Home News Nvidia pronta al risarcimento delle GPU difettose

Nvidia pronta al risarcimento delle GPU difettose

Nvidia pronta al risarcimento delle GPU difettoseNvidia ha raggiunto un accordo extra-giudiziario che prevede la riparazione o la sostituzione del proprio notebook, affetto da problemi legati al surriscaldamento delle schede grafiche. Ai consumatori spetta l’ultima parola.

Questa è una di quelle notizie che suscitano un certo clamore, soprattutto per Nvidia che si è ritrovata al centro di una vera e propria class action nata successivamente ai problemi tecnici lamentati dai consumatori relativamente a molte schede grafiche Nvidia installate su computer portatili Dell, HP e Apple. Considerando che, in questi casi, eventuali azioni legali possono costare svariati milioni di dollari, Nvidia si è affrettata a proporre ai consumatori un accordo extra-giudiziario che prevede la riparazione del proprio device oppure il rimborso di quanto già speso per una eventuale riparazione.

nvidia GeForce 8600M

Tale accordo, però, sarebbe valido soltanto per i clienti degli Stati Uniti e non è chiaro quali azioni possano intentare i cittadini al di fuori dagli USA. Oltre questo, Nvidia ha voluto sottolineare che la suddetta proposta non rappresenta un’ammissione delle proprie responsabilità nella fornitura di componenti grafici che hanno reso inutilizzabili i notebook su cui erano stati montati ma piuttosto un passo nei confronti degli utenti ai quali il colosso stesso spiegherà la sua politica.

Per fronteggiare questa problematica, i produttori hanno avuto strategie differenti. Mentre Apple, ad esempio, ha esteso la garanzia dei MacBook difettosi pur non essendo responsabile della situazione, Hewlett Packard ha invece proposto un aggiornamento al firmware. Il tribunale incaricato di valutare la proposta di Nvidia ha dato un preliminare esito positivo. L’ultima parola spetta ai consumatori qualora ritengano che la strategia messa in campo dal produttore sia soddisfacente a risolvere il problema non solo imbarazzante, ma anche costoso.

 

Commenti (0) 

RSS dei commenti
Scrivi un commento
Si deve essere connessi al sito per poter inserire un commento. Registratevi se non avete ancora un account.

busy