Home News Intel Ivy Bridge: il lancio avverrà ad aprile?

Intel Ivy Bridge: il lancio avverrà ad aprile?

Intel Ivy Bridge: il lancio avverrà ad aprile?A dispetto della precedente tabella di marcia che prevedeva l’uscita della piattaforma Ivy Bridge in estate, arriva la notizia secondo la quale il chipmaker californiano sarà pronto al lancio nel corso del prossimo mese di aprile.

Come ricorderete, in occasione di una intervista rilasciata al Financial Times, Sean Maloney - Presidente di Intel, ha reso noto ufficialmente che le prime soluzioni Intel Ivy Bridge sarebbero state rilasciate nel mese di giugno 2012. Ricordiamo inoltre che, in quell’occasione, Maloney non precisò se il riferimento fosse a tutti i processori Intel della famiglia Ivy Bridge oppure se il debutto a giugno fosse relativo alle soli sistemi notebook.

Arriva in queste ore la conferma che la nuova piattaforma Ivy Bridge verrà rilasciata nel corso del prossimo mese di aprile precisando che la precedente data di lancio ipotizzata (giugno) era stata avanzata per prudenza, a causa dei possibili insufficienti volumi di CPU a disposizione per il lancio. Questa notizia apre un nuovo scenario anche e soprattutto sul mercato degli ultrabook che, ora, potranno beneficiare di una piattaforma altamente efficiente e capace di garantire elevate performance.

Cercando di riassumere la roadmap Intel, a partire dai primi giorni di aprile, i produttori di schede madri potranno presentare i loro prodotti basati sui chipset Intel Z77, Z75, H77, e B75 compatibili con le attuali CPU Sandy Bridge in commercio. Entro la fine dello stesso mese, saranno disponibili le CPU quad-core Core i5 e Core i7 basate sull'architettura Ivy Bridge dedicate ai sistemi desktop, mentre, nei primi giorni di giugno, presumibilmente in concomitanza con il Computex 2012 di Taipei, verranno introdotti i chipset Q77 e Q75, e le proposte Ivy Bridge per i notebook e per gli ultrabook di seconda generazione.

Secondo Jon Carvill, portavoce Intel, l'ingresso dei processori Ivy Bridge sul mercato avverrà più velocemente di quanto sperimentato lo scorso anno con le soluzioni Sandy Bridge, permettendo di disporre di soluzioni basate su tali processori in tempi relativamente brevi. Le nuove CPU Ivy Bridge, lo ricordiamo, sono caratterizzate da un processo produttivo da 22 nanometri, ideale per ridurre lo spazio occupato dai componenti e per migliorare l’efficienza. Secondo alcuni dati, queste soluzioni potrebbero indurre un incremento delle prestazioni dell'ordine del 20% per le applicazioni generiche e di un miglioramento di circa il 60% per le prestazioni grafiche della GPU integrata nel processore stesso.

Intel Ivy Bridge

Commenti (0) 

RSS dei commenti
Scrivi un commento
Si deve essere connessi al sito per poter inserire un commento. Registratevi se non avete ancora un account.

busy