Home News HP Compaq Mini 311c: più modelli con Windows 7

HP Compaq Mini 311c: più modelli con Windows 7

HP Compaq Mini 311c: più modelli con Windows 7L'ultraportatile Compaq Mini 311 di Hewlett-Packard, certamente uno dei modelli più attesi al momento, subirà un'evoluzione delle sue specifiche tecniche con l'arrivo del nuovo sistema operativo Windows 7 di Microsoft.

Quando Windows 7 sarà introdotto sul mercato, HP dovrebbe proporre un'ampia gamma di declinazioni del suo nuovo netbook Compaq Mini 311, anche se al momento in Italia è attesa solo una versione. Grazie a Windows 7, questo ultraportatile potrà beneficiare di 2GB o 3GB di memoria RAM, un hard disk SATA da 250GB o 320GB a 5400rpm, o di un disco SSD da 80GB. Inoltre, è prevista anche l'integrazione della piattaforma Nvidia ION classica, che supporterà le DirectX 10 contrariamente a ION LE.

HP Compaq Mini 311

Infine, l'utente potrà scegliere tra le edizioni Starter, Home Premium e Professional di Windows 7. Ovviamente, tutte queste opzioni potranno essere integrate nei prossimi Compaq Mini 311, ma ciò non significa che Hewlett-Packard deciderà di proporle tutte all'utente finale. Ricordiamo anche che, negli Stati Uniti, sarà possibile configurare sul sito ufficiale HP il proprio Compaq Mini 311, un'opportunità negata all'Italia (e al resto dell'Europa) che invece accoglierà sul mercato piùdeclinazioni e modelli dello stesso netbook. Al momento non sappiamo se l'introduzione di una di queste opzioni cambierà il prezzo finale del miniPC HP.

 

Commenti (4) 

RSS dei commenti
a quanto pare i piccoli netbook crescono...

ma i produttori devono sempre tenere a mente che se i netbook hanno avuto un cosi grande successo e' stato anche dovuto al fatto del loro prezzo davvero molto aggressivo (intorno ai 300euro)

e' ovvio che se quest'ultima cosa viene a mancare e si viene a proporre un netbook con piattaforma ION (come ad es. il samsung n510) ad una cifra intorno ai 500 euro e' ovvio che almeno per quanto mi riguarda non avrebbero piu mercato perche a quella cifra si riescono ad acquistare portatili veri e propri con tecnologia intel CULV/amd NEO abbastanza piu performanti e comunque restando sempre nel concetto sottile e leggero e massima portabilita

il timeline 3810T (se non addirittura la versione TG) e' lespressione massima di questo concetto! morale: il netbook e' buono e sara buono finche se ne stara nella sua fascia di prezzo 300eur o inferiore....

e dubito che questo 311 verra lanciato in italia ad una cifra inferiore ai 400 euro...detto tutto...  
0

rewrew

ottobre 12, 2009

...e comunque chi acquistera questo netbook o comunque qualsiasi altro nebook con atom+ION per giocare ,vista la presenza di una GF9400...rimarra estremamente deluso in quanto gli ultimi giochi 3D su tali netbook riescono a malapena a superare i 15fps anche al minimo dettaglio e risoluzione...chiedetelo a chi ha acquistato un n510 con la speranza di vederci girare su bene crysis!! lol..  
0

rewrew

ottobre 12, 2009

devo essere sincero, io mi aspetto molto dalla piattaforma ION e anche da questo Compaq Mini 311c. Non so mi piace rispetto ad altri modelli con la stessa piattaforma.

Io spendere 500 euro per un netbook ION, ma con ION classico non con ION LE. L'unico dubbio che ho è l'autonomia. Viene molto penalizzata?  
0

mark81

ottobre 12, 2009

Se uno si aspetta di far girare un gioco con il motore come Crysis su una piattaforma che integra un chip grafico come il GeForce 9400M cosa si può aspettare se non delusioni?
Ma poi sempre con sto Crysis, ovunque... sempre a usarlo come metro di paragone.
Crysis non si riesce neanceh a farlo girare decentemente neanche su pc con tri-way SLI o quad crossfire, figuriamoci su una piattaforma integrata come la ION, il cui obiettivo non è quello di certo di mettersi a giocare.
COD4 ho visto gira benissimo, e con qualche tweak della configurazione del motore (via CFG) lo si riesce a portare a FPS anche oltre i 30.
In ogni caso, ci sono una miriade di titoli da poter giocare, non esiste solo Crysis...
Per quella persona che l'ha preso sperando di poterci giocare a Crysis (spero non sia tu) dico: "L'ignoranza è una brutta bestia"...
Comunque HP in Italia dovrebbe cambiare politica dei prezzi e anche marketing...
Siamo solo noi i fessi che vedremo questo netbook senza l'opzione di veder montato su Windows XP, con la conseguenza di ritrovarci il Seven Starter Edition strapagato? (circa 450€)
Sicuramente è una tecnologia che smuoverà le acque, ma l'ostruzionismo di Intel e le politiche dei prezzi di alcune case potrebbero farmi desistere dall'acquisto.  
0

TheMash

ottobre 19, 2009

Scrivi un commento
Si deve essere connessi al sito per poter inserire un commento. Registratevi se non avete ancora un account.

busy