Home News Grafica ibrida Nvidia sui notebook Sony, Fujitsu Siemens e BenQ

Grafica ibrida Nvidia sui notebook Sony, Fujitsu Siemens e BenQ

Grafica ibrida Nvidia sui notebookSony, Fujitsu Siemens e BenQ saranno i primi produttori a rilasciare notebook con grafica ibrida Nvidia, con i modelli VAIO Z11, Amilo Xi 3650 e Joybook S42, tutti basati su piattaforma Centrino 2.

In tema di elaborazione grafica sui notebook, i produttori e gli utenti vogliono la stessa cosa: entrambi desiderano avere il massimo realismo e le prestazioni di una scheda video dedicata, ma allo stesso tempo pretendono la più lunga durata della batteria.

Come risolvere questa insanabile dicotomia fra prestazioni e autonomia? La soluzione è la Grafica Ibrida, cioé un mix di scheda video dedicata e sottosistema grafico integrato da dosare a seconda delle esigenze contingenti dell'utente. In questo modo si può accedere alla potenza di un motore grafico 3D dedicato quando si vuole giocare, e tornare alla più parsimoniosa scheda integrata quando non sono necessarie performance grafiche di alto livello.

È la soluzione perfetta per consentire ai notebook di invadere il settore del gaming o della grafica professionale mantenendo inalterata la loro caratteristica distintiva: la portabilità.
Come tutte le buone idee, la grafica ibrida è anche semplice: basta avere un chipset con grafica integrata e capace di supportare la transizione ad una scheda video dedicata.

Ed infatti, tutti i chipset di nuova generazione supportano questa tecnologia, anche se ognuno la implementa e la definisce a suo modo: il chipset Intel Mobile GM45 Express è dotato di Hybrid Graphics, il chipset AMD M780G integra ATI PowerXPress e quello di Nvidia supporta Hybrid Power.

Sony VAIO Z con Hybrid Graphics

Anche se il livello di integrazione fra chip UMA e GPU è diverso a seconda dei produttori, tutte le implementazioni della grafica ibrida hanno almeno una funzione: permettono di passare dinamicamente (senza dover riavviare il computer) da una scheda grafica all'altra. Il sistema intelligente di gestione delle capacità grafiche permette una consistente riduzione dei consumi e del calore generato.

Pressoché ignorata per lughi mesi dalla sua introduzione, questa interessantissima feature è balzata agli onori della cronaca grazie ad un comunicato stampa di Nvidia che annuncia la disponibilità dei primi notebook Intel Centrino 2 che ne fanno uso.

Si tratta dei Sony Vaio Z, con Nvidia Geforce 9300M GS, Fujitsu Siemens Amilo Xi 3650 e BenQ JoyBook S42 (che verrà presentato al pubblico nei prossimi giorni), entrambi con GeForce 9600M GT.

Benq JoyBook S42

Questi notebook sono basati su GPU Nvidia e sottosistema IGP Intel GMA 4500HD, ma ricordiamo che sono disponibili anche portatili con grafica ibrida ATI.

La grafica ibrida, come tecnologia all'avanguardia, sarà sicuramente adottata da altri produttori e tra questi ricordiamo Asus che, addirittura, ne farà uso sul netbook N10, basato su processori Intel Atom.

Commenti (6) 

RSS dei commenti
Direi ottimo: speriamo questa cosa prenda piede.
Una domanda: qui si parla solo di "switch" tra una scheda e l'altra, ma sarà possibile anche una sorta di SLI in futuro, portando così a tre le possibili opzioni? E se sì, uno SLI di questo tipo sarebbe davvero di aiuto?  
0

Mandi

settembre 12, 2008

bravo Mandi, un intervento molto attento e pertinente, come sempre.
in effetti hai centrato la questione: su piattaforma Intel si potrà solo passare dalla grafica integrata a quella dedicata e viceversa (alternative)

discorso diverso su piattaforma AMD-ATI e Nvidia, dove la grafica ibrida puo' anche assumere la veste di Hybrid CrossfireX e Hybrid SLI (scheda grafica integrata e dedicata si sommano)  
0

Dgenie

settembre 12, 2008

ohhhhhhh che news....ogni tanto il passato ritorna eh...


Ricordo che l UNIWILL con il modello 259EN3, presento' qualche anno fa, un sistema grafico ibrido, The Intel Media Accelerator 900 e Nvidia GeForce Go 6600 selezionabile tramite apposito switch.

La santech importo' tale modello e' lo rimarchio santech X1880.  
0

harsan

settembre 12, 2008

ciao Harsan,
non ero a conoscenza di questa curiosità, ma è assolutamente vero: la grafica ibrida non è una novità assoluta. Il mio SZ, che cito spesso smilies/smiley.gif , ha grafica switchabile
la novità dovrebbe stare nel fatto che ora non c'è piu' bisogno di reboot, basta spostare lo switch e aspettare qualche secondo che il sistema carichi i nuovi driver  
0

Dgenie

settembre 12, 2008

hey Dgenie,

la cosa del caricamento dei drivers senza reboot e' una cosa ottima...
Finalmente ci sn arrivati.

Per la chicca... e' facile che poteva sfuggire questo modello a suo tempo.

Quel computer mi aveva talmente colpito che lo feci prendere ad un amico, visto che ero in procinto di prendermi un Dell.

il link dell'uniwill e' questo:

http://www.uniwill.com/products/hybrid/259en3/259en3.php?HL=1&H=1


La Sager con questo modello, qualche anno fa, prese un bel po' di mercato americano...

Vado a nanna, ti lascio un caro saluto e buon week end

harry  
0

harsan

settembre 13, 2008

ciao Harsan,
non ero a conoscenza di questa curiosità, ma è assolutamente vero: la grafica ibrida non è una novità assoluta. Il mio SZ, che cito spesso smilies/smiley.gif , ha grafica switchabile
la novità dovrebbe stare nel fatto che ora non c'è piu' bisogno di reboot,

Sì è vero che la grafica ibrida c'è sui Vaio SZ dalla prima serie (l'ultima è stata la 7), ma era necessario riavviare. Ora, anche grazie a Vista, si può switchare senza riavvio (se fai downgrade non funziona).  
0

mauroit

settembre 13, 2008

Scrivi un commento
Si deve essere connessi al sito per poter inserire un commento. Registratevi se non avete ancora un account.

busy