Home News Motorola Xoom 2, prime recensioni

Motorola Xoom 2, prime recensioni

Motorola Xoom 2 alla prova nelle prime recensioniRaccogliamo pregi e difetti evidenziati dalle prime recensioni del Motorola Xoom 2, uno dei tablet più in vista negli ultimi tempi.

Dopo l’unboxing e le prime impressioni del Motorola Xoom 2, il nuovo tablet Android del produttore americano è protagonista delle prime recensioni, delle quali cerchiamo di sintetizzare i passaggi salienti.

Motorola sembrerebbe determinata ad affiancare l’iPad 2 di Apple in termini di dimensioni. Entrambi i tablet hanno, infatti, uno spessore di soli 8.8 millimetri. Anche il peso è confrontabile dal momento che lo scarto è di soli 4 grammi. Quindi un tablet leggero e dal design riuscito ed originale.

Al cuore dello Xoom 2 batte un processore dual-core da 1.2 GHz, abbinato al sistema operativo Android 3.2 Honeycomb. Sembra infatti che, perlomeno inizialmente, non ci sarà l'ultima versione di Android, 4.0 Ice Cream Sandwich.

Il display ha medesima diagonale (10.1 pollici) e risoluzione (1.280 x 800 pixel) del Motorola Xoom di prima generazione. Si tratta di uno schermo IPS che offre angoli di visualizzazione piuttosto ampi: una caratteristica che ci si aspetterebbe in un tablet di questa fascia di prezzo. I recensori mettono in evidenza che lo schermo non è luminosissimo ma offre colori intensi.

La presenza di 1 GB di memoria RAM consente l’esecuzione di più applicazioni contemporaneamente. Lo storage interno ammonta a 16 GB ed è esclusa ogni possibilità di espansione. Sorprendentemente il tablet non è dotato di uno slot per schede microSD ed è dunque necessario accontentarsi della memoria interna.

Motorola Xoom 2

Motorola Xoom 2 dispone di una camera posteriore da 5 megapixel in grado di registrare video ad una risoluzione di 720p. La fotocamera frontale ha invece un sensore da 1.3 megapixel.

Le performance generali sono buone. L’autonomia sembra ragionevole sebbene la batteria tenda a scaricarsi velocemente durante sessioni di web browsing intenso. Non si tratta di un buon segno ma la questione richiede ulteriori approfondimenti.

Un aspetto che non ha convinto durante i test è la qualità degli speaker definita non particolarmente buona soprattutto durante la riproduzione di brani audio e della parte sonora dei filmati. Un altro punto a sfavore consiste nel fatto che il display attrae abbondantemente su di esso le impronte digitali, forse più di quanto non ci si aspetti. Note leggermente negative anche per la tastiera virtuale che appare a volte lenta nel rispondere alle sollecitazioni dell’utente.

Per finire, il Motorola Xoom 2 non è affatto economico soprattutto se confrontato con concorrenti del calibro dell’Asus Transformer Prime che, con una spesa non troppo superiore, offre processore quad-core, docking station, e uno storage doppio con slot per microSD.

Le conclusioni della recensione sono chiare: Motorola Xoom 2 è un buon tablet ma presenta inspiegabili limitazioni nella impossibilità di espandere la memoria e nel prezzo non particolarmente competitivo se si considera la configurazione.

Una alternativa più economica potrebbe essere il Motorola Xoom di prima generazione che è apparso all’evento del LeWeb 2011 nelle mani di Eric Scmidth con il sistema operativo Android 4.0 Ice Cream Sandwich.

Fonte Engadget e altri

Commenti (0) 

RSS dei commenti
Scrivi un commento
Si deve essere connessi al sito per poter inserire un commento. Registratevi se non avete ancora un account.

busy