Home News Microsoft Windows 7: solo 30 secondi per l'avvio dei PC

Microsoft Windows 7: solo 30 secondi per l'avvio dei PC

Microsoft Windows 7Uno degli obiettivi fissati da Microsoft per lo sviluppo del suo futuro sistema operativo è la riduzione dei tempi di avvio dei computer. L'azienda promette solo 30 secondi per il caricamento del sistema operativo!

Nel mese di agosto, Microsoft ha lanciato un blog sperimentale dedicato sul suo prossimo sistema operativo Windows 7, con l'intento di fornire regolarmente delle informazioni sullo sviluppo, sulle strategia e sugli obiettivi futuri. Per quanto riguarda questi ultimi, Michael Fortin , uno degli ingegneri che lavora a Windows 7, discute in un articolo dei tempi e delle modalità di avvio di un PC. Il boot comprende in realtà il tempo necessario dalla pressione del pulsante "Power" al momento in cui il computer è utilizzabile, il tempo di riattivazione dallo Stand-By o dall'Ibernazione.

Windows 7

Microsoft lavora alla riduzione del tempo di avvio dei PC con Windows 7. L'azienda di Santa Clara infatti ritiene che un buon sistema operativo debba avviare il computer in massimo 15 secondi. Di conseguenza, molte operazioni compiute all'avvio, devono essere svolte in parallelo: i file devono essere caricati, i servizi di sistema hanno bisogno di essere inizializzati, le periferiche devono essere identificate ed avviate, i requisiti di identificazione dell'utente devono essere caricati perchè possa collegarsi, gli elementi del desktop devono essere creati e attivati, le applicazioni lanciate all'avvio devono essere caricate.

Il tempo d'avvio varia quindi a seconda delle diverse configurazioni o dei sistemi usati. Le analisi condotte da Ed Bott hanno dimostrato che il 35% dei PC con Vista SP1 si avvia in 30 secondi o meno e che il 75% si avvia in 50 secondi o meno. I test effettuati dagli sviluppatori su Windows 7 dunque si concentreranno al miglioramento del tempo di boot, con l'obiettivo di ottenere un tempo di avvio pari a 30 secondi o meno, per tutti gli utenti o quasi.

Il team lavorerà per ridurre il numero di processi lanciati all'avvio, ottimizzando quelli necessari, affinche' possano consumare meno risorse del processore, memoria e hard disk. Il problema è presente soprattutto in computer venduti dai produttori, i quali aggiungono un pacchetto di software, spesso inutili, installati e lanciati all'avvio che aumentano inevitabilmente il tempo di caricamento del PC. Microsoft precisa che Windows 7 diagnosticherà con precisione le applicazioni, i driver o altre cause, che rallenteranno il boot del PC.

Non sappiamo ancora se il futuro sistema operativo si fermerà alla fase di diagnosi o se suggerirà delle soluzioni utili all'utente per migliorare il proprio sistema. Certamente, il tempo di avvio non è il solo elemento esaminato per ottimizzare le prestazioni e migliorare l'esperienza di utilizzo di Windows 7, ma siamo certi che nelle prossime settimane aggiungeremo nuove informazioni all'OS del 2010.

 

Commenti (6) 

RSS dei commenti
Scusatemi una cosa: io ho un portatile del 2002, con su Windows XP Professional Service Pack 2. Ci mette 2 minuti ad avviarsi da 0 e circa 2-3 secondi dallo stand-by (22 dalla sospensione). Se faccio questi tempi io con un portatile del 2002, i nuovi pc potranno avviarsi addirittura in meno di 30 secondi, però io col mio di ben 6 anni fa faccio meno di 30 secondi (ok, dalla sospensione, però bisogna anche dire che la sospensione può essere usata all'infinito senza mai riavviare un pc. Io personalmente ogni 10-15 sospensione lo riavvio normalmente).

Saluti, Whity smilies/smiley.gif  
0

Whity

settembre 01, 2008

se parti dal presupposto che Vista sia piu' veloce di XP...
loool :lol:  
0

lex

settembre 01, 2008

veramente ho detto solo che i miei tempi di avvio sono ottimi, e secondo me continuare a diminuirli comporta una maggior probabilità di errori nei driver in avvio. :shock:
Poi l'hardware di adesso è molto più all'avanguardia, e come ora escono portatili che girano a malapena su Vista, io ho uno dei primi portatili che girava a malapena su XP, quindi le cose dovrebbero coincidere :roll:

Saluti, Whity smilies/smiley.gif  
0

Whity

settembre 02, 2008

ma come fai a paragonare l'avvio da standby con l'avvio da zero ?
è chiaro che se avvii da stanby, i nuovi pc ci mettono 5-6 secondi ad avviarsi, contro i tuoi 30. quindi il paragone non regge.
la maggiore probabilità di errore nel carimento dei driver non è vera, per il semplice motivo che non si va a probabilità nel caricare i driver nel kernel. se la macchina ha problemi nel caricare i driver ci sono problemi sw o hw o conflitti di varia natura, di sicuro non dipende dalla velocità del sistema.  
0

ilanur

settembre 02, 2008

...ora escono portatili che girano a malapena su Vista, io ho uno dei primi portatili che girava a malapena su XP...


A casa mia è il sistema operativo che gira sul computer e non il contrario :wink:  
0

Pedro

settembre 02, 2008

Per rispondere a ilanur, se avessi letto bene, ho scritto che da stand-by ci mette 2-3 secondi, quindi il paragone regge con i 5-6 secondi di adesso. Per quanto riguarda gli errori di avvio, mi scuso dato che pensavo che la velocità potesse portare anche a quello.

Per rispondere invece a Pedro vorrei dire che i computer più potenti, possono godere del fatto che il sistema operativo gira sul pc. Per i pc più lenti, è il pc che deve stare al passo con il sistema operativo, dato che se un sistema richiede l'elaborazione da parte di un componente lento, rimane in attesa. Quindi in questo caso, si potrebbe perfino azzardare un "è il pc che gira sul sistema operativo" smilies/cheesy.gif

Salutoni, Whity smilies/smiley.gif  
0

Whity

settembre 02, 2008

Scrivi un commento
Si deve essere connessi al sito per poter inserire un commento. Registratevi se non avete ancora un account.

busy