphone.

La doppia ottica permette sia di applicare un ingrandimento sia di percorrere la strada della maggiore o minore profondità di campo. L’effetto è meno artificioso della concorrenza, ma non mi convince come nella famiglia Honor o Huawei.

Doogee MIX design

I selfie sono abbastanza buoni, mentre i video prodotti dalla fotocamera principale sono alla ragguardevole risoluzione di 3840 x 2160p UHD. Tanti pixel per molti potrebbero non essere importanti, ma a me fa piacere avere questa opzione all’interno del software fotografico. La stabilizzazione è deludente, anche se inserirne una ottica avrebbe di certo inciso sul prezzo finale di vendita, che è uno dei suoi più grandi pregi.


Commenti (0) 

RSS dei commenti
Scrivi un commento
Si deve essere connessi al sito per poter inserire un commento. Registratevi se non avete ancora un account.

busy