Home Recensioni Recensione Acer Aspire 6920

Recensione Acer Aspire 6920

ImageLa prima recensione di un notebook della serie Gemstone Blue di Acer, Aspire 6920, piattaforma multimediale completa di unità ottica Blu-Ray, sistema audio Dolby Home Theater e schermo da 16" con rapporto cinematografico 16:9.

Acquisto

Acer Aspire 6920 fa parte della nuova linea di notebook consumer Gemstone Blue, discendente diretta della serie Gemstone, con la quale la multinazionale taiwanese è riuscita a rilanciare la propria immagine, ancorata all'inveterato pregiudizio di una scarsa qualità costruttiva. I notebook Acer Aspire, pertanto, si sono dovuti guadagnare sul campo il riconoscimento di quelle qualità che oggi sembrano indiscutibili: facilità d'uso, affidabilità, innovatività ed economicità.

Acer Aspire 6920

Al laptop Acer Aspire 6920 da 16", si affianca il modello da 18,4" Acer Aspire 8920, con un obbiettivo preciso: eguagliare (se non addirittura superare) l’enorme successo commerciale riscosso in tutto il mondo dalla prima edizione dei portatili con design Gemstone, e in particolare dall’Acer Aspire 5920, ancora oggi tra i notebook più venduti e richiesti dagli utenti domestici.
In questa recensione cercheremo di verificare se ci sono le premesse per ripetere l'exploit dell'Acer 5920 e se le coraggiose novità introdotte dalla multinazionale taiwanese, come lo schermo in formato 16:9 e il controller multimediale CineDash, riceveranno il consenso sperato.

L'esemplare di Acer Aspire 6920 in prova ha una dotazione tecnica differente, sotto più profili, da quella dei modelli che troveremo in vendita in Italia. Il listino italiano di aprile di Acer, infatti, comprende quattro varianti del nostro PC portatile, AS6920G-934G32BN, AS6920G-834G32BN, AS6920G-814G32BN, AS6920G-6A4G25MN, con prezzi compresi fra 901 e 1380 euro. Al contario del nostro sample, che adotta una CPU dual-core basata su architettura Meronm a 65nm, i modelli in commercio disporranno di un processore Intel Penryn a 45nm T8100, T8300 o T9300, tranne il modello base Acer Aspire 6920G-6A4G25MN che dovrebbe montare un più modesto Intel Core 2 Duo T5750.

Inoltre, la scheda video del nostro sample è una Nvidia GeForce 8600M GT, mentre acquistando un Acer 6920 oggi troveremmo una Nvidia Geforce 9500M GS. In questo caso, si tratta di una differenza ininfluente perché le due GPU sono identiche se non fosse per lo shrink del processo produttivo da 80nm a 65nm.

Purtroppo, lo stato prototipale dell'Acer Aspire 6920 in nostro possesso, non ci ha consentito di effettuare test sulla batteria. Contiamo, comunque, di aggiornare al più presto la recensione con informazioni dettagliate circa l’autonomia, il tempo di carica e l'efficacia delle tecnologie di risparmio energetico dell’Aspire 6920.

Specifiche tecniche

Il notebook in prova è configurato nel seguente modo:

  • Processore: Intel Core 2 Duo T7500, 2.2 GHz, 4MB cache L2, FSB 800 MHz
  • Memoria: 3072 MB DDR2 667MHz (1 x 2GB + 1 x 1GB)
  • Schermo: 16" HD risoluzione 1366 x 768 pixel, high-brightness (220-nit), Acer CineCrystal™ TFT LCD, supporta multi-window simultaneo via Acer GridVista™, Aspect Ratio 16:9
  • Scheda Video: NVIDIA GeForce 8600M GT, 512MB DDR2 dedicati
  • Hard Disk: 250 GB SATA 5400 rpm
  • Drive Ottico: Combo masterizzatore DVD DL Super Multi + lettore Blu-Ray Disc ROM
  • Porte: 1 x jack ingresso RF (TV Tuner), 1 x jack ingresso DC per adattore AC, 1x (RJ-45), 1 x (RJ-11), 1 x jack ingresso linea, 1 x jack per microfono, 1 x jack uscita cuffi/casse con supporto S/PDIF, 1 x external display (VGA), 1 x Consumer infrared (CIR), 1 x HDMI con supporto HDCP, 4 x USB 2.0
  • Espansioni: 1 x slot ExpressCard/54, lettore di schede di memoria 6-in-1 (SD, MMC, MMCplus, MS, MS PRO, xD)
  • Networking: Intel Wireless WiFi Link 4965AGN, 10/100/1000Mbps Gigabit Ethernet, 56K ITU V.92 modem con PTT, Bluetooth 2.0+EDR
  • Sistema Operativo: Microsoft Windows Vista Ultimate Edition
  • Batteria: Li-ion 4800 mAh a  8 celle
  • Dimensioni: 385 x 275 x 43.6/39.3 mm
  • Peso: 3,3 Kg
  • Garanzia: 1 anno
  • Altro: WebCam Acer Crystal Eye, Audio Dolby Home Theater 5.1 integrato, FingerPrint, Acer CineDash media console, sintonizzare DVB-T Acer, Acer Xpress VoIP Phone, Telecomando Windows Media Center.

Confezione e unboxing

La confezione contiene, oltre al notebook e all’alimentatore, una scheda DVB-T per la ricezione del segnale digitale terrestre e una express card VoIP da utilizzare in abbinamento a programmi come Skype e Msn. Non è, invece, presente il recovery disc che comunque può essere creato direttamente dopo lo prima accensione tramite il tool Acer eRecovery Management. Nella scatola troviamo anche un comodo telecomando a infrarossi per sfruttare al meglio le funzionalità di Windows Media Center, con batterie incluse.

Image

È molto probabile che la versione commerciale conterrà un libretto di istruzioni ed almeno un CD contenente tutti i driver per la versione a 32 bit di Windows Vista.


Design e qualità costruttiva

Acer è la prima azienda a portare sul mercato una linea di notebook equipaggiati con i nuovissimi display panoramici da 18,4’’ e 16’’. Perché queste dimensioni inconsuete? Il rapporto 16:9 “schiaccia” ulteriormente lo schermo, aumentando l'area visualizzabile in orizzontale. Probabilmente, ci si è resi conto che uno schermo da 15 pollici con rapporto 16:9 avrebbe disorientato molti utenti abituati all'ormai familiare formato 16:10. Si è scelto, così, di adottare un fattore di forma che consentisse di avere un'area visualizzabile della stessa altezza di uno schermo da 15.4’’. Approfondiremo l’argomento nella sezione Video e Schermo.

Image

Gemstone Blue è il nome del consept di design cui si ispira la famiglia di notebook per l'intrattenimento digitale cui appartiene anche l'Aspire 6920, ma, per metonimia, la denominazione è passata ad identificare la serie stessa. Pertanto, con "Gemstone Blue" facciamo riferimento sia ad una particolare matrice stilistica, sia ai notebook che l'adottano.

Image

Image

Gemstone Blue è l'evoluzione del design Gemstone, ispirato alla forma di una pietra levigata dal tempo, e caratterizzato da spigoli smussati e da linee che percorrono lo chassis e lo tagliano come fenditure nella roccia. L'aggiunta dell'aggettivo Blue richiama non solo i vari LED di colore blu sparsi un po’ dappertutto, ma anche la presenza su ogni modello del lettore Blu-ray Disc, per la fruizione di contenuti ad alta definizione.

Image

Lo schermo si richiude sulla base attraverso una cerniera cilindrica, simile al sistema di chiusura di alcuni Sony Vaio, che ruota con un movimento fluido e preciso, senza la minima flessione o scricchiolio. Il telaio dello schermo ospita anche l'ormai immancabile webcam integrata.

Image

La copertura esterna dello schermo ha una gradevole finitura lucida di colore nero, con il logo Acer posizionato nel centro. Il corpo del notebook, invece, è bicolore: prevalentemente nero nella zona della tastiera e delle casse, grigio nella zona del touchpad e del poggiapolsi, con impressa una decorazione, chiamata NeoWeave, che disegna sulla superficie una trama gradevole al tatto e alla vista.

Image

Image

Il corpo del notebook sembra leggermente sproporzionato rispetto allo schermo, impressione alla quale contribuisce non solo il rapporto di forma del monitor, ma anche l’elevato spessore dello chassis. In compenso, è evidente lo sforzo di Acer di conferire all'Aspire 6920 un aspetto moderno, che rompe con i canoni estetici del passato, per andare alla ricerca di nuove soluzioni tecniche e stilistiche.

Image

Accendendo il nostro Acer Aspire 6920 abbiamo l'impressione di trovarci davanti alla plancia di comando di un'astronave: una luce bluetta parte dal pulsante d'accensione e si dirige verso lo schermo per poi diramarsi dalle due estremità della cerniera del coperchio e da una miriade di LED disseminati per tutto il notebook. A sinistra della tastiera, la luce disegna i controlli della console Cinedash. Al buio, lo spettacolo è davvero suggestivo.


Cinedash e Tastiera

Nonostante le dimensioni della base permettessero di installare una tastiera standard completa di tastierino numerico, Acer ha preferito puntare su un dispositivo di input inedito: la console multimediale CineDash, un’interfaccia sensibile al tatto che permette di gestire in modo nuovo le applicazioni multimediali e di lanciare la suite Acer Arcade in un attimo, così come di navigare i menu, regolare il volume e controllare le varie funzioni di riproduzione.

Image

Basterà sfiorare la superficie con le dita o un semplice tocco per compiere tutte quelle operazioni che abitualmente vengono gestite attraverso un array di pulsanti funzione. Per evitare che la console venga attivata involontariamente durante la battitura sulla tastiera, basta premere il tasto Hold per disabilitarla momentaneamente.

Image

Qui di seguito elenchiamo tutte le funzioni ricomprese in Acer CineDash media console:

  • Acer Arcade
  • Regolazione del volume
  • Navigatore (permette di spostarsi nei menu)
  • Media control (play/pause, stop, previous, next, fast forward, rewind)
  • Pulsanti mute e hold

CineDash occupa la parte sinistra della base, con la conseguenza che la tastiera si trova spostata verso destra, in una posizione decentrata rispetto allo schermo. Probabilmente, questa collocazione è stata scelta per consentire agli utenti destrimani di impugnare con la destra il mouse e, contemporaneamente, controllare le features multimediali con la sinistra.

Sulla tastiera, però, non possiamo esprimere un giudizio altrettanto positivo: alla pressione delle dita, la sua superficie flette in mod eccessivo, sintomo di una scarsa robustezza. Il fenomeno è particolarmente evidente nelle parti centrale e destra, dove la pressione di un tasto determina l'affossamento anche dei tasti limitrofi. Spacebar e Alt Gr sono separati da un solco diagonale, che, dal punto di vista estetico, spezza la monotonia della tradizionale forma a parallelepipedo dei tasti e contribuisce a conferire dinamismo, ma non presenta alcuna utilità sotto il profilo funzionale. Anzi, determina una riduzione della larghezza della barra spaziatrice, che a molti utenti potrebbe risultare scomoda; è comunque molto probabile che questo piccolo inconveniente possa essere superato con un po' d'abitudine.

La tastiera è di colore nero e mantiene temperature accettabili sull’intera superficie, con un leggero riscaldamento solo nella parte sinistra, vicino al CineDash, dove è posizionato il processore e la scheda video.
Sulla destra, infine, troviamo una serie di tasti funzione che permettono di attivare/disattivare Wi-Fi e Bluetooth, e di accedere alla posta o al browser web.

Altri dispositivi di input

È l'ultima tendenza in fatto di notebook design: il touchpad non spunta più da una apertura nel poggiapolsi, ma è parte di esso. Il palm rest non conosce alcuna soluzione di continuità, perché la membrana del touchpad è inserita direttamente sotto la sua superficie, segnalata solo da un piccolo avvallamento. Una sottile linea in rilievo delimita la superficie dedicata allo scrolling verticale, evidenziata da due freccette bianche.

Image 

I consueti tasti destro e sinistro del touchpad sono fusi in un unico pulsante, in mezzo al quale è incastonato il sensore per le impronte digitali Acer Bio-Protection, molto utile per aumentare la protezione dei propri dati senza dover ricordare lunghe e complesse password.


Interfacce

  • Lato Anteriore: Nella parte frontale del notebook sono presenti solo lo slot per il card-reader 6 in 1 e una griglia che si estende per quasi tutta la lunghezza del notebook e contribuisce a migliorare la circolazione dell'aria all'interno del case.

Image

  • Lato Posteriore: Sul retro del portatile non è presente alcuna porta poiché lo schermo, ruotando attorno alla sua cerniera cilindrica, copre del tutto il lato posteriore della base. C'è però una griglia di aereazione posizionata nella parte sinistra, appena sopra il tasto di accensione: a schermo aperto l’aria calda viene espulsa direttamente sulla zona in basso a sinistra dello schermo, mentre quando il monitor è richiuso la ventola dà sul retro del portatile. Il rischio che i pixel della parte colpita si possano rovinare con un uso prolungato nel tempo non è infondato.

Image

  • Lato Destro: Il masterizzatore-lettore DVD/BD occupa quasi tutto il lato destro dell’Aspire 6920, ma c'è comunque spazio a sufficienza per ospitare ben 3 (delle 4 totali) porte USB 2.0 e l’ingresso per l’antenna TV. Lo spessore della cerniera del display lid è ornato con un cerchietto cromato contornato da un LED bluastro. Al suo interno, ha trovato collocazione il foro di aggancio del cavo Kensington lock.

Image

Image

  • Lato Sinistro: Su questo lato troviamo la maggior parte delle porte. Procedendo dalla più lontana alla più vicina, possiamo elencare: Connettore dell’alimentazione (circondato da un LED blu e posizionato, con una scelta assai felice, all'interno dello spessore della cerniera del display), RJ-11 modem, porta DVI, RJ-45 LAN, una USB 2.0, HDMI, tre jackaudio e Express Card.

Image

Image


Processore, chipset e RAM

Il nostro Acer aspire 6920 monta una CPU Intel Core2Duo T7500 a 2200 mhz, un processore di fascia medio-alta, basato su architettura Merom. Vale, però,la pena di ribadire che quasi tutti i modelli commerciali dell’Acer Aspire 6920 saranno dotati di CPU di ultima generazione Penryn a 45nm, che consentiranno un miglioramento notevole dell'efficienza energetica.

Forte dei suoi 4MB di cache di secondo livello, l'Intel Core 2 Duo T7500 resta competitivo con i due modelli di processori Intel Penryn Core 2 Duo T8100 e T8300, dimostrando di avere ancora performance sufficienti per gestire le capacità multimediali di un notebook per il digital entertainment.

ImageIl processore è solo uno degli elementi che compongono la piattaforma Santa Rosa. Un altro è il chipset Intel Mobile PM965 Express, composto da un controller di memoria e da un controller I/O. Nella versione PM manca il sottosistema grafico integrato Intel GMA X3100 che, invece, è la caratteristica distintiva del modello GM965.

Questo chipset, conosciuto anche con il nome in codice Crestline, supporta una modalità di risparmio energetico denominata Dynamic Front Side Bus Switching, che consente di ridurre la frequenza di FSB originaria (800MHz) in ragione del carico di lavoro.

Il northbridge gestisce i 3 GB di Ram a 667MHz installati su questo esemplare di Acer Aspire 6920, permettendo un’esecuzione fluida di ogni applicazione e gestendo senza fatica i numerosi processi di Windows Vista. I banchi di memoria utilizzati sono di provenienza eterogenea ma riescono comunque ad appaiarsi per sfruttare la tecnologia Dual Channel. Come si evince dallo screen i divisori sono impostati a 3:5 per raggiungere la frequenza di 332.5 MHz in Dual Channel e le latenze sono comuni a quelle dei moduli economici PC25300: 5-5-5-15-20 con voltaggio di 1.8 V.

Memoria 1

  • Micron Tech. 16HTF25664HY-667E1
  • EA01DECAh (3403547114)
  • Module Size: 2 GB (2 ranks, 8 banks)
  • Module Type: SO-DIMM
  • Memory Type: DDR2 SDRAM
  • Memory Speed: DDR2-667 (333 MHz)
  • Module Width: 64 bit
  • Module Voltage: SSTL 1.8
  • Module Method: None
  • Refresh Rate: Reduced (7.8 us), Self-Refresh
  • Memory Timings:

    @ 333 MHz 5-5-5-15 (CL-RCD-RP-RAS) / 20-43-3-5-3-3 (RC-RFC-RRD-WR-WTR-RTP)
    @ 266 MHz 4-4-4-12 (CL-RCD-RP-RAS) / 16-34-2-4-2-2 (RC-RFC-RRD-WR-WTR-RTP)
    @ 200 MHz 3-3-3-9 (CL-RCD-RP-RAS) / 12-26-2-3-2-2 (RC-RFC-RRD-WR-WTR-RTP)


Memoria 2

  • Nanya NT1GT64U8HB0BN-3C
  • 37BD0427h (654622007)
  • Module Size: 1 GB (2 ranks, 4 banks)
  • Module Type: SO-DIMM
  • Memory Type: DDR2 SDRAM
  • Memory Speed: DDR2-667 (333 MHz)
  • Module Width: 64 bit
  • Module Voltage: SSTL 1.8
  • Error Detection Method: None
  • Refresh Rate: Reduced (7.8 us), Self-Refresh
  • Memory Timings:

    @ 333 MHz 5-5-5-15 (CL-RCD-RP-RAS) / 20-35-3-5-3-3 (RC-RFC-RRD-WR-WTR-RTP)
    @ 266 MHz 4-4-4-12 (CL-RCD-RP-RAS) / 16-28-2-4-2-2 (RC-RFC-RRD-WR-WTR-RTP)
    @ 200 MHz 3-3-3-9 (CL-RCD-RP-RAS) / 12-21-2-3-2-2 (RC-RFC-RRD-WR-WTR-RTP)


Schermo e scheda video

Il comparto video è affidato alla rodatissima Nvidia Geforce 8600M GT, dotata di 512 MB di memoria DDR2 con frequenze di core-shaders-memorie rispettivamente di 475-400-950 MHz. I 32 shaders unificati del core G84 regalano una discreta esperienza videoludica a dettagli medio-alti con quasi tutti i giochi recenti. Da sottolineare il fatto che non tutti i giochi supportano il fattore di forma 16:9, non essendo molto diffuso nei monitor per PC, pertanto a volte ci si troverà costretti a scalare la risoluzione per adattarla al nostro schermo panoramico, con risultati comunque più che soddisfacenti.

Image

La risoluzione di 1920x1080 che caratterizza gli schermi di alcuni modelli di Aspire 6920 è senz’altro ottima per l’utilizzo con programmi professionali di grafica o editing video o per la visione di film in formato Full HD, ma la scheda video GeForce 8600M GT (sostituita, nei modelli in commercio, dalla Nvidia GeForce 9500M GS) non consente di sfruttarla per giocare. Il bus a 128 bit e l’architettura del G84, infatti, riducono fortemente la giocabilità oltre una risoluzione di 1366x768 pixel con livelli di dettaglio accettabili, costringendo a scalare ad una risoluzione inferiore a quella nativa. Scalando si genera Aliasing, l’effetto di seghettatura dei poligoni 3D, e l’applicazione di filtri per la sua riduzione ( Filtro AntiAliasing) provoca una consistente riduzione dei frames al secondo.

Per questo motivo, i modelli con schermo a risoluzione 1366x768 (WXGA HD) sono i più indicati per i giocatori, che potranno impostare risoluzione nativa mantenendo buoni livelli di dettaglio senza bisogno di applicare filtri aggiuntivi che potrebbero compromettere il framerate.
La scheda video è comunque montata su modulo MXM di tipo II, pertanto sarà possibile sostituirla in futuro con una scheda di pari dimensioni e consumi energetici ma, si spera, dalle prestazioni superiori.

Lo schermo dell'Acer Aspire 6920 oggetto di questa review è un Samsung SEC304C con diagonale da 16’’. Come già accennato, il rapporto di forma 16:9 panoramico ha una superficie di poco più ampia di quella di un comune 15,4". Le dimensioni dell'area visibile sono, infatti, di 35cmx20cm ( 15.9’’).

Caratteristiche tecniche schermo Samsung SEC304C LTNLTN160AT (LTN160AT01-A01):

  • Risoluzione: WXGA HD
  • Pixel: 1,366 x 768
  • Area visualizzabile (mm²): 353.5 x 198.7
  • Pixel pitch (mm): 0.259
  • Numero di colori: 262K
  • Rapporto di contrasto (tipico): 600:1
  • Luminosità (cd/m²): 220
  • Tempo di risposta (ms a 25°C): 8
  • Angoli di visione (U/D/L/R): 45/45/20/40
  • Interfaccia: LVDS (1ch)

La qualità del pannello è buona, e offre una luminosità discreta regolabile su 9 livelli tramite gli hotkey della tastiera. Il tempo di risposta di 8ms evita qualsiasi effetto scia con immagini in movimento, con qualsiasi tipo di riproduzione, giochi compresi. Contrasto e saturazione dei colori sono abbastanza buoni, considerando che ci riferiamo al pannello LCD di un notebook, ma gli angoli di visione sono un po' ridotti per un sistema destinato all'intrattenimento multimediale.

Come già detto la griglia di aereazione espelle l’aria calda proveniente da processore e scheda video direttamente sotto lo schermo: il rischio che i pixel subito sopra la griglia si possano rovinare con un uso prolungato nel tempo è reale, tant'è vero che la zona interessata si riscalda molto di più rispetto al resto della superficie del display.


Home Entertainment & Audio

L'intrattenimento domestico è l'obiettivo ed il punto di forza di questo portatile, che si presta, anche per l'estetica curata, a sostituire il sistema mediacenter nel salotto di casa. Lo schermo panoramico è l’ideale per i film in DVD e grazie all’unità ottica Blu-Ray Disc si potrà godere appieno della straordinaria qualità digitale dei contenuti audio/video in alta definizione, anche su un monitor o un televisore esterno tramite l’uscita HDMI.

Image

L’unità ottica è prodotta da Optiarc, una joint venture composta da Sony e NEC per operare nel settore dei dispositivi ottici. Si tratta di un combo drive, modello BC-5500A, con le sequenti specifiche: 2x BD-ROM, 8x/8x/4x/4x DVD+R/-R/+RW/-RW, 4x/4x DVD DL+R/-R, 5x DVD-RAM, 8x DVD-ROM, 16x/10x/24x CD-R/-RW/-ROM, ATAPI (E-IDE), 4.5MB cache.

Acer 6920 viene distribuito con il software Acer Arcade Deluxe preinstallato, una sorta di Windows Media Center alternativo, che consente di sfruttare tutte le potenzialità di intrattenimento multimediale del portatile, come la console CineDash, per scorrere tra i vari menu e controllare in ogni momento la riproduzione col semplice tocco di un dito. Windows Media Center è altrettanto comodo e ci permetterà di utilizzare ogni funzione multimediale del computer grazie a un semplice quanto efficace telecomando, che permetterà persino di avviare e spegnere il notebook senza mai alzarsi dal divano.

In alto a destra, appena sopra le casse, è posizionato il tasto Virtual SurroundSound, che aprirà il gestore dell’audio, permettendoci di scegliere tra 5 settaggi predefiniti, studiati per offrire la migliore qualità del suono in ogni ambito, dal gioco alla visione di un film, dall’ascolto di musica alle conference call.

ImageLa sezione audio è costituita da un sistema di speaker 2.1, composto da 2 altoparlanti posizionati sotto una griglia che sovrasta la tastiera e che si estende per tutta la lunghezza del notebook, con l'aggiunta di un subwoofer Acer Tuba CineBass booster, collocato sul retro del notebook. Il tutto è coordinato dal codec Realtek ALC889 integrato nel southbridge ICH8-M del chipset PM965.

Il risultato è un audio di qualità cinematografica, con tecnologia Dolby Home Theater audio enhancement di secondo generazione (comprende Dolby Digital, Dolby Digital Live, Dolby Pro Logic IIx, Dolby Headphone, Dolby Natural Bass e Dolby Sound Space Expander), realistico, fedele, pulito e senza alcuna distorsione anche a volume massimo. Per i puristi del suono, c'è la possibilità di collegare un impianto audio esterno 5.1 attraverso l'uscita digitale S/PDIF.

ImageCollegando l’antenna telescopica, in dotazione con l'Aspire 6920, all’ingresso TV del modulo AVerMedia A309 DVB-T, sarà possibile guardare e registrare i programmi televisivi direttamente da Windows; sottolineiamo che nelle nostre prove il segnale del digitale terrestre era molto stabile, consentendo una visione fluida e di ottima qualità, almeno per quanto riguarda le 7 principali emittenti televisive italiane. Vorrei sottolineare che questo risultato non è affatto scontato, perché finora tutte le antenne portatili esterne, fornite con i notebook multimediali testati, non erano state in grado di assicurare una qualità decente del segnale TV.

Tra gli accessori a corredo del nostro sample, c'è anche una curiosa scheda ExpressCard VoIP che si collega al portatile tramite bluetooth e consente, anche a distanza dal computer, di effettuare chiamate e conversazioni vocali con i contatti di Skype, Msn o del proprio client IM preferito.

La webcam Crystal Eye è posizionata, come ormai ci hanno abituati, appena sopra lo schermo insieme al doppio microfono stereo Acer PureZone con tutta una serie di tecnologie volte a migliorare la qualità della registrazione, eliminando riverbero e rumori ambientali (beam forming, echo cancellation e noise suppression). Le immagini catturate dalla webcam sono di buona qualità e luminose, consentendo di effettuare divertenti videochattate con gli amici o più serie conferenze di lavoro.


Hard disk

L'hard disk installato nel notebook multimediale di Acer è un Hitachi Travelstar 5K250, un drive introdotto sul mercato a giugno 2007 e tuttora competitivo grazie ai numerosi primati di cui era titolare al momento del lancio: migliori performance a PCMark, migliore resistenza agli urti (tollera accelerazioni fino a 400 G in funzione e di 1000 G da spento) e consumi più bassi della sua categoria.

Questo HDD dispone della tecnologia proprietaria TrueTrack che consente di migliorare la precisione della testina in ambienti soggetti ad urti e vibrazioni: si tratta di una funzione assai utile sui notebook dedicati al digital entertainment perché dotati di altoparlanti più potenti e di subwoofer che possono trasmettere notevoli vibrazioni allo chassis.

Caratteristiche tecniche Hitachi HTS542525K9SA00 :

  • Dischi: 2
  • Testine: 4
  • Dimensioni: 100 x 70 x 9.5 mm
  • Peso: 102 g
  • Latenza media: 5.5 ms
  • Velocità di rotazione: 5400 RPM
  • Max velocità di trasferimento supporto: 665 Mbit/s
  • Max velocità di trasferimento interfaccia: 150MB/s
  • Tempo di posizionamento: 11 ms
  • Ricerca track-to-track: 1 ms
  • Tempo massimo di accesso: 20 ms
  • Interfaccia: SATA 1,5Gb/s
  • Buffer: 8 MB

Come si può constatare dallo screenshot di HDTune, questo hard disk fa segnare ottimi punteggi se paragonato ad altri drive con le stesse caratteristiche e i 250GB di spazio sono più che sufficienti per un uso multimediale di alto livello.

Image

Temperature e rumorosità

Le temperature si mantengono sempre entro limiti accettabili: il processore in full load raggiunge una temperatura di picco di 58, indice di un sistema di dissipazione estrememente efficiente, in grado di smaltire il calore prodotto anche da processori con un TDP superiore, come quelli della serie Extreme di Intel. L’hard disk arriva alla temperatura massima di 51 gradi e la scheda video dopo un'estenuante sessione di gioco tocca i 65 gradi.

Image

Molto probabilmente, le buone temperature sono anche imputabili alle dimensioni generose della base e alla presenza di numerose aperture sul fondo del portatile, che favoriscono la circolazione dell'aria. Il risultato potrebbe essere anche migliore con i modelli di Acer 6920 in vendita, perché la maggiore miniaturizzazione del processore Penryn (45 nanometri) e della scheda video Nvidia 9500M GS (65nm), dovrebbero riflettersi positivamente sui consumi e, di conseguenza, generare una minore quantità di calore.

Image

Al tatto la zona che scalda di più sulla superficie del portatile è quella situata tra il controller CineDash e la tastiera, che si trova esattamente sopra la scheda video e il processore. La parte desta del portatile, al contrario, si mantiene sempre fresca, poiché lontana dalle componenti più attive nella produzione del calore.

Vale la pena di ricordare ancora una volta che la ventola è situata in una posizione poco consueta, sulla cerniera cilindrica che collega labase ed il comperchio del laptop, con l'inconveniente che, a computer attivo, la ventola espelle l’aria calda direttamente sulla parte bassa del monitor.

In modalità di risparmio energetico e quando la temperatura lo consente, la ventola dell'Acer Aspire 6920 interrompe la sua rotazione ed il notebook diventa improvvisamente silenzioso. In condizioni di carico elevato, la ventola ricomincia a funzionare generando un rumore udibile, anche per via della posizione della ventola e dello sbocco del sistema di raffreddamento.


Test Sintetici

I test effettuati sono in linea con quelli di altri notebook con componentistica hardware simile. È indubbio che i modelli commerciali con processori Penryn T9*** otterranno risultati migliori, per il clock più spinto del processore e per il maggiore quantitativo di cache L2, ma il Core 2 Duo T7500 in dotazione sembra ancora in grado di restare nel gruppo di testa.

  • Indice di Windows vista

Il benchmark integrato in Windows Vista assegna al nostro Acer Aspire 6920 uno score di 4,5 punti. Come sappiamo, il risultato globale di questo test si adegua al valore più basso registrato in 5 ambiti (CPU, Memorie, Interfaccia Aero, Grafica 3D e Hard Disk): nel nostro caso, il fanalino di coda è rappresentato dalle performance della scheda video Nvidia con la GUI Aero. La GPU si fa perdonare, però, segnando il miglior risultato nelle prestazioni di gioco.

Anche le memorie fanno registrare un risultato leggermente inferiore alla media, mentre processore e disco rigido ottengono una valutazione positiva.

Image

  • 3DMark06 @ 1024 x 768 (punteggio più alto corrisponde a miglior risultato)


Santech M3820
10292
Asus G2S
4760
Dell XPS M1530
4726
Acer Aspire 5920
4400
Apple MacBook Pro 15,4
4144
MSI GX600 Extreme Edition (modalità Turbo) 
4086
Asus W2W
3919
Acer Aspire 6920
3592
Asus G2
2557
HP Pavilion dv6670
1565

Image

  • 3DMark05 @ 1024 x 768 (punteggio più alto corrisponde a miglior risultato)

Santech M3820
14633
Dell XPS M1530
7925
Asus G2S
7706
Apple MacBook Pro 15,4
7354
MSI GX600 Extreme Edition (modalità Turbo)
6858
Acer Aspire 6920
6207
Acer Aspire 5920
5145
Asus G2
4494
Asus Pro31Sv
4050
HP Pavilion dv6670
2343

Image

  • PCMark05 (punteggio più alto corrisponde a miglior risultato)

Santech M3820
5943
MSI GX600 Extreme Edition (modalità Turbo)
5935
Asus G2S
5547
Apple MacBook Pro 15,4
5524
Dell XPS M1530
5268
Acer Aspire 6920
5252
Acer TravelMate 6592
4357
Fujitsu-Siemens Amilo Pi 2530
4049
HP Pavilion dv6670
3789

Image

  • PCMark Vantage (punteggio più alto corrisponde a miglior risultato)

Santech M3820
3594
Asus W7s
3103
Acer Aspire 6920
3046
HP Compaq 8710p
2812
Dell XPS M1530
2809
HP Pavilion dv6670
2754
Asus F8S
2715
Acer TravelMate 6292
2437

Image

  • Cinebench

Image


Giochi

La Nvidia Geforce 8600M GT si comporta in maniera discreta con i giochi più recenti, ma un impiego sfrenato degli shaders ad alte risoluzioni genera un vero e proprio crollo dei frames, tanto da rendere ingiocabile World in Conflict a risoluzione nativa in DX10. Scalando il livello di dettagli e il numero di effetti grafici la situazione migliora notevolmente, pur mantenendo una qualità visiva elevata. La scheda video Nvidia GeForce 9500M GS, che troverete sui modelli in vendita, dovrebbe comportarsi in modo simile alla nostra GPU, perché avrà lo stesso core, stesse frequenze e stesso numero di shaders. A ben vedere, infatti, la Nvidia 9500M GS non è altri se non una Nvidia 8600M GT con uno shrink del core da 80nm a 65nm.

Image

Commenti (12) 

RSS dei commenti
che anteprima!!!
l'ho visto proprio ieri e mi aveva incuriosito... finalmente il Blu-Ray inizia ad essere sdoganato anche sui notebook alla portata di noi comuni mortali!!
comunque mi sembra ottimo questo Acer Aspire 6920  
0

pippo76

aprile 23, 2008

beh..mi avete smontato tutte le aspettative.. cavoli.. io puntavo proprio su questo note.. la versione più c@zzuta nel formato 16"... con t9300... ma da quanto ho letto.. ci son molte incognite sulla qualità.. tipo il riscaldamento che può danneggiare la parte inferiore sinistra dello schermo.. e poi.. non so come sia il 1080p... si vede bene? e ad usarlo con le applicazioni?? e con qualche giochino?? io giocherei MOLTO VOLENTIERI.. a titoli del calibro di PES.. gioco solo a quello!! sarebbe veramente molto problematico giocarci??

Io ora devo sostituire il mio DV 9095 eu.. mi ridanno indietro tutti i soldi.. 1700€ circa.. + assicurazione per altri 2 anni.. insomma.. mi tornano in mano 1900€.. ed ho già una borsa per un 17".. quindi il 16" non sarebbe un problema.. dato che lo traporto facile comunque.. ma è più pesante del mio HP?? che dite??

Altrimenti.. puntavo sull'asus m50 o pro58... mahhh  
0

orei

aprile 23, 2008

si ho letto anche io la cosa dell'aria calda. ma anche quello da 18" ha la stessa cosa? bah
pero' dai, cerchiamo di essere ottimisti, se hanno messo lo sbocco dell'aria calda li' avranno fatto i loro conti ed avranno capito che non puo' danneggiare lo schermo  
0

pippo76

aprile 23, 2008

no in effetti lo schermo dovrebbe sopportare quelle temperature. l'unico dubbio è che nel tempo( tanto tempo) quella zona potrebbe "sbiadirsi" rispetto al resto dello schermo. niente comunque che un buon software di ricalibrazione non possa aggiustare.  
0

ilanur

aprile 23, 2008

poi la flessione dei tasti.. uhmmm.. mahh..
cos'è quella cosa della ricalibrazione?? mai sentita!!!

Poi secondo voi.. ci sarà il modo di spegner tutte quelle lucine azzurre?? sai com'è.. se son al buio a guardare un film.. certe luci che sparano.. sarebbe meglio non averle no??

quelle sul mio pavilion, sono abbastanza soft.. quella che si vede uscire da li.. maròòòò è un raggio traente dell'uss enterprise di kirk!!! smilies/cheesy.gif

Poi ragas però.. che dotazione hardware che ha.. peccato non abbiano dotato il tutto di 1GB di memoria dedicata per il nuovo sistema usato da vista, come negli asus..

Io poi.. dovrei usare il pc in uni.. per architettura.. uso cad, sketchup, excel, photoshop, word, illustrator.. etc... secondo voi.. la risoluzione e la dimesione anomala dello schermo.. può portare a dei problemi??

Chiaro.. che..mi guardo film a nastro ehh..  
0

orei

aprile 23, 2008

cool, pero' aspetterei l'aggiornamento delle schede video Nvidia 9000M prima di comprarlo  
0

Ultimate

aprile 23, 2008


Poi ragas però.. che dotazione hardware che ha.. peccato non abbiano dotato il tutto di 1GB di memoria dedicata per il nuovo sistema usato da vista, come negli asus.


parli di Intel Turbo Memory? dicono tutti che non serve praticamente a nulla  
0

Ultimate

aprile 23, 2008

in che senso.. l'aggiornamento delle schede video della serie 9000m? su questo, dovrebbe esserci la 9600m.. è gia aggiornata.. o ne devono uscire delle altre?? perchè se ne escono delle altre.. mi sa che si va all'estate, con la piattaforma nuova dell'intel..  
0

orei

aprile 23, 2008

come è spiegato nell'articolo, le attuali schede video Nvidia GeForce 9000, come la 9500m che si trova sugli Acer Aspire 6920,non sono GPU nuove, ma sono le vecchie schede video fabbricate a 65nm  
0

Dgenie

aprile 23, 2008

secondo me certi commenti sono esagerati..
Blu Ray, schermo 16:9, telecomando, TV tuner... a 1000 euro! ma è eccezionale! ricordatevi che con la stessa cifra ora si compra un notebook con lo stesso processore e scheda video, ma nettamente inferiore come features multimediali!  
0

lex

aprile 23, 2008

allora ragass.. ieri son stato da Medi@worl.. beh.. ho TOCCATO con mano, il 16" in offerta volantino.. la tastiera secondo me è ottima.. quindi o che io ero abituato a tastiere del pir.. oppure il prodotto lasciatovi in test.. bohh..
Purtroppo il modello aveva lo schermo non FULLHD in 16"... quindi non ho potuto testarne la qualità sotto il profilo che più m'interessava.. peccato.. spero di vederlo dal vivo, in qualche altra catena..

Per il resto, mi sembrava veramente solido, le cerniere dello schermo, non facevano nessun gioco, ed anche questo era un aspetto che volevo considerare..

Se non fossi dubbioso sul fatto che fra meno di un mese, la nuova piattaforma Montevina dovrebbe far il suo ingresso, con un conseguente molto probabile, ribasso dei prezzi dei note, comprerei subito la versione più toga del 16".. voi che dite??  
0

orei

maggio 05, 2008

per gli amanti del pinguino:
ottime notizie, linux funziona perfettamente out of the box. compresa scheda wifi, bluethoot e il mitico acer cinedash. solo il tv tuner non ho avuto il tempo di provare, il resto è ok.

distribuzioni provate: ubuntu 8.04 gnome e backtrack 3.0 beta in versione live.
da segnalare wubi per l'installazione semplificata di linux ubuntu hardy da sistema operativo microsoft. a mio parere una vera e propria rivoluzione. unica pecca l'accesso al disco leggermente più lento che in una normale installazione su ext3( comunque è quasi impercettibile nell'uso quotidiano).  
0

ilanur

maggio 07, 2008

Scrivi un commento
Si deve essere connessi al sito per poter inserire un commento. Registratevi se non avete ancora un account.

busy