Home Recensioni Recensione ACER Aspire One D257

Recensione ACER Aspire One D257

Recensione del netbook Acer Aspire One D257ACER Aspire One D257 è un netbook classico, dotato di processori Intel Atom single o dual core, fino a 2 GB di RAM e doppio sistema operativo, Microsoft Windows e Google Android, per chi ha esigenze di mobilità e di un prodotto curato ma non è interessato al multimedia e vuole contenere al massimo i costi.

Abbiamo detto più volte di come i netbook, per uscire dalla crisi di vendite in parte causata anche dal successo commerciale dei tablet, debbano orientarsi su piattaforme hardware particolarmente performanti dal punto di vista multimediale ma che permettano al contempo di mantenere bassi i prezzi di tali dispositivi, in modo che il vantaggio in termini prestazionali e di supporto alle applicazioni Windows diventi concreto all'occhio dell'utente, ponendo il netbook in una categoria alternativa al tablet.

Questo è sicuramente vero, e ACER è stata tra le prime aziende a proporre prodotti, come l'Aspire One 522 e 722 che rispondevano a tale esigenza, essendo basati sulla nuova piattaforma AMD Fusion. Seppure il prezzo di tali netbook sia sempre molto contenuto è pur vero però che costano mediamente almeno 100/150 € in più rispetto a un netbook classico. Possono esserci quindi utenti che hanno l'esigenza di una grande mobilità, che solo un tablet o un netbook può offrire, ma che non sono interessati alle potenzialità multimediali offerte da entrambi e preferiscano quindi un device che sia sì realizzativamente curato, ma che abbia un prezzo assai contenuto.

Acer Aspire One D257

A questi clienti si rivolge il protagonista di questa recensione, ACER Aspire One D257, un netbook più classico, dotato di processore Intel Atom N455 single core o della versione dual core N570, fino a 2 GB di RAM DDR3, hard disk da 250 GB e sistema operativo Microsoft Windows 7 Starter Edition affiancato da Google Android come sistema Instant On. Leggero e compatto, solo 256,5 x 24 x 184 mm e un peso di 1.20 Kg per la versione con batteria a 3 celle o 1.3 kg per quella con batteria a 6 celle, l'ACER Aspire One D257 garantisce comunque una realizzazione impeccabile e dall'estetica piacevole, caratterizzata dal tipico Wave Design dei nuovi Aspire One e da un prezzo che varia a seconda della configurazione dai 219 ai 279 €, per offrire così una macchina facilmente trasportabile e dai costi contenutissimi.

Il netbook Acer Aspire One D257 fuori dalla confezione


Caratteristiche tecniche

In Italia sono commercializzate tre versioni, vediamole:

  • Display 10.1" LED CB / Processore Atom N455 1.66 GHz / Scheda grafica integrata / RAM 1x 1 GB DDR3 / HDD 1*250 GB / 802.11bgn / no Bluetooth / card reader 5-in-1 / batteria 3 celle 2200 mAh / Webcam CrystalEye integrata / Windows 7 Starter + Android. Prezzo consigliato, IVA inclusa: 219,00€
  • Display 10.1" LED CB / Processore Atom N455 1.66 GHz / Scheda grafica integrata / RAM 1x 1 GB DDR3 / HDD 1*250 GB / 802.11bgn / Bluetooth 3.0+HS / card reader 5-in-1 / batteria 6 celle 4400 mAh / Webcam CrystalEye integrata / Windows 7 Starter + Android. Prezzo consigliato, IVA inclusa: 249,00€
  • Display 10.1" LED CB / Atom Dual Core N570 1.66 GHz / UMA / 1x 1 GB DDR3 / 1*250 GB / 802.11bgn / Bluetooth 3.0+HS / card reader 5-in-1 / batteria 6 celle 4400 mAh / Webcam CrystalEye integrata / Windows 7 Starter + Android. Prezzo consigliato, iva inclusa: 279,00€

Come si vede dunque il modello giunto in redazione rappresenta la configurazione intermedia.

  • Processore: Intel Atom N455 1.66 GHz single core 45 nm (Pineview)
  • Southbridge: PCH Intel NM10 Express (Tiger Point)
  • Memoria: 1 GB DDR3 PC3 10700 @ 1333 MHz
  • Sottosistema grafico: Intel GMA 3150
  • HDD: Western Digital Scorpio Blue 250 GB 5400 RPM 8 MB Cache SATA 3.0 Gb/s
  • Display: 10.1" 1024 × 600 LED backlight
  • Webcam: 1.3 Mpixel CrystalEye
  • Porte: 1x VGA, 3x USB 2.0, 1x Line Out + 1x Line In, 1x RJ-45 LAN, 1x card reader 5-in-1 (SD/SDHC/MMC/MS/MS PRO), 1 x Kensington Lock
  • Connettività: 10/100/1000 Ethernet LAN, WiFi 802.11 b/g/n, Bluetooth 3.0+HS (opzionale a seconda della configurazione scelta)
  • Batteria: 6 celle Li-ion 4400 mAh 49 Wh
  • Sistema Operativo: Microsoft Windows 7 Starter
  • Dimensioni: 256.5 x 184 x 24 mm
  • Peso: 1.2 Kg con la batteria da 3 celle
  • Altro: alimentatore con cavo di alimentazione e due adattatori per le prese dei vari Paesi, batteria agli ioni di Litio a 6 celle da 4400 mAh

Packaging e Bundle

Nuova la confezione proposta da ACER, più compatta rispetto al passato e con una maggior attenzione all'ambiente (le parti interne sono infatti in cartonato semplice e non più colorato, cosa che aiuta a riciclare più facilmente il materiale, inquinando meno grazie a una minor quantità di pigmenti chimici). Esternamente il packaging appare molto curato, con una colorazione grigia e l'immagine a effetto di due netbook aperti e contrapposti, accompagnati dal classico breve elenco delle caratteristiche principali della macchina.

Unboxing dell'Aspire One D257

All'interno troviamo l'alimentatore esterno ACER MiniGo, caratterizzato dall'intercambiabilità della presa a muro (nella confezione ne troviamo infatti due di diverso tipo), il cavo e la batteria. Trattandosi di un esemplare di test per la stampa, mancano invece manuale, quick start guide e garanzia, che però saranno ovviamente presenti nelle confezioni destinate alla commercializzazione. Come sempre infatti ricordiamo che gli esemplari per la stampa possono differire per dotazione, bundle e packaging, dalle versioni che giungono poi sul mercato. Per maggiori approfondimenti vi indirizziamo alla nostra notizia dedicata all'unboxing.


Design e impressioni generali

Con gli ultimi modelli di netbook prodotti, ACER sta tentando di garantire una maggior uniformità stilistica ai propri portatili. Ecco quindi che anche nel caso dell'ACER Aspire One D257 ritroviamo due concept estetici fondamentali, già visti ad esempio per l'Aspire One 722: Wave DesignDesign a 360°. Il primo indica il particolare tipo di decorazione a rilievo presente sulla cover, delle onde concentriche che richiamano quelle che si formano quando una goccia cade su una superficie d'acqua.

Il secondo concetto invece rimanda allo sforzo dei designer di mantenere il fondo il più pulito possibile ed omogeneo al resto della scocca, in modo da offrire una maggior continuità, trasmettendo appunto la sensazione di una cura estetica a 360 gradi. Non sarà quindi più necessario dover "nascondere" il fondo, solitamente affollato di sportelli, griglie, viti ed etichette varie, ma si potrà invece mostrare con uguale soddisfazione il proprio dispositivo da qualsiasi angolazione, sicuri che sia sempre egualmente curato.

Acer Aspire One D257: profilo sinistro

I colori per il mercato italiano sono azzurro, nero, bianco e rosso. La finitura è di tipo IMR, lucida per la cover e la cornice interna del display, mentre piano tastiera e fondo sono opachi e di un colore grigio antracite. Le linee sono molto pulite e semplici, con angoli smussati e bordi arrotondati, mentre alcune modanature, come sul piano tastiera, aggiungono quel pizzico di dinamicità al tutto, che contribuisce a dare all'ACER Aspire One D257 un aspetto giovane e fresco.

Design 360°: anche il fondo ha uno stile sobrio e lineare

Sulla cover, oltre appunto al Wave Design, è presente soltanto il logo Aspire One, che domina la parte centrale della superficie disponibile. I materiali plastici impiegati sono di buona qualità, così come l'assemblaggio, preciso e privo di sbavature e scricchiolii fastidiosi.

Dettaglio del design del netbook Acer

Il piano tastiera, come vedremo meglio tra poco, presenta una tastiera ACER FineTip di tipo esteso. I prodotti ACER sono molto migliorati rispetto al passato anche su questo versante, per offrire non solo un'esperienza d'uso più confortevole e funzionale, ma anche una migliore robustezza e solidità. La tastiera infatti è molto meno prona a flessioni che spesso potevano risultare fastidiose.


Interfacce

La dotazione di porte dell'ACER Aspire One D257 è piuttosto standard per questo tipo di dispositivi. Essendo dotato di piattaforma Intel Atom infatti il netbook è ad esempio privo di un'uscita video digitale HDMI, non supportata nelle sue funzioni dal sottosistema grafico integrato Intel GMA 3150, cosa che conferma quindi come l'ambito multimediale non sia proprio quello di elezione di questo device. Per il resto troviamo tutto quello che ci si aspetterebbe su un netbook, con l'aggiunta dell'attacco di sicurezza Kensington Lock, non sempre presente su tutti i laptop..

Lato posteriore: Il lato posteriore è come sempre costituito dal bordo della batteria, inserita tra le due cerniere della cover. La batteria a 6 celle si integra perfettamente nel profilo del netbook, sporgendo leggermente soltanto sul fondo, dove forma un gradino che però contribuisce ad aumentare un po' l'angolo di inclinazione del piano tastiera, con evidente vantaggio per l'ergonomia e la comodità durante la digitazione. Asportando la batteria dal suo vano si può osservare la presenza di uno slot per SIM, cosa che fa pensare che, in futuro, potranno esserci anche versioni di ACER Aspire One D257 con connettività 3G opzionale.

Retro dell'Acer Aspire One D257

Lato sinistro: Qui troviamo il plug per l'alimentazione elettrica, la porta RJ-45 per la connessione alla LAN di tipo Ethernet, un'uscita video analogica VGA, una griglia per l'areazione interna e una terza porta USB 2.0.

Porte sul lato sinistro

Lato destro: Su questo fianco sono alloggiati invece il card reader 5-in-1 (SD/SDHC/MMC/MS/MS PRO) occupato da un placeholder, due jack per cuffie e microfono, due porte USB 2.0 e il foro d'aggancio per il lucchetto di sicurezza di tipo Kensington.

Porte sul lato destro

Lato anteriore: Il frontale si presenta molto sottile e rastremato, privo di qualsiasi interfaccia. Sotto al bordo si può notare la griglia che copre e protegge gli altoparlanti stereo di cui è dotato l'ACER Aspire One D257.

Fronte, si noti il motivo Wave Design sulla cover

Fondo: Come già detto si presenta stilisticamente omogeneo al resto dello chassis, caratterizzato quindi da un design pulito e lineare, anche se ovviamente la finitura non è quella della cover, quanto piuttosto del piano tastiera. Oltre alle due slitte per effettuare lo sgancio della batteria, ad alcune griglie di areazione e a quelle che proteggono gli speaker, non troviamo altro. La superficie è invece quasi interamente occupata da un grande sportello che consente un accesso facile all'hardware interno, permettendo così di effettuare comodamente qualsiasi operazione di upgrade o di manutenzione.

Acer Aspire One D257: apertura del pannello del fondo, motherboard e componenti


Processore, piattaforma e memoria

Come già detto, ACER ha scelto per il suo Aspire One D257 una piattaforma Atom Pinetrail tradizionale, basata su processori Intel Atom Pine View a 45 nm. A seconda della versione scelta troveremo o l'Intel Atom N570 o, come nel nostro caso, il modello N455, in entrambi i casi accoppiati al PCH Intel NM10 Express “Tiger Point”. La prima è una CPU di tipo dual core, con frequenza di 1.66 GHz e 1 MB di cache L2, mentre la seconda è single core, sempre a 1.66 GHz e con soli 512 Kb di cache di secondo livello.

Entrambe le soluzioni supportano le tecnologie Intel HyperThreading, che permette di utilizzare ciascun core fisico come due core logici, con evidente vantaggio per quei programmi che sfruttano il multithreading, e Intel Enhanced SpeedStep, che consente di diminuire sia il clock che la tensione, a seconda del carico di lavoro contingente, andando a migliorare quindi il risparmio energetico. È supportato anche l'ACPI 3.0, che con la modalità “deeper sleep” ottimizza ulteriormente i consumi. Non sono invece ovviamente presenti le tecnologie Intel per la virtualizzazione né il Turbo Boost per l'overclock dinamico o ancora quelle riguardanti la sicurezza, come Trusted Execution, con l'unica eccezione dell’Execute Disable Bit.

CPUz: Intel Atom N455

Nel nostro caso il processore Intel Atom N455, a causa del core singolo e dei soli 512 Kb di cache L2, oltre al fatto di essere basato come tutti gli Atom su una tecnica di esecuzione in-ordine, non può offrire che prestazioni modeste, anche se sufficienti a far girare il sistema operativo e i principali applicativi, ma questo lo vedremo meglio nella sezione dedicata ai test. Come sappiamo inoltre tutte le più recenti soluzioni Intel integrano anche il controller di memoria e il processore grafico Intel GMA 3150, mentre il PCH Intel NM10 Express “Tiger Point”, che gestisce principalmente le porte di I/O e l'audio, è collegato tramite Intel DMI (Direct Media Interface), un'interfaccia con banda passante di 2.5 Gtransfer/s.

L'ACER Aspire One D257 viene fornito con 1 GB di memoria DDR3, in un singolo modulo SoDIMM prodotto da Kingston. I processori Atom, infatti, pur avendo le estensioni a 64 bit, non possono gestire più di 2 GB di memoria su singolo canale. La memoria è quindi espandibile, ma sarebbe necessario sostituire il modulo già presente, invece di affiancargliene un altro della stessa capacità.    

  • Part Number: Kingston ACR128X64D3S1333C9
  • Module Size: 1 GB
  • Module Type: SO-DIMM
  • Memory Type: DDR3 SDRAM
  • Memory Speed: DDR3 PC3 10700 (667 MHz)
  • Module Width: 64 bit
  • Error Detection Method: None
  • Memory Timings:
  • @ 609 MHz 8-8-8-22  (CL-RCD-RP-RAS) / 30-68-4-10-5-5  (RC-RFC-RRD-WR-WTR-RTP)
  • @ 533 MHz 7-7-7-20  (CL-RCD-RP-RAS) / 27-59-4-8-4-4  (RC-RFC-RRD-WR-WTR-RTP)
  • @ 457 MHz 6-6-6-17  (CL-RCD-RP-RAS) / 23-51-3-7-4-4  (RC-RFC-RRD-WR-WTR-RTP)
  • @ 380 MHz 5-5-5-14  (CL-RCD-RP-RAS) / 19-42-3-6-3-3  (RC-RFC-RRD-WR-WTR-RTP)

Audio e video

L’audio è gestito dal codec ALC269 di Realtek integrato nel PCH e rispondente alle specifiche High Definition Audio e al Windows Logo Program 3.10. Sufficienti i livelli di volume ottenibili e la qualità generale, anche se le dimensioni e la bassa potenza dei due speaker non permettono di ottenere grandi risultati, specialmente se si cerca di vedere un video o un film. L'audio di cui è dotato l'ACER Aspire One D257 è comunque in linea con altri prodotti della stessa categoria, ma le performance multimediali continuano a essere il principale tallone d’Achille dei netbook, almeno per quanto riguarda l'Alta Definizione.

L'acceleratore grafico integrato nella CPU Intel Atom N455 è il classico Intel GMA 3150, un processore pensato principalmente per aumentare il risparmio energetico, ma che non offre prestazioni di rilievo. Si tratta infatti sostanzialmente di una versione rivista e corretta del GMA 3100 che si trova solitamente nei notebook, ma rispetto al quale è privo di motore di decodifica hardware dei video HD. Questa assenza, unita allo scarso supporto sia alle API DirectX (solo fino alla versione 9) che OpenGL (fino alla versione 1.4), lo limitano dunque fortemente quando si tratta di riprodurre contenuti video in Alta Definizione, già a 720p, o di far girare applicazioni 3D. Come abbiamo però detto all'inizio, ACER ha già a listino altri netbook più performanti da questo punto di vista, mentre l'Aspire One D257 si propone più come scelta economica per chi ha bisogno di un device compatto e dalla lunga autonomia, ma non è particolarmente interessato alle funzioni multimediali.

GPUz

Il monitor è un LCD Samsung LTN101NT05-A01 con rapporto di 16:9, risoluzione di 1024 x 600 pixel e diagonale di 10.1 pollici, con retroilluminazione a LED. Il display è molto valido, presentando caratteristiche tecniche migliori di quelle mediamente riscontrabili su altri prodotti equivalenti. Se infatti la luminanza di 200 cd/m è piuttosto comune, altrettanto non si può dire per il valore del rapporto di contrasto, che ammonta a 1000:1, assicurando quindi una buona leggibilità dei contenuti a schermo, una caratteristica che sarà sicuramente apprezzata da chi appunto acquistasse l'AAO D257 più per lavoro che per intrattenimento.

Buona la resa cromatica, con colori saturi e brillanti, anche grazie al tipico trattamento glossy dei monitor consumer, che ACER chiama CrystalBrite, che riesce anche a contenere i riflessi entro una soglia accettabile. Il comparto audio-video è completato da due speaker integrati e da una webcam ACER CrystalEye da 1.3 Mpixel.


Tastiera e touchpad

La tastiera è di tipo esteso e copre oltre il 90 % della superficie della base. I tasti sono a isola, ma il design, che ACER chiama FineTip, è un po' diverso da quello solito, poiché i tasti, dalla superficie piatta, sono molto ravvicinati tra di loro, al fine di aumentare la superficie di contatto con i polpastrelli e garantire così una digitazione veloce, efficiente e priva di errori di battitura.

Come sempre sotto la barra spazio troviamo il touchpad, di dimensioni standard per questo tipo di form factor. L'ACER Multi Gesture offre pieno supporto a tutti quei comandi a più dita come lo scrolling verticale o lo zoom a cui siamo ormai abituati grazie agli smartphone e ai tablet e che offrono effettivamente un'interazione più veloce e naturale con le interfacce dei diversi programmi e dello stesso sistema operativo.

Tastiera Acer FineTip e touchpad

La superficie offerta è sufficientemente ampia e permette una buona precisione di puntamento. I due pulsanti di selezione sono invece racchiusi nella classica barra a bilanciere, con finitura lucida che, se da un lato rappresenta una valida soluzione estetica, non sempre risulta ergonomicamente altrettanto efficace, a causa della difficoltà di individuare  e distinguere i due pulsanti al solo tocco, quando non si può distogliere l'attenzione dal display e si avrebbe la necessità di trovare al volo il tasto che ci serve.

Particolare del touchpad multitouch


Hard Disk

L'Aspire One D257 è equipaggiato con un’unità hard disk Western Digital Scorpio Blu da 2.5 pollici con spessore di 9.5 cm, velocità di rotazione di 5400 RPM, buffer dati da 8 MB e interfaccia Serial ATA II 3Gb/s. La capienza è di 250 GB, accettabile per un dispositivo ultramobile come un netbook, specialmente se non vi si devono svolgere attività multimediali, come in questo caso.

Complessivamente buone le prestazioni evidenziate con HDTune. L'andamento della curva è infatti abbastanza omogeneo e privo di picchi negativi o positivi troppo accentuati e anche il transfer rate medio è allineato ad altri dispositivi di questo tipo, tuttavia l'access time è un po' elevato. Presente come su altri netbook l'utile card reader 5-in-1 (SD/SDHC/MMC/MS/MS PRO), che permette di interfacciarsi con tutte le memorie esterne tipiche dei diversi dispositivi hi-tech che ormai popolano la nostra quotidianità, come smartphone, macchine fotografiche etc.

HDTune

Reti

ACER Aspire One D257 nella versione giuntaci in redazione offre una varietà di connessioni abbastanza ampia, che comprende sia la rete Ethernet LAN 10/100 che il WiFi 802.11n, oltre al Bluetooth 3.0+HS. La LAN è gestita dal controller Realtek RTL8139/810x Gigabit Ethernet su PCI-E, mentre la connessione WiFi è gestita dal chipset Atheros AR9285. Come su tutti i propri notebook, ACER integra poi le sue soluzioni ACER SignalUp e Nplify.

La prima, grazie all'adozione di speciali antenne PIFA (Planar Inverted-F Antenna) e alla loro sistemazione alla sommità della cover, garantisce connessioni più stabili e performanti rispetto a quelle offerte dai normali portatili, in quanto meno soggette ai disturbi generati all'interno dello chassis e in grado di produrre un segnale il cui campo ha una forma sferica tridimensionale molto regolare, che assicura così un segnale ominidirezionale particolarmente stabile e con un'area doppia rispetto ad antenne con superficie bidimensionale, come le IFA o le MLA. Nplify invece indica la tecnologia InviLink che permette l'uso di antenne multiple di tipo MIMO (Multiple Input, Multiple Output), che garantiscono un segnale particolarmente potente e stabile.


Batteria e temperature

L'esemplare in prova era dotato della batteria estesa a 6 celle e 4400 mAh 49 Wh. Come sempre abbiamo utilizzato il software BAPCO MobileMark 2007 per testare le prestazioni della batteria. Il programma è stato come sempre impostato sullo scenario Reader, mentre il netbook è impostato su un profilo di risparmio energetico particolarmente parco di consumi, pur mantenendo al massimo la luminosità del display, al fine di non compromettere la leggibilità del display e di conseguenza l'usabilità del device da parte dell'utente.

In questa modalità l'AAO D257 ha raggiunto ben 427 minuti, ossia circa 7 ore di autonomia. È un risultato incontrovertibile. Osservando infatti il rapporto tra le autonomie fatte segnare dall'ACER Aspire One D257 e quelle ottenuti da altri netbook, sia con piattaforma AMD che Intel, è evidente anzitutto che le APU AMD attualmente offrono un'autonomia inferiore rispetto alle controparti Intel, a causa di un TDP mediamente più elevato, sebbene la cosa sia ampiamente compensata da prestazioni nettamente superiori, soprattutto in ambito multimediale. Tuttavia per chi avesse necessità di autonomie maggiori a scapito delle prestazioni pure, l'Intel Atom resta al momento ancora la scelta migliore.

Batteria a 6 celle

L'unica eccezione è rappresentata dal portatile Toshiba che ha fatto segnare quasi un'ora e mezza in più, nonostante fosse equipaggiato con la APU AMD C50 che ha un TDP di 9 W contro i soli 6.5 W di questo Intel Atom N455. Il dato è però giustificato dalla batteria ancora più capiente (5300 mAh e 61 Wh), ma è probabile che anche la qualità dei programmi di gestione dei profili energetici giochi il suo ruolo. In ogni caso l'autonomia offerta dall'ACER Aspire One D257 è oggettivamente molto valida e andrà più che bene per qualsiasi utente che necessiti di mobilità e autonomia, a scapito delle pure prestazioni.

Passando al test di rilevamento delle temperature sotto stress, ottenute come sempre con il Test di Stabilità di Sistema di AIDA64, possiamo dire ancora una volta che i risultati ottenuti dall'Acer Aspire One D257 sono molto positivi. Il processore si è infatti assestato attorno ai 70°C, mentre l'hard disk si è fermato attorno ai 38° C, valori allineati con la media di quelli ottenuti normalmente dai netbook e che ci dicono che sia il dissipatore che la ventola sono efficienti e ben dimensionati in rapporto alle esigenze di smaltimento del calore delle componenti interne e dello spazio disponibile per il ricircolo dell'aria, solitamente molto limitato in questo genere di device.

Temperature


Test

Le prestazioni generali del processore Intel Atom sono ormai ben note, vista la presenza massiccia di questa CPU sul mercato dei netbook da ormai alcuni anni. La versione single core N455 da 1.66 GHz che equipaggia questo modello dell'ACER Aspire One D257 non poteva quindi riservare sorprese, ci limiteremo quindi a verificarne l'allineamento con i risultati attesi.

Partiamo come sempre dal benchmark sintetico integrato nel sistema operativo Microsoft Windows 7, dal quale rileviamo un punteggio di 2.4 per la CPU e rispettivamente di 2.9 e 2.6 per le voci Graphics e Gaming Graphics. Se gli ultimi due sono generalmente allineati a quelli ottenuti dagli altri Atom, con qualche discrepanza per quanto riguarda la seconda voce, dovuta probabilmente a driver differenti e alla tolleranza del test stesso, il punteggio attribuito alla CPU può sembrare ancora più basso del normale, ma va ricordato che in questo caso si tratta di un single core, mentre ad esempio l'Intel Atom N550 solitamente presente su altri notebook è un dual core.

Indice di Windows

In ogni caso l'AAO D257 è disponibile anche in una versione equipaggiata con il dual core Intel Atom n570, con una frequenza di 1.66 GHz, superiore a quella dell'N550, che dovrebbe quindi garantire una resa ancora leggermente superiore.

Le prestazioni con 7Zip, programma di compressione che si avvantaggia dell'eventuale presenza di più core, fisici o logici che siano, non potevano quindi che essere modeste, con l'Atom N455 perfettamente allineato con la precedente versione N450, dalle caratteristiche identiche (è stato solo aggiornato il controller di memoria). Anche SuperPI, il programma che calcola i decimali del pi greco e che necessita di grandi capacità di calcolo, soprattutto in virgola mobile, relega l'Atom N455 in fondo alla classifica, sempre allineato con l'Atom N450 (qui però in compagnia degli Atom dual-core perché si tratta di una applicazione single threaded).

7Zip

Superpi

Il benchmark sintetico PCMark05 non fa che riassumere quanto visto finora: i punteggi modesti ottenuti dalla CPU bloccano il nostro netbook in fondo alla classifica e anche le prestazioni multimediali non sono brillanti. Del resto l'avevamo detto già dall'inizio che si tratta di un netbook che ha i suoi punti di forza altrove, soprattutto nella portabilità e nell'autonomia e in quest'ultimo aspetto soprattutto l'adozione del modesto single core Intel Atom N455 con il suo TDP massimo di soli 6.5 W ha aiutato molto.

PCMark05


Sistema Operativo e software

Come anticipato, l'ACER Aspire One D257 è dotato di doppio sistema operativo. Quello principale è il Microsoft Windows 7 in versione Starter a 32 bit, una scelta saggia per un portatile che può avere al massimo 2 GB di RAM. Sacrificando qualcosa dell'interfaccia, soprattutto a livello estetico, si ottiene infatti un sistema operativo agile e reattivo, che gira in maniera fluida anche su una macchina con una piattaforma hardware poco pretenziosa come questa.

Per l'instant on è presente Google Android, in versione Gingerbread 2.3.1. Insyde, il produttore del BIOS, ha ottimizzato il firmware proprio per permettere di utilizzare questo sistema operativo. Benché l'interfaccia non sia propriamente adatta a questo tipo di device, rende comunque possibile accedere a tutte le principali funzioni, come la navigazione Internet, la gestione delle mail e dei contatti, i programmi di IM etc. in maniera rapida e con un consumo energetico molto contenuto.

Android

Tra i software in dotazione invece, ricordiamo soprattutto ACER ePower Management, eRecovery Management e Video Conference Manager. Il primo è un software per la gestione dei profili di risparmio energetico, che permette di regolare tantissimi aspetti della macchina. Il secondo è una utility che mette a disposizione un modo semplice ed affidabile per il ripristino del computer con le impostazioni predefinite oppure con una configurazione definita dall’utente, sia da un’immagine archiviata in una partizione nascosta del disco, che da una partizione secondaria. eRecovery Management infatti permette anche di eseguire il backup delle impostazioni del sistema, delle applicazioni e dei dati sul disco. Acer VCM o Video Conference Manager infine è un'applicazione che migliora le funzionalità video di programmi di messaggistica istantanea come Windows Live Messenger e Skype, permettendo di effettuare chiamate video ad alta risoluzione grazie alla webcam da 1.3 Mpixel integrata e aggiungendo altre funzionalità come la condivisione delle foto, dei documenti e dello schermo.


Conclusioni

ACER Aspire One D257 è un netbook nel senso più comune del termine: nasce per offrire soprattutto grande trasportabilità e autonomia, anche se a scapito delle prestazioni pure, soprattutto in ambito multimediale, dove però l'azienda taiwanese ha già altre offerte valide nello stesso segmento, come i netbook Aspire One 722 e 522, da noi recensiti in passato, entrambi basati sull'ottima piattaforma AMD Fusion. Rispetto a questi però l'Aspire One D257 costa quasi la metà - dai 219 € ai 279 € a seconda della configurazione – ed è quindi l'acquisto giusto per chi non vuole spendere le cifre richieste per netbook più performanti o per un tablet, che comunque non potrebbe garantire il supporto ai tanti programmi che possono girare soltanto su Windows.

Benché molto economico, comunque l'ACER D257 è ottimamente realizzato. Le linee sono eleganti, l'estetica è curata grazie soprattutto al Wave Design presente sulla cover e alla cura che i designer ACER hanno posto anche per la realizzazione del fondo. Insomma, se tutto ciò che vi serve è soltanto avere la possibilità di controllare le mail, navigare in Internet, usare i programmi di IM e magari editare qualche foto o dei documenti di lavoro e avete necessità di fare tutto questo in mobilità, questo è proprio il netbook più adatto, anche grazie all'autonomia di ben 8 ore offerta dalla versione con la batteria da 6 celle, che permette quindi agevolmente di poter utilizzare il device per l'intera durata di una giornata lavorativa o durante viaggi piuttosto lunghi, in treno o aereo.

Acer Aspire One D257 con Google Android

Se lo si inquadra da questo punto di vista l'ACER Aspire One D257 è privo di punti deboli e anzi la presenza di Google Android come sistema operativo ad avvio veloce e il display con una qualità sopra la media degli altri dispositivi equivalenti costituiscono altrettanti indubbi vantaggi, ottenibili a un prezzo davvero irrisorio. Ricordiamo infine che per chi preferisse una base bianca con cover in colore pastello, ACER propone un gemello di questo netbook chiamato Aspire One Happy 2.

Commenti (0) 

RSS dei commenti
Scrivi un commento
Si deve essere connessi al sito per poter inserire un commento. Registratevi se non avete ancora un account.

busy