Home Recensioni Recensione Huawei P10 - Batteria, temperature e conclusioni

Recensione Huawei P10 - Batteria, temperature e conclusioni

Huawei P10, la nostra recensioneTest e video-recensione dello smartphone Huawei P10, flagship di Huawei per il 2017 con Leica Dual Camera 2.0 e processore Hisilicon Kirin 960. Pochi fronzoli e tanta concretezza per lanciare la sfida a Samsung S8 e iPhone 7.

Batteria, qualità telefonica e temperature

La qualità telefonica in chiamata è perfetta: l’audio è molto alto e chiaro e la ricezione fissa sul massimo delle tacche.
La batteria, che è un’unità non rimovibile da 3200mAh, soffre di wakelock (consumo anche in stand-by, probabilmente derivante dal software non definitivo a bordo) e ci garantisce (dopo l’aggiornamento notificato da 246MB) completa tranquillità sino all’ora di cena, momento in cui è possibile dare una veloce ricarica per proseguire la serata in completa autonomia.

Il connettore USB type-C sul fondo permette di ricaricare la batteria con ricarica rapida Huawei Supercharge in circa 1.10h, come abbiamo già anticipato nella sezione Unboxing. Huawei Supercharge agisce sull'amperaggio e non sul voltaggio per ottenere lo stesso risultato di altre tecnologie di ricarica rapida senza l'inconveniente dell'innalzamento delle temperature ed i rischi di cortocircuito ed esplosione della batteria ad esso associati.

Temperature sul retroTemperature sul lato frontale

La termocamera ha misurato una temperatura massima di circa 41° concentrata prevalentemente in alto sulla destra della capsula auricolare. Non è una temperatura preoccupante ma l'area interessata corrisponde a quella sulla quale poggiamo l'orecchio in chiamata e questo potrebbe rendere poco confortevoli telefonate lunghe soprattutto nei mesi estivi. Usate una coppia di auricolari o il vivavoce.

Conclusioni

Huawei P10 non vuole sconvolgere il mercato, non punta su design modulare, schermi bezel-less, risoluzioni dello schermo strane o super definite, ma fa tesoro degli insegnamenti degli scorsi anni per migliorare tutto il migliorabile: la fotocamera è eccezionale in quasi tutti i contesti (DxOMark le assegna un 87 su 100), le dimensioni del dispositivo sono perfette per un uso ad una mano, il sensore biometrico è bellissimo e comodissimo, infine la costruzione è degna di prodotti ben più costosi.

Huawei P10 ha molta concretezza ma poca spregiudicatezza

La cosa che al momento non mi ha stupito è la batteria, anche se esiste del margine operativo per il miglioramento delle sue prestazioni, ma su questo punto vorrei aspettare il 30 marzo, giorno di commercializzazione di questo P10 e data per la quale mi aspetto un firmware meno acerbo e più definitivo. Il prezzo di 649 euro penso sia in linea, se non al di sotto, di altri produttori e non posso fare altro che consigliare l’acquisto visto che in quella cifra sono comprese anche una pellicola per lo schermo ed una cover.

Potete aggiungere il servizio Gold Member VIP che comprende 3 anni di garanzia del produttore, garanzia kasko di 3 mesi per il display con sostituzione gratuita dello schermo per qualsiasi danno accidentale, e sostituzione gratuita del device per eventuali difetti hardware durante i primi tre mesi dall'acquisto.


Commenti (0) 

RSS dei commenti
Scrivi un commento
Si deve essere connessi al sito per poter inserire un commento. Registratevi se non avete ancora un account.

busy