Home News Google Nexus 7 16GB in Italia da agosto a 249 euro

Google Nexus 7 16GB in Italia da agosto a 249 euro

Google Nexus 7 16GB in Italia da agosto a 249 euroIl tablet Google Nexus 7 è atteso in Italia tra agosto e settembre, nella versione da 16GB. Il prezzo di vendita fissato dall'azienda è pari a 249 euro. *Aggiornato

03/07/2012: Asus Italia, attraverso la sua pagina Facebook, conferma e precisa che il tablet Nexus 7 arriverà in Italia nei primi giorni di settembre. Ecco quello che scrive nel post: " [NEXUS 7] Arriverà in Italia i primi di settembre, nella versione 16GB a 249 euro di prezzo consigliato. Lo troverete nei canali tradizionali ASUS. Riguardo alla versione 8GB o alla possibilità di effettuare l'acquisto anche su Play Store vi invitiamo a verificare direttamente con Google".

Dopo tante voci di corridoio e ipotesi più o meno credibili, finalmente nei giorni scorsi Google ha presentato ufficialmente il proprio tablet economico Nexus 7, dissipando così una volta per tutte l'alone di mistero che lo circondava. Dopo gli hands-on proposti dai nostri colleghi americani, non resta che un'ultima domanda: quando lo potremo comprare in Italia? Google Nexus 7 dovrebbe raggiungere gli scaffali dei negozi già a partire dalla fine del prossimo mese di agosto o agli inizi di settembre.

Google Nexus 7

La versione commercializzata in Italia dovrebbe essere quella "top di gamma", ossia con 16 GB di spazio di storage. Il prezzo? Il tablet Google sarà proposto a 249 euro, ossia l'esatto equivalente del prezzo in dollari per gli Stati Uniti mentre, lo ricordiamo, la versione da 8 GB sarà quella a 199 dollari.Il modello da 8GB non verrà commercializzato in Italia.

Come sappiamo comunque entrambe le versioni, realizzate da Asus per conto dell'azienda di Mountain View, comprendono un display IPS (In Plane Switch) con diagonale di 7 pollici e risoluzione di 1280 x 800 pixel, in grado di produrre una densità di pixel per pollice molto elevata, pari a ben 216 PPI, quasi equivalente a quella di alcuni display Retina di Apple (il MacBook Pro da 15 pollici e 2880 x 1800 pixel ad esempio ha una densità pari a 220 PPI).

Il tablet inoltre ha un SoC Nvidia Tegra 3, con processore quad core ARM Cortex A9 a 1.3 GHz, 1 GB di RAM, una webcam anteriore da 1.2 Mpixel (ma nessuna fotocamera posteriore), una porta microUSB e una batteria da 4325 mAh che dovrebbe garantire un'autonomia massima di 9 ore, mentre alla connettività ci pensa il modulo WiFi (niente 3G quindi), il tutto controllato dal nuovo sistema operativo Google Android 4.1 Jelly Bean.

Insomma, stando anche alle prime impressioni diffusesi in Rete sembrerebbe che a Mountain View siano riusciti a creare un tablet economico ma con una dotazione rilevante, semplicemente rinunciando a qualche gadget accessorio, come appunto il modulo 3G e la fotocamera e contenendo le dimensioni a soli 7 pollici ed ottenendo così un dispositivo potenzialmente di fascia alta per piattaforma hardware e prestazioni, ma posizionato in quella economica dove finora ha imperato il Kindle Fire, che però appunto è decisamente inferiore. Se la scelta di Google dovesse quindi rivelarsi azzeccata, il Nexus 7 potrebbe diventare un best seller di proporzioni rilevanti.

Via: HDBlog

Commenti (2) 

RSS dei commenti
Ci sarebbe la soglia psicologica dei 199euro/dollari; quando commercializzeranno Kindle Fire in italia andranno in quell'ottica (a meno che noi siamo sempre i polli da spennare), io mi aspetterei per fine estate l'annuncio del kindle fire 2 generazione almeno per il mercato usa e prima di natale anche per il nostro mercato, quindi ci potrebbe essere una bella battaglia.
Il fatto di non vendere la versione 8Gb credo sia legata proprio alla mancanza di concorrenza nella fascia 199euro; personalmente preferivo la commercializzazione di tutte e due le versioni, 50euro per 8Gb in più li trovo tanti, a meno che propongano anche un modulo 3G.  
riky1979

riky1979

giugno 29, 2012

Nvidia ha fatto l'affare del secolo: si libera di un quantitativo (si spera) enorme di Tegra 3, datati in termini di architettura ARM, e si procura un bel po' di quattrini da investire nello sviluppo di un processore vero ARM A15
Asus si scrolla di dosso quell'immagine di "produttore cinese" che forse in America si portava ancora addosso, ma non immagino particolari guadagni per loro
Google mah, mi sembra l'unico che non va a guadagnarci nulla se non il fatto di andare a presidiare la fascia bassa dei 200 dollari, forse spaventato dall'ingresso di Windows 8 sui tablet di fascia medio-alta
ma le mosse dettate dalla paura raramente portano buoni risultati  
Sid

Sid

giugno 29, 2012

Scrivi un commento
Si deve essere connessi al sito per poter inserire un commento. Registratevi se non avete ancora un account.

busy