Home News Qualcomm: autenticazione biometrica per pagamenti sicuri su WeChat

Qualcomm: autenticazione biometrica per pagamenti sicuri su WeChat

Qualcomm: autenticazione biometrica per pagamenti sicuri su WeChatQualcomm è la prima azienda a supportare l'autenticazione biometrica delle impronte digitali per accedere e gestire i servizi di pagamento di WeChat, grazie alla suite Qualcomm Haven. La tecnologia è già disponibile su Vivo X6 e presto su tutti gli smartphone con Snapdragon 400, 600 e 800.

Come preannunciato qualche giorno fa, Qualcomm ha presentato al MWC 2016 la sua nuova tecnologia per l’autenticazione (biometrica) ai pagamenti da mobile tramite WeChat. Cosa significa? Il framework di autenticazione, che tra l'altro è basato sulla piattaforma di sicurezza Qualcomm Haven, permetterà agli utenti di effettuare transazioni online su dispositivi portatili (smartphone e tablet) che integrano un lettore di impronte digitali. Non servirà più memorizzare PIN e password, perché basterà sfiorare il fingerprint con il dito, far leggere l'impronta ed il pagamento sarà effettuato.

Vivo X6

Qualcomm Haven è essenziale, perché supporta il protocollo SOTER (Standard Of auThentication with fingerprint) sviluppato da Tencent per un accesso in sicurezza. Quest'ultimo controlla il matching delle impronte digitali, l'elaborazione, la memorizzazione locale e la comunicazione ai server Tencent nel cloud. Insomma, Haven e SOTER sono appositamente progettati per garantire un elevato livello di sicurezza durante le transazioni da mobile. La tecnologia è attualmente implementata solo nel Vivo X6 con Qualcomm Snapdragon All Mode, disponibile sul mercato cinese e visibile in fiera per una dimostrazione, ma l'azienda promette che nei prossimi mesi sarà estesa anche ad altri dispositivi dotati di Snapdragon 400, 600 e 800 (ed ovviamente muniti di fingerprint).

WeChat è invece una delle principali applicazioni social di Tencent e consente pagamenti sicuri e convenienti sia per gli utenti consumer che rivenditori. Con un bacino di 650 milioni di utenti attivi (dentro e fuori dalla Cina) da settembre 2015, il servizio è adesso "blindato" su smartphone Snapdragon-powered.

Il punto di forza delle tecnologie Qualcomm è l'integrazione all'interno di un ampio ecosistema e la suite Qualcomm Haven non fa eccezione: la piattaforma comprende Snapdragon Smart Protect e Qualcomm Secure MSM, un ambiente di esecuzione protetto che sfrutta hardware e software dedicato e separato. Altri componenti di Qualcomm Haven sono la tecnologia di riconoscimento biometrico tramite impronta digitale Qualcomm Snapdragon Sense ID 3D, Qualcomm StudioAccess e Qualcomm SafeSwitch, che permette di bloccare il dispositivo a distanza contro furti o per la proteggere la propria privacy.

Commenti (0) 

RSS dei commenti
Scrivi un commento
Si deve essere connessi al sito per poter inserire un commento. Registratevi se non avete ancora un account.

busy