Home News Mele A1000, nettop ARM con Linux a 70 dollari

Mele A1000, nettop ARM con Linux a 70 dollari

Mele A1000, un MiniPC Linux da 70 dollariA quanto pare, il calo del prezzo dei componenti elettronici sta rendendo la vita più semplice a chi vuole costruire dispositivi alla portata di tutti. Dopo il microPC Raspberry, arriva anche Mele A1000, un sistema dal costo di 70 dollari circa.

L'oramai noto Raspberry Pi ha già un agguerrito competitor che, ad un prezzo di circa 70 dollari, offre alcuni componenti che il microPC non possiede, come per esempio una porta SATA, uno chassis di serie e un processore capace di maggiori performance. Mele A1000, questo il nome del device, è equipaggiato con un processore Allwinner A10 da 1 GHz basato su architettura ARM Cortex-A8. Probabilmente, la differenza in termini di prestazioni con Raspberry Pi, dotato di processore ARM11 da 700 MHz, non sarà veramente significativa.

Sebbene Mele A1000 possa essere definito in qualche modo, o assomigliare, ad un TV box, in realtà si tratta di un vero e proprio computer dotato di processore, uscita HDMI e VGA, porte USB, connettore della scheda di rete e supporto per drive esterni SATA. Con una spesa di 100 dollari, è possibile portare a casa la versione DealExtreme che aggiunge alla proposta base anche un controllo remoto, una cover per il drive esterno e il sistema operativo Android 2.3 Gingerbread.

Oltre questo, comunque, il team Rhombus Tech ha lavorato e messo a punto una piattaforma completamente open source e un progetto GPL basato proprio sul chip Allwinner. L’obiettivo è quello di lavorare a stretto contatto con una azienda cinese per la produzione di computer compatti e particolarmente economici, al punto da scendere ben oltre la cifra attuale. Grazie al lavoro svolto da Rhombus Tech, gli sviluppatori possono accedere a tutti i driver necessari per la realizzazione di applicazioni dedicate a dispositivi basati sul processore Allwinner A10, come quello presente in Mele A1000.

Alcuni sviluppatori, tra l’altro, sono già al lavoro per il porting di Ubuntu Linux su questo set-top-box. In sostanza, non è difficile immaginare che, anche a fronte di una spesa modesta, Mele A1000 possa divenire, all’occorrenza, un computer, un mediacenter o uno strumento di controllo integrato.

Mele A1000

Via: Liliputing

Commenti (0) 

RSS dei commenti
Scrivi un commento
Si deve essere connessi al sito per poter inserire un commento. Registratevi se non avete ancora un account.

busy