Home News Lenovo ThinkPad X1 Carbon (2014): pregi e difetti nella prima recensione

Lenovo ThinkPad X1 Carbon (2014): pregi e difetti nella prima recensione

Lenovo ThinkPad X1 Carbon (2014): pregi e difettiAl CES 2014, Lenovo ha presentato l'ultimo modello del suo ultrabook professionale ThinkPad X1 Carbon, descrivendolo come una versione rivista e corretta del precedente, per soddisfare ancora meglio le esigenze di un pubblico professionale. La recensione apparsa in Rete, mentre ne conferma alcune delle maggiori doti, ne rivela però anche alcuni limiti sostanziali.

Lenovo ThinkPad X1 Carbon è l'ultrabook professionale top-di-gamma, pensato per rispondere al meglio alle esigenze del settore business, coniugandole con un'elevata trasportabilità e una grande affidabilità. E' stato presentato lo scorso gennaio, al CES 2014, come uno dei notebook più innovativi sul mercato, ma la recensione dei ragazzi di Ultrabookreview sembra dirci che non è tutt'oro quel che luccica e che, accanto ad alcuni miglioramenti sostanziali, ci sono anche aspetti che potrebbero essere migliorati. Alcuni aspetti sono stati confermati anche da Gottabemobile, che ha anche prodotto il primo video unboxing dell'ultrabook (lo trovate qui sotto!).

Lenovo ThinkPad X1 Carbon 2014 è ottimamente costruito. Lo chassis è interamente in fibra di carbonio ed è leggero (1.39 Kg), compatto (spessore di 19 mm) e molto robusto, quasi del tutto privo di flessioni. Il design è sobrio ma attuale, gradevole ed elegante. Il modello testato dai nostri colleghi prevede un processore Intel Core i7-4550U da 1.5 GHz, 8 GB di RAM e un SSD da 256 GB ed è quindi in grado di offrire ottime prestazioni generali, allineate a quelle dei migliori competitor sul mercato. Il display ha una diagonale di 14 pollici ed è disponibile anche in versione con pannello IPS multitouch a 10 punti di contatto da 2560 x 1440 pixel, con un ampio angolo di visione e colori realistici e vibranti.

Lenovo ThinkPad X1 Carbon 2014

Cosa non piace?

Il tester segnala che la luminanza massima, che scende da 300 a 270 nit rispetto al pannello standard HD+, rende almeno soggettivamente poco luminoso il display, costringendo dunque ad alzare la luminosità quasi al massimo anche in ambienti bui, con un impatto negativo sui consumi.

Lenovo ThinkPad X1 Carbon 2014, con dettaglio sul display

Anche tastiera e touchpad non soddisfano pienamento. La prima, una AccuType di tipo chiclet, offre un ottimo comfort di scrittura, con un buon feedback e un ampio poggiapolsi che ne migliora ulteriormente l'esperienza d'uso. Ciò che non è piaciuto invece è il rimaneggiamento piuttosto spinto di alcuni tasti chiave. Backspace e Canc ad esempio sono stati fusi in un unico tasto a bilanciere, Stamp, Ins e Fn sono stati eliminati, Inizio e Fine sono stati spostati dove normalmente si trovava il Caps Lock e quest'ultimo infine non c'è più, sostituito dal doppio tap sul tasto Shift di sinistra, che segnala l'attivazione tramite un LED verde, modifiche che sono state giudicate confuse anche da diversi utenti Lenovo. Nulla di insuperabile comunque, dopo qualche giorno di pratica.

Tastiera retroilluminata del Lenovo ThinkPad X1 Carbon 2014

Altra scelta che non convince riguarda l'introduzione dei tasti capacitivi sensibili al contesto, in grado cioè di cambiare la propria funzione automaticamente a seconda dell'app in primo piano, chiamata Adaptive Keyboard. Il redattore l'ha considerata infatti più adatta a un notebook consumer, ad esempio alla famiglia IdeaPad, trovandola invece in un ultrabook scomoda e poco produttiva, perché costringe l'utente a premere diverse volte il pulsante che ne gestisce la rotazione delle funzioni, per trovare il comando che gli serve ma che non è previsto automaticamente dal contesto corrente.

Diverse combinazioni dei tasti funzione del Lenovo ThinkPad X1 Carbon

Anche il trackpoint a due tasti è stato poco gradito: Lenovo infatti ha deciso di integrare i pulsanti nella superficie del touchpad che così è ora davvero ampio e spazioso ma la loro pressione richiede troppa forza.

Dettaglio touchpad Lenovo Thinkpad X1 Carbon 2014

Altre critiche, in verità però meno importanti per un ultrabook professionale, riguardano poi il sistema audio, il cui volume è alto ma la cui qualità lascerebbe piuttosto a desiderare, la webcam, che produce immagini accettabili solo in condizioni di illuminazione ambientale ottimali e soprattutto il parco porte. Lenovo infatti ha aggiunto il suo plug proprietario OneLink che, tramite un unico cavo, consente di collegare una docking station esterna con diverse porte USB, uscite video DVI ed altro ancora, ma per fare ciò ha eliminato sia l'uscita video analogica VGA che il lettore di memorie 4-in-1, presenti sulla versione 2013, soluzione non gradita perché spesso nelle aziende sono ancora molto diffusi vecchi monitor esterni con connessione VGA e perché la docking station, indubbiamente comoda per espandere le possibilità dell'ultrabook, richiede però anche un esborso aggiuntivo non trascurabile.

Gradimento invece è stato espresso per l'autonomia media del portatile, attorno alle 6 ore, per la sua silenziosità e per la capacità di mantenere sempre entro un limite accettabile il calore, anche dopo sessioni di lavoro o di gioco prolungate.

Lenovo Thinkpad X1 Carbon 2014 stima autonomia

Commenti (0) 

RSS dei commenti
Scrivi un commento
Si deve essere connessi al sito per poter inserire un commento. Registratevi se non avete ancora un account.

busy