Home Recensioni Recensione Acer Swift 7 - Comfort termico, batteria e conclusioni

Recensione Acer Swift 7 - Comfort termico, batteria e conclusioni

Recensione dell'Acer Swift 7, il notebook più sottile al mondoMettiamo sotto torchio il notebook più sottile al mondo, Acer Swift 7. Con uno spessore di meno di un centimetro, riuscirà a garantire una buona dissipazione delle temperature, una sufficiente autonomia della batteria e prestazioni convincenti?

Accessibilità, temperature e batteria

La fluidità generale di questo dispositivo mi è sembrata sempre ai massimi livelli nonostante io abbia usato un modello non definitivo e la volontà di Acer di costruire un prodotto solido ed efficiente traspare da ogni dettaglio della macchina. Molto comoda è la possibilità di accedere al vano batteria (tra l’altro disattivabile ache dall'esterno inserendo una graffetta nell'apposito forellino sul fondo del notebook), cosa che non solo vi permetterà senza troppi problemi di cambiare la batteria nel caso fra qualche anno si sia deteriorata, ma potrete così anche aggiornare la macchina, magari andando a sostituire la memoria interna per optare per una più capiente 512GB.

Le temperature (sebbene, lo ricordiamo ancora una volta, la nostra macchina di test sia solo un prototipo) sono abbastanza contenute, non le più basse che abbia avuto modo di constatare ma ininfluenti sull’uso del dispositivo. Dopo numerose ore di stress test fra benchmark e giochi si raggiunge una temperatura massima di 54° C misurata con la nostra termocamera Flir in un'area concentrata sulla parte alta della tastiera, in prossimità della cerniera dello schermo. La posizione è distante dalle mani dell'utente finale che percepirà solo un fievole tepore.

Termocamera: il calore si concentra sull'area fra tastiera e schermo54 gradi è la temperatura massima all'esterno del telaio

Ed ora arriviamo alla batteria: all’interno del corpo in alluminio è installata un’unità da 41,6Wh (2700mAh) che, se nominalmente sembra molto piccola, nei fatti garantisce con un uso misto quelle cinque o sei ore di utilizzo continuativo; se, invece, voleste mettere sotto stress il sistema, dopo sole quattro ore dovrete andare alla ricerca di una presa elettrica. Personalmente avrei preferito fosse installata una batteria molto più capiente che permettesse un uso medio sulle dieci ore, perché un dispositivo del genere nasce per la mobilità esasperata e come tale non può obbligare l’acquirente a restare nei pressi di una presa di corrente.

Mi è piaciuto il metodo con cui possiamo ricaricare il prodotto (USB Type-C) ma l’alimentatore è uno di tipo standard, cosa che cozza con lo spirito leggero e libero di questo Swift 7, a momenti peserà di più l’alimentatore che il notebook! Buona però la scelta di mettere in confezione un caricatore con cavo da due metri di lunghezza, almeno non dovremo stare incollati alla presa ma comodamente seduti alla nostra postazione occasionale.

Conclusioni

Che Acer sia in grado di tirare fuori dal cilindro notebook e convertibili 2in1 avveniristici e dal design accattivante, non ci sorprende. Recentemente abbiamo provato un tablet con tastiera cover con un inedito sistema di raffreddamento fanless, e il nostro test dello Swift 7, il notebook più sottile al mondo, è solo un'ulteriore conferma.

Acer continua ad essere un produttore di PC molto attento al prezzo, che è sempre accessibile ed alla portata di tutti, ma senza trascurare la qualità dei materiali e la rifinitura dei suoi prodotti, soprattutto sui modelli di punta che sono gli ambasciatori del brand, e che non solo sono diventati indubbiamente più solidi, ma anche molto più alla moda ed affascinanti.

Dettaglio del telaio in alluminio bicolore dell'Acer Swift 7

Acer Swift 7, in un corpo sottilissimo ed un peso contenutissimo, è una delle scelte da prendere in esame se si è un giornalista, blogger od editor e si ha la necessità di avere una tastiera veloce e comoda ma all’occorrenza un po’ di potenza supplementare, magari per il montaggio di un video.

Con il suo design tagliente e la sua elegante livrea oro-nero è anche una soluzione perfetta per il businessman o il lavoratore in mobilità che abbia bisogno di un notebook di prestigio da mostrare a partner commerciali e clienti. C'è anche un altro vantaggio: per chi viaggia in continuazione avere il bagaglio a mano leggero è indispensabile, e questa è una soluzione pratica per risparmiare almeno 500 grammi rispetto al vecchio PC portatile. Acer Swift 7 convince e lo fa con stile.


Commenti (0) 

RSS dei commenti
Scrivi un commento
Si deve essere connessi al sito per poter inserire un commento. Registratevi se non avete ancora un account.

busy