Home News Microsoft Windows XP resiste fino a maggio 2009

Microsoft Windows XP resiste fino a maggio 2009

Microsoft Windows XP resiste fino a maggio 2009 Microsoft ha deciso di agevolare ulteriormente il passaggio da Windows XP a Windows 7, implementando un nuovo "inventario flessibile" che permette ai distributori di richiedere licenze per XP fino al 30 maggio 2009.

Il colosso di Redmond sembra essersi arreso all'evidenza: nonostante la campagna di promozione per il sistema operativo Microsoft Windows Vista, gran parte degli utenti e delle aziende continua a preferire l'utilizzo del "vecchio" Windows XP. L'imminente arrivo di Windows 7, previsto per la fine del 2009, induce inoltre i consumatori refrattari al cambiamento ad attendere il nuovo OS per saltare a piè pari Vista; sebbene Microsoft sia in procinto di rilasciare il secondo service pack per l'attuale sistema operativo, che lo renderà ancora più stabile ed efficiente, l'opinione generale sembra aver bocciato definitivamente il successore di XP,  sia a causa dell'insoddisfazione iniziale, sia per i ripetuti attacchi di competitori come Apple, che hanno investito una gran quantità di risorse per screditarlo.

Downgrade Windows Vista - XP

In considerazione del fatto che la gran crescita di Google continua ad indebolire l'immagine di Microsoft, l'azienda ha deciso di venire incontro ancora una volta alle esigenze dei consumatori, fornendo un nuovo servizio per la gestione delle licenze di Windows XP. La precedente strategia prevedeva la cessazione totale degli ordinativi per le licenze di XP (escluse quelle della versione Home per sistemi netbook) per il 31 gennaio del 2009; i distributori si erano quindi preparati all'idea di fare incetta di licenze entro il limite prefissato, stipando i loro magazzini.

Con l'annuncio di oggi Microsoft ha lanciato l'"inventario flessibile", che costringe ancora i distributori a richiedere le licenze entro il 31 gennaio 2009, ma permette loro di reclamare la consegna entro il 30 maggio 2009, in base alle copie effettivamente vendute, a tutto vantaggio dell'organizzazione. Il feedback positivo è stato immediato: "Sembra che Microsot abbia ascoltato le esigenze dei canali di distribuzione, partorendo un piano che soddisfa le nostre esigenze" commenta Joe Toste, VP Marketing di Equus Computer Systems.

 

Commenti (0) 

RSS dei commenti
Scrivi un commento
Si deve essere connessi al sito per poter inserire un commento. Registratevi se non avete ancora un account.

busy