Home News Intel Atom Z2580, la prima CPU a 14 nm?

Intel Atom Z2580, la prima CPU a 14 nm?

Intel Atom Z2580, la prima CPU a 14 nm?Intel Atom Z2580 sarà il primo processore a 14 nm dell'azienda di Santa Clara. Indirizzato soprattutto ai tablet e agli smartphone di fascia alta dovrebbe debuttare entro il 2014.

Le vendite degli smartphone hanno recentemente superato quelle dei PC, così come la percentuale di mercato dei tablet è già ora superiore a quella dei notebook. E' normale quindi che un colosso come Intel, da sempre impegnato nella produzione di processori e chip per portatili e computer desktop, sia massimamente interessato a entrare al più presto e in maniera competitiva in questi nuovi e più redditizi settori di mercato. Tuttavia il ritardo rispetto ai competitor tecnologici, soprattutto ARM, è ancora grande e l'azienda californiana dovrà impiegare tutto il proprio know-how per recuperare terreno nel minor tempo possibile.

Intel Atom Z2000

L'esordio in questo segmento è avvenuto con Medfield, la prima generazione di Atom espressamente sviluppata per smartphone e tablet. Se le prestazioni sono già ora accettabili, meno buona è la situazione per quanto riguarda il rapporto potenza per watt, soprattutto a causa del processo produttivo, fermo a 32 nm mentre ad esempio ARM Cortex A15 che arriverà nel 2013 sarà già a 28 nm. ARM inoltre passerà subito dopo ai 22 nm, guadagnando ulteriormente in prestazioni.

E' per questo che Intel ha fretta di accelerare su questo aspetto. Già all'ultimo Mobile World Congress dello scorso febbraio quindi l'azienda aveva mostrato una roadmap generica, che però indicava il 2013 come anno del passaggio ai 22 nm con Silvermont, allineandosi così già ai più avanzati piani di ARM, per poi raggiungere nell'anno successivo l’implementazione di un sistema litografico a 14 nm, di tipo Tri-Gate 3D, con Airmont. Ora dunque AndroidAuthority aggiunge un tassello importante, rivelando il nome commerciale del primo modello di Atom basato su core Airmont a 14 nm e un'importante caratteristica tecnica, ossia l'integrazione del modulo per le connessioni 4G LTE.

Non sappiamo quanto efficiente sarà questo Atom Z2580 ovviamente, ma il fatto che a due anni di distanza Intel abbia già deciso il nome di questo nuovo processore e ne abbia anche stabilito una caratteristica fondamentale non fa che confermare l'entusiasmo dell'azienda di Santa Clara, unito all'impegno e alla determinazione a raggiungere risultati importanti e concreti il prima possibile.

Commenti (0) 

RSS dei commenti
Scrivi un commento
Si deve essere connessi al sito per poter inserire un commento. Registratevi se non avete ancora un account.

busy