Home News Nvidia Project Shield, la console Android con Tegra 4

Nvidia Project Shield, la console Android con Tegra 4

Nvidia Project Shield, la console Android con Tegra 4Nvidia annuncia a sorpresa Project Shield, una mini-console da gioco proprietaria, dotata del nuovo SoC Tegra 4 e del sistema operativo Android, in grado di gestire anche giochi in streaming da PC e dal cloud.

Sicuramente l'annuncio del SoC Tegra 4 di Nvidia ha capitalizzato buona parte dell'attenzione ma il colosso californiano non si è limitato a questo prodotto, mostrando per la prima volta anche una nuova miniconsole, chiamata Project Shield e dotata di diverse caratteristiche tecniche molto interessanti. Esteriormente Nvidia Project Shield appare poco più grande di un controller per Xbox 360 e di fatto esteticamente ricorda molto questa periferica di input, con in più uno schermo da 5 pollici che, quando chiuso, si integra perfettamente nelle forme della scocca.

Nvidia Project Shield

Project Shield, quindi, sarà una vera e propria console completa, portandosi però dietro un ingombro quasi equivalente a quello di un comune joypad. Quest'ultima componente presenta tutti i normali comandi di un comune controller, con due analog stick, quattro pulsanti e altri quattro sul bordo, oltre ai pulsanti Android standard e a uno dedicato Nvidia per accedere a Tegra Zone, lo store online proprietario che raccoglie tutti i giochi per la piattaforma. La dotazione invece prevede il SoC Tegra 4 di cui vi abbiamo appena parlato, nella sua versione top gamma con GPU a 72 core e sistema operativo Google Android.

A proposito di quest'ultimo aspetto il CEO Jen-Hsun Huang ha definito la console "una pura esperienza Android", intendendo dire che Project Shield avrà la possibilità di installare tutte le normali app di questo OS e di essere quindi utilizzato anche come smartphone o tablet, oltre che come gaming console. La dotazione inoltre prevede anche un display da 5 pollici con risoluzione "retinale" come l'ha definita Huang con evidente allusione alla densità di pixel, la risoluzione infatti è pari a 1280 x 720 pixel, che lo avvicinerebbe alle soluzioni proposte da Apple per i propri device.

Al momento invece non si hanno dati riguardo al quantitativo di memoria RAM e alla capienza dello storage locale, ma sappiamo che lo spazio di archiviazione potrà essere aumentato grazie alla presenza di uno slot per memorie microSD. Inoltre Project Shield è dotato di un'uscita video digitale HDMI, di una porta USB, tramite la quale ricaricare anche le batterie e di un modulo di connessione WiFi. La console funziona con una batteria ricaricabile a 3 celle agli ioni di litio da 38 Wh che, secondo Nvidia, dovrebbe garantire da 5 a 10 ore di gameplay o un'autonomia ancora maggiore se si fa invece riferimento alla riproduzione video.

Infine all'interno della console c'è anche un sistema audio con bass reflex che il CEO Jen-Hsun Huang non ha esitato a paragonare per qualità a quello che equipaggia i notebook HP, sviluppato da Beats Audio. Ma la killer app comunque è un'altra. Project Shield infatti è in grado di riprodurre anche i giochi PC in streaming, eseguiti cioè da un computer desktop connesso a una rete locale di cui faccia parte anche la console. Durante la presentazione infatti sono stati riprodotti titoli come Need for Speed: Hot Pursuit e Assassin's Creed III, visualizzati contemporaneamente dalla console e da un TV, anch'essa connessa.

Infine Project Shield potrà riprodurre anche i giochi dal cloud, grazie alla tecnologia Nvidia Grid, di cui ci siamo già occupati in passato. Al momento l'azienda non ha però parlato di una timeline per l'arrivo sul mercato della propria soluzione, né ha comunicato i prezzi ufficiali.

Commenti (0) 

RSS dei commenti
Scrivi un commento
Si deve essere connessi al sito per poter inserire un commento. Registratevi se non avete ancora un account.

busy