Home News Intel molla la WiGig dei notebook e pensa alla VR

Intel molla la WiGig dei notebook e pensa alla VR

Intel molla la WiGig dei notebook e pensa alla VRIntel ha deciso di interrompere lo sviluppo e la produzione di periferiche WiGig per notebook e per altri dispositivi mobile, per focalizzarsi sui visori di realtà virtuale senza-fili. I preordini saranno chiusi entro il 29 settembre e le spedizioni termineranno il 29 dicembre.

Da anni ormai, Intel crede nell'idea di case e uffici "connessi": un notebook che si collega senza fili automaticamente al display, alla stampante, al mouse e a qualsiasi altro dispositivo presente nella stessa stanza, riuscendo persino a ricaricarsi libero dai cavi. Questo è l'obiettivo della Wireless Gigabit Alliance (conosciuta anche come WiGig), un'organizzazione di cui Intel è membro con altre venti aziende, nata per l'adozione di una tecnologia di comunicazione senza fili con un trasferimento di dati dell'ordine del Gigabit su una frequenza di banda di 60 GHz.

Ultrabook WiGig

Dalle ultime indiscrezioni però sembrerebbe che Santa Clara stia per abbandonare (o quantomeno mettere momentaneamente da parte) questo progetto, interrompendo lo sviluppo e la produzione di periferiche WiGig per notebook ed per altri dispositivi mobile. Come annunciato da AnandTech, Santa Clara sta eliminando le soluzione WiGig esistenti dal suo catalogo ed informando i suoi partner hardware sulle tempistiche degli ordini (prenotazioni entro il 29 settembre e ultime spedizioni entro il 29 dicembre 2017).

WiGig è un protocollo ad alta velocità e corto raggio, noto anche come 802.11ad. Supporta trasferimenti di dati a bassa latenza fino a 8Gb/s ed è particolarmente adatto per wireless display ma, a differenza dello standard WiFi 802.11ac, WiGig 802.11ad utilizza una banda di 60 GHz che non può attraversare le pareti. Ed ecco spiegato il motivo per cui WiGig non ha mai sostituito il WiFi.

La tecnologia WiGig di Intel non ha mai avuto il successo sperato e lo dimostra il ristretto numero di computer in cui è installata, ma la società di Santa Clara ha intenzione di continuare lo sviluppo della Wireless Gigabit sui  visori di realtà virtuale, eliminando così uno dei limiti dei caschi ovvero i lunghi cavi che li collegano ai PC.

C'è un nuovo futuro per la WiGig? Intel ci crede. Di nuovo.

Commenti (0) 

RSS dei commenti
Scrivi un commento
Si deve essere connessi al sito per poter inserire un commento. Registratevi se non avete ancora un account.

busy