Home News Canonical apre un App Store per le board Orange Pi con Ubuntu Linux

Canonical apre un App Store per le board Orange Pi con Ubuntu Linux

Canonical apre un App Store per le board Orange PiCanonical ha lanciato un app store dedicato alle schede di sviluppo Orange Pi, un'intera sezione a disposizione dei proprietari delle dev-board provviste di sistema operativo Ubuntu Linux. Una mossa che farà crescere entrambe le community.

Anche se il boom c'è stato quasi un anno fa, le piccole dev-board a bassa potenza sullo stile di Raspberry Pi hanno ancora il loro seguito, visto che sono ancora tanti gli utenti con la passione per il DIY, ma bisogna ammettere che pochissimi modelli hanno una community di sviluppatori attivi ed attenti, pronti a dare supporto a chi acquista una di queste schede. E sappiamo quanto sia importante la componente software in questo settore, ce lo ha dimostrato proprio Raspberry Pi.

Ubuntu IoT

In mancanza di un gruppo di coders volontari, quindi, il team di Orange Pi ha deciso di collaborare con Canonical creando un App Store per tutte le board Orange Pi basate su Ubuntu Linux. E proprio a questo avevano accennato gli sviluppatori della società, intervistati al MWC 2017.

Tecnicamente la maggior parte dei sistemi operativi GNU/Linux ha un suo "app store", seppur sotto forma di pacchetti/repository, che permette di scaricare e installare software utilizzando comandi da riga di comando come apt-get o strumenti GUI come Synaptic. Ma il nuovo Orange Pi App Store offre un modo per trovare le applicazioni Linux disponibili utilizzando un sistema di pacchetti universale, chiamato Snap e introdotto con Ubuntu 16.04 LTS. Il vantaggio di questa soluzione è la possibilità di gestire l'installazione e il caricamento dei programmi in maniera "isolata" rispetto al resto del sistema, creando così velocità nell'esecuzione e maggiore sicurezza perché un pacchetto snap non interferisce con un altro. In sostanza, è un sistema di gestione di package alternativo a Flatpak, che alcuni continuano ancora ad usare, un modo per completare il supporto a pacchetti software "universali".

Al di là dei metodi di scaricamento, comunque, va preso atto che Shenzhen Xunlong Software e Canonical hanno lavorato insieme per far crescere sia la community delle Orange Pi sia quella di Ubuntu, quindi per un vantaggio reciproco. Ricordiamo che le dev board della società supportano anche altri sistemi operativi, come Android, Debian e Raspbian.

Via: Liliputing

Commenti (0) 

RSS dei commenti
Scrivi un commento
Si deve essere connessi al sito per poter inserire un commento. Registratevi se non avete ancora un account.

busy