Home News LeEco è in difficoltà in USA: licenziamenti e vendite in Silicon Valley

LeEco è in difficoltà in USA: licenziamenti e vendite in Silicon Valley

LeEco è in difficoltà in USA: licenziamenti e vendite in Silicon ValleyStando a quanto diffuso da Reuters, LeEco sarebbe in trattative per vendere la sua proprietà di 49 acri nella Silicon Valley acquistata un anno fa da Yahoo. Licenziamenti e ristrutturazioni in corso.

LeEco è una di quelle aziende cinesi che ha tentato il grande salto sul mercato occidentale, ma per lei "il passo è stato più lungo della gamba". Lo scorso ottobre, ha lanciato il suo primo smartphone, TV ed altri dispositivi in USA con l'intenzione di organizzare un ecosistema completo per i suoi prodotti, che comprendesse anche cloud storage, video streaming ed altri servizi, che potevano essere utilizzati su più piattaforme. In sostanza, LeEco avrebbe voluto costruire in USA quello che è riuscita a mettere su in Cina, pur consapevole che poche aziende (escludendo Apple) sono riuscite a vincere questa sfida che si basa fondamentalmente sulla fiducia nel marchio. Ed è per questo che chi possiede un MacBook, di solito ha anche un iPhone e probabilmente una Apple TV a casa.

LeEco

Per LeEco non ci sono buone notizie: dopo aver venduto i primi prodotti in USA, il CEO della società ha inviato una lettera ai suoi dipendenti mettendo in evidenza che mancava liquidità per la crescita. Nel mese di dicembre, quindi, LeEco è stata costretta a licenziare buona parte dei suoi operai in India e ridurre la produzione in quel Paese. Ma non è tutto.

Secondo un recente articolo di Reuters, LeEco sarebbe in trattative per vendere la sua proprietà di 49 acri nella Silicon Valley, la stessa che aveva acquisito nel 2016 dalla fallimentare Yahoo. Più della metà degli operai specializzati ed occupati nelle fabbriche americane sono stati licenziati, arrivando a poco più di 500 unità, un numero ben lontano dai 12000 lavoratori che LeEco aveva inizialmente previsto di assumere per quella struttura. In pratica, è una sconfitta.

La vision di LeEco per il mercato statunitense era troppo ambiziosa: prevedeva dispositivi già esistenti, come smartphone, TV, accessori, software e servizi, ma anche prodotti considerati "futuristici" per i colossi dell'elettronica come le auto a guida autonoma o le biciclette intelligente. Per sviluppare, progettare, costruire e portare in commercio tutto ciò servono soldi e grande esperienza, e probabilmente a LeEco mancano entrambe. L'azienda avrebbe dovuto costruire il suo successo a piccoli passi, partendo proprio da quegli smartphone di fascia alta e dal prezzo accessibile che avevano convinto più di un utente, senza pensare ad un proprio ecosistema.

LeEco non ha confermato le indiscrezioni riportate da Reuters sulla possibile vendita delle sue fabbriche nella Silicon Valley, ma è chiaro che la società sta ridimensionando le sue ambizioni per il mercato americano. Ciò non significa che LeEco abbandonerà del tutto gli USA, ma che farà investimenti più ragionati. Vi ricordiamo che l'estate scorsa, LeEco ha speso 2 miliardi di dollari per acquisire Vizio e dubitiamo che le TV e i servizi multimediali siano fruttati così tanto in un anno.

Via: Liliputing

Commenti (0) 

RSS dei commenti
Scrivi un commento
Si deve essere connessi al sito per poter inserire un commento. Registratevi se non avete ancora un account.

busy