Home News HP e Intel a lavoro su "smart speaker" con Cortana

HP e Intel a lavoro su "smart speaker" con Cortana

HP e Intel a lavoro su "smart speaker" con Cortana In occasione di BUILD 2017, Microsoft ha annunciato nuovi strumenti e servizi che consentono agli sviluppatori di modernizzare le applicazioni esistenti e crearne di più intelligenti, compatibili con ogni piattaforma. Cortana si apre a "skill" di terze parti, mentre HP e Intel lavorano su speaker basati su Cortana.

Satya Nadella CEO di Microsoft CORP, Scott Guthrie, Executive Vice President, Microsoft Cloud and Enterprise Group e Harry Shum Executive Vice President Artificial Intelligence (AI) and Research group di Microsoft, hanno accolto a Seattle migliaia di sviluppatori radunatisi per Build 2017, la conferenza annuale a loro dedicata. Nel suo discorso di apertura Nadella ha annunciato il raggiungimento dei 500 milioni di utenti attivi mensili per Windows, sottolineando come Windows, Microsoft Office e Microsoft Azure siano in grado di offrire agli sviluppatori oltre un miliardo di opportunità per portare ai clienti Microsoft le proprie innovazioni.

Microsoft ha anche illustrato la propria vision rispetto all’amplificazione dell’ingegno umano con tecnologia intelligente, rendendo disponibile l’AI a tutti gli sviluppatori grazie alla combinazione unica del cloud e dell’AI Microsoft. Nuovi servizi cognitivi e innovazioni della piattaforma nel Microsoft Bot Framework, sviluppi negli strumenti di deep learning, apporto costante dell’AI nei prodotti e servizi aziendali e insight intelligenti offerti attraverso il Microsoft Graph offrono nuovi scenari di crescita per le aziende.

Harman kardon Invoke

L’azienda ha aggiunto alcune novità all’offerta di servizi cognitivi più ampia del settore, che ora si rivolge agli sviluppatori con ben 29 proposte, e con possibilità di personalizzazione uniche. Grazie a questa offerta gli sviluppatori sono oggi in grado di arricchire le proprie app ed esperienze Bot con funzioni di intelligenza sia standard sia personalizzate che prevedono applicazioni nei campi ottico, linguistico, cognitivo e di ricerca. Tra i nuovi servizi Bing Custom Search, Custom Vision Service, Custom Decision Service e Video Indexer. L’ultimo add-in di PowerPoint si chiama Presentation Translator, sfrutta l’API di traduzione Microsoft e consente la traduzione in varie lingue in tempo reale di qualsiasi presentazione. Sono stati presentati anche i nuovi laboratori per i servizi cognitivi, tramite cui gli sviluppatori testeranno i nuovi servizi, quali una gesture API attualmente ancora in fase embrionale.

Le nuove adaptive cards sono supportate dal Microsoft Bot Framework: ciò significa che gli sviluppatori dovranno scrivere la scheda solo una volta, perché questa si interfaccerà perfettamente con varie app e piattaforme. Con il Bot Framework, da oggi gli sviluppatori potranno inoltre pubblicare su nuovi canali, che comprendono Bing, Cortana e Skype for Business, oltre che implementare l’API Microsoft per le richieste di pagamenti, controllando così i propri bot in modo semplice e rapido.

Azure Batch AI Training è invece una nuova offerta targata Azure, disponibile solo in anteprima riservata, che consentirà a sviluppatori e data scientist di configurare un ambiente applicando determinati parametri e di eseguire i modelli avvalendosi di varie CPU, GPU e, finalmente, anche di gate array programmabili dall’utilizzatore.

Oltre che all’arrivo di Invoke, l’altoparlante intelligente per Cortana firmato Harman Kardon, Microsoft ha siglato le partnership con HP relativamente ai dispositivi e con Intel per quanto concerne le piattaforme di riferimento, in modo da consentire l’offerta di device abilitati per Cortana. Non è ancora chiaro quale sarà il futuro, ma non ci stupiremmo se i reference design messi a punto da Intel e HP fossero adottati da aziende di terze parti, portando così Cortana anche in ambiente domestico e con funzionalità domotiche.

E non è tutto: Cortana Skills Kit è ora disponibile in anteprima pubblica. Da ora gli sviluppatori potranno attivare nuove abilità per Cortana attraverso la creazione di Bot, e pubblicarle sul nuovo canale dedicato del Bot Framework. Questa funzione è disponibile per Windows 10, Android, iOS e anche per il nuovo altoparlante Invoke per Cortana di Harman Kardon. Il Cortana Skills Kit è attualmente disponibile solo negli USA.

Microsoft sta rincorrendo Amazon e Google, ma ha una carta in più da giocare: anche se gli assistenti vocali Alexa e Assistant hanno già varie funzionalità di terze parti, Cortana potrà far leva sui suoi 141 milioni di utenti mensili per conquistare gli sviluppatori. E non sarà difficile. Al momento ci sono già varie skill pronte per i test, tra cui Tunein, iHeartRadio, Opencable, Open table, Food Network e Sky Dark. La lista è però destinata a crescere.

Commenti (0) 

RSS dei commenti
Scrivi un commento
Si deve essere connessi al sito per poter inserire un commento. Registratevi se non avete ancora un account.

busy