Home Recensioni Recensione Dell XPS 13 - Design e impressioni generali

Recensione Dell XPS 13 - Design e impressioni generali

Recensione dell'ultrabook Dell XPS 13Dell XPS 13 è indubbiamente uno dei più belli e riusciti esempi di ultrabook attualmente sul mercato: elegante e sofisticato nell'aspetto è però anche un valido compagno di lavoro. Test e valutazioni all'interno della nostra recensione.

Design e impressioni generali

Come già detto in apertura, Dell XPS 13 è forse uno degli ultrabook dal design e dalle soluzioni tecniche più particolari. Partiamo dalle linee, che sono tese, spigolose, diritte, quasi taglienti, ma con gli angoli fortemente smussati a formare un contrasto estetico di sicuro effetto. La cover, che al centro mostra soltanto il logo Dell cromato e incastonato nella superficie stessa, è infatti realizzata in alluminio satinato e ritagliata con macchine a controllo numerico da un unico blocco, così come il profilo in alluminio, che corre lungo l'intero perimetro dell'ultrabook. La precisione del taglio è talmente elevata che Dell parla di "diamond cut" per descrivere i bordi del suo ultrabook.

Il piano tastiera invece è in lega di magnesio, leggero e resistente al tempo stesso. Il fondo infine è in fibra di carbonio, un materiale che ha proprietà assimilabili a quelle dell'alluminio, ma è ancor più leggero. Palm rest e fondo inoltre sono di tipo soft touch, rivestiti cioè da un sottile strato di gomma che gli conferisce un grip migliore e protegge le superfici dal depositarsi di sporco e impronte digitali.

La cura dei particolari di questo notebook diviene particolarmente evidente se guardiamo il lato inferiore. Al suo centro infatti troviamo una piastra in alluminio che riporta i loghi XPS, Intel e Windows 7 e che serve a nascondere la licenza di Windows ed i marchi delle certificazioni.

Cover in alluminio del dell XPS 13

Interessanti poi anche le soluzioni adottate per il display. Quest'ultimo infatti è composto da un pannello da 13 pollici di diagonale, che gli ingegneri Dell sono riusciti a integrare in uno chassis da non più di 12 pollici, grazie all'eliminazione quasi totale della cornice. Il display infatti è di tipo frameless e presenta una copertura edge-to-edge molto bella da vedere, in Corning Gorilla Glass, il particolare vetro resistente a urti e graffi che abbiamo imparato a conoscere su smartphone e tablet e che ora è adottato in tanti altri device high-end per le sue proprietà (Dell è stato però uno dei primi PC vendor ad usare questo materiale per le finiture dei suoi portatili, facendone largamente uso sull'Adamo). Il pannello LCD forma così un blocco unico assieme al Gorilla Glass, consentendo di ridurre lo spessore della cornice e di conseguenza anche le dimensioni dell'intero telaio.

Lo sportellino in alluminio che cela la licenza di Windows sul fondo in fibra di carbonio

Sulla sommità della cornice attorno al display inoltre c'è anche un sensore di luminosità che consente la regolazione automatica dell'intensità sia della retroilluminazione del display stesso che della tastiera. Nonostante gli ingombri ridotti, Dell è riuscita comunque ad integrare una porta USB 2.0 con funzione Power Charge, ossia alimentata anche col notebook in stand-by, una nel nuovo e più veloce standard 3.0, un'uscita video digitale miniDisplayPort e un jack audio combo per cuffie e microfono.

Lo schermo del Dell XPS 13 ha un rivestimento in vetro Gorilla Glass di tipo edge-to-edge

Molto bella e funzionale anche la tastiera, di tipo chiclet e dotata di retroilluminazione a LED bianchi, con i tasti a isola dalla superficie concava per meglio accogliere i polpastrelli in fase di digitazione e caratterizzati da una forma arrotondata, tipica delle tastiere Dell. Il touchpad infine è molto ampio e presenta una superficie in vetro satinato, con i due tasti funzione integrati direttamente al di sotto della membrana sensibile.

Insomma, il Dell XPS 13 è sicuramente un device che non passa inosservato ma che anzi è in grado di conferire a chi lo possiede quelle qualità di eleganza e ricercatezza che lo contraddistinguono.


Commenti (16) 

RSS dei commenti
...scusate eh...ma io di questo ultrabook so' vita, morte e miracoli...sto solo aspettando che cali un pochino di prezzo per acquistare la versione i7!

Il pannello è da 14'' in un chassis da 13''! smilies/wink.gif  
Salvati

Salvati

giugno 02, 2012

no è un 13 pollici sicuro nel telaio di un 12 pollici
il prezzo è già sceso seppure di poco, 50 euro rispetto a qualche settimana fa  
Dgenie

Dgenie

giugno 03, 2012

Si, si, infatti pardon...mea culpa...ho fatto confusione con il modello 14z! smilies/grin.gif

Anyway, ho notato il calo del prezzo ma è ancora pochino...quando, a metà giugno, usciranno i nuovi ultrabook con Ivy bridge, allora si che il calo sarà preponderante e giungerà il momento di acquistare! ^^

smilies/cool.gif  
Salvati

Salvati

giugno 03, 2012

A quando una bella recensione del nuovo sistema ultrabook XPS 14? smilies/grin.gif  
Salvati

Salvati

luglio 08, 2012

volentieri se riusciamo a procurarcene uno  
Staff

Staff

luglio 08, 2012

Speriamo, allora! smilies/grin.gif  
Salvati

Salvati

luglio 08, 2012

Avete notato che tra il tasto ALT e CTRL a lato dei tasti cursore manca il tasto per il menu contestuale?  
kalagan_75

kalagan_75

luglio 09, 2012

Pensa che io, prima di leggere la tua nota, non ne avevo mai notato la sua presenza sulla tastiera del mio notebook! Alla fine è come premere il tasto sinistro del mouse, ne più ne meno. Per me la sua assenza non inficia assolutamente.  
Salvati

Salvati

luglio 09, 2012

Mi rendo conto che non è uno dei tasti più usati... e che c'è gente che, piuttosto di usare la tastiera del portatile, preme i tasti col mouse su una tastiera virtuale sullo schermo... tuttavia mi ha fatto strano... Per me è una mancanza: io faccio il sistemista e uso il menù contestuale abbastanza spesso.  
kalagan_75

kalagan_75

luglio 09, 2012

bravo, ottima capacità di osservazione
m'era completamente sfuggito questo particolare  
Dgenie

Dgenie

luglio 09, 2012

Grazie Dgenie. Il layout di tastiera è uno degli aspetti che viene più sottovalutato... ma che in realtà, per una certa tipologia di utenti, fa la differenza tra usare il pc e perdere tempo a cercare i tasti o a correggere errori di battitura. Al momento, secondo me, la tastiera migliore (per gli ultrabook) è quella del Toshiba Z930 (o Z830). La più "rischiosa" è quella degli ultrabook Asus che hanno sostituito il tasto DEL con quello di accensione (?!?)  
kalagan_75

kalagan_75

luglio 09, 2012

Certo! Ognuno ha le proprie esigenze! smilies/wink.gif

Cmq, l'eliminazione del teasto DEL è una cosa parecchio grave! smilies/shocked.gif  
Salvati

Salvati

luglio 10, 2012

Se mi permettete, vorrei esprimere un commento su questo ultrabook in base alle immagini e al video. Dell è uno dei marchi che preferisco in assoluto. Fanno degli ottimi prodotti, soprattutto lato business e, per il mestiere che faccio, so per certo che offrono un servizio di supporto ottimo oltre che ad una serie di soluzioni che non si trovano su altri prodotti (tipo l'openmanage client instrumentation).
Tuttavia, mi aspettavo di più da Dell con la serie ultrabook. Tempo fa si parlava del famoso Dell Adamo e della sua possibile "resurrezione" sotto forma di ultrabook. E quindi ero in attesa fiduciosa di un qualcosa fuori dagli schemi. Forse mi sono illuso troppo, ma seppure questo ultrabook sia veramente bello esteticamente, non fa impazzire: per 1149 euro (a partire da) mi aspettavo almeno il classico connettore di rete rj45 come pure un lettore di schede di SD. Non c'è nemmeno (da quanto posso capire dalle immagini) un led per capire l'attività dell'HDD o del power on o del wireless. Il display ha la classica risoluzione HD non particolarmente esaltante e, sarà forse per la sfigata immagine di sfondo del desktop, ma il display non mi sembra particolarmente luminoso. Non è possibile nemmeno scegliere un pannello con risoluzioni HD+ o FHD nel configuratore del sito in fase di aquisto. Per non parlare poi della tastiera monca di un tasto: almeno in altri ultrabook hanno "spostato" il tasto del menu contestuale come funzione supplementare nei tasti adiacenti. Dove sono, poi, le porte USB 3? Non lo so, questo portatile non mi convince del tutto e offre un rapporto prezzo/prestazioni non esaltante.  
kalagan_75

kalagan_75

luglio 10, 2012

Comprendo ciò che dici. Alcune mancanze, tipo slot per le schede SD e la porta RJ45, hanno lasciato imbarazzato anche me, ma d'altro canto la leggerezza, lo spessore davvero sottile e le dimensioni ridotte (è pari ad un ipotetico 12") non avrebbero permesso, proprio per questioni di spazio, l'inserimento di queste features. La porta USB 3.0 invece è presente sul lato destro dove c'è anche una serie di led che segnalano lo stato di carica della batteria. Il led power è presente, è situato sul bordo anteriore anche se lo avrei preferito integrato sul tasto di accensione e quindi avrei usato il led anteriore per l'attività dell'HDD.
Insomma qualche aggiustatina le meriterebbe anche, come dici tu, in considerazione del prezzo, che non è certo ridotto! Sul fronte opposto però, questo ultrabook ha delle prestazioni eccellenti per quello che è la sua categoria hardware, ben superiori ad altri ultrabook dello stesso range, merito di tanti piccoli accorgimenti che Dell ha saputo unire insieme, in primis con il performante SSD samsung MP830, che sulla versione top di gamma (quella da 1399,00 euro per intenderci) supera i 400MB/s in scrittura sequenziale.
Sul fronte luminosità, non credo ci sia molto da criticare...è nettamente superiore a molti altri concorrenti...ma perde di evidenza purtroppo in quanto lo schermo è rivestito da un gorilla glass che può essere solo che lucido ed in questo modo porta via parecchio vantaggio in termini di candele.
Insomma, alla fine dei conti si possono trovare tanti piccoli difetti da contrappore ai tanti aspetti positivi che questo device possiede...in casi cosi c'è solo da chiedersi quali di questi difetti siamo disposti a sopportare in cambio dei tanti piccoli pregi che possiede...insomma è il classico gioco della bilancia! Dipende sempre dalle esigenze personali e comunque il notebook perfetto non esisterà mai, nemmeno sul fronte Apple non dimentichiamolo! Ma questo non toglie che sia comunque una bella macchina e proporzionata al prezzo che costa...anzi molto migliore di altri concorrenti che sono su una fascia di prezzo simile...può entrare in competizione solo con lo Zenbook UX31 che suo malgrado ha anche lui alcune pecche.

Se poi vogliamo parlare di Ivy Bridge, al momento, molto interessante è il sistema XPS 14 pollici che arriva con un bel display da 400 nit e con risoluzione 1600 x 900 e gorilla glass edge to edge, aggiunti ad una durata della batteria che sfiora le 11 ore, slot SD, RJ45 e ad una doppia interfaccia SATA, mSATA (entrambe a 6GB/s) dove si potrebbe (soldi da spendere permettendo) inserire una bella coppia di SSD Samgung (256GB 830 + 256GB PM830) in modalità RAID 0! smilies/wink.gif
Vuoi che ti trovo una pecca anche qui? Il peso! 2,1 kg smilies/cry.gif Ma sta sempre alle esigenze dell'utente finale, se uno viaggia parecchio e non gli serve tutta sta potenza di hardware, è meglio andare a vedere altre soluzioni, altrimenti, a pari prezzo, con XPS 13, ci si può fare un bel pensierino, sempre considerando che in futuro ci si dovrebbe spendere soldini a parte per cambiare gli SSD! Ma intanto si gode di un sistema ibrido HDD 500GB + SSD (cache) 32 GB (Samsung PM830) che fanno avere bei risultati, uniti a 8 BG ram che, se uno usa programmi pesantucci come Autocad non sono poi così malaccio!

 
Salvati

Salvati

luglio 10, 2012

Grazie Salvati delle precisazioni.  
kalagan_75

kalagan_75

luglio 10, 2012

Prego, figurati! smilies/wink.gif  
Salvati

Salvati

luglio 10, 2012

Scrivi un commento
Si deve essere connessi al sito per poter inserire un commento. Registratevi se non avete ancora un account.

busy