Home News Google Android Silver: i Nexus andranno in pensione?

Google Android Silver: i Nexus andranno in pensione?

Google: Android Silver sostituirà i Nexus?Secondo alcune voci di corridoio Google starebbe lavorando a un nuovo progetto, chiamato Android Silver, che mirerebbe a sostituire l'attuale linea di prodotti Nexus top gamma con device sviluppati autonomamente dai partner e scelti di volta in volta dall'azienda di Mountain View, per garantire un'esperienza globalmente migliore, anche per quanto riguarda l'assistenza post-vendita.

Il rumor è di quelli da prendere con le molle perché Google come si sa cambia spessissimo i propri piani e perché la fonte si basa sull'analisi di materiale per uso interno ma risalente alla fine del 2013. Al di là della prudenza comunque la notizia è di quelle interessanti e, se dovesse rivelarsi vera, segnerebbe una nuova svolta nelle politiche di vendita dei device col robottino verde.

Le voci di corridoio lo hanno chiamato Android Silver Project (nome che potrebbe anche essere ad esclusivo uso interno e non destinato alla versione finale) e il suo scopo sarebbe quello di porre rimedio ai problemi di frammentazione nell'esperienza offerta dai dispositivi che usano l'OS del robottino verde, garantendo al contempo che ogni anno siano presenti sul mercato alcuni, pochissimi per la verità, prodotti di fascia alta, capaci di offrire l'interpretazione migliore e più vicina a quella che è l'idea del colosso di Mountain View.

Nexus 7

In pratica dunque Android Silver dovrebbe sostituire l'attuale famiglia Nexus offrendo al contempo diversi vantaggi. Come detto anzitutto in questo modo BigG avrebbe un maggior controllo sul prodotto finale e assicurerebbe soprattutto all'utente un'esperienza più completa ed affidabile, il che significa aggiornamenti sempre puntuali e funzionanti e un'assistenza post-vendita priva dei limiti dovuti di volta in volta alle diverse politiche dei tantissimi partner hardware attuali.

Per quanto riguarda poi i device veri e propri, già da un po' Nexus non è più necessariamente sinonimo di dispositivo con l'ultima versione di Android, l'hardware più recente, le prestazioni migliori e le tecnologie più avanzate. Con Silver Google cambierebbe dunque approccio, lasciando lo sviluppo interamente ai partner e poi scegliendo tra tutti i prodotti quei pochissimi che più di tutti garantiscono l'insieme di tutti gli aspetti appena elencati, accompagnandoli con l'adozione di una versione stock del sistema operativo o comunque con personalizzazioni molto limitate.

Da chiarire resta solo un aspetto, per altro in realtà cruciale: Android Silver infatti sembra essere rivolto esclusivamente alla fascia alta del mercato, ma i device Nexus attualmente occupano anche il segmento medio. Chi prenderebbe dunque il posto degli attuali Nexus mainstream?   

Commenti (1) 

RSS dei commenti
Silver non sostituisce Nexus ma la linea Google edition come intenti. Nexus era nato come progetto per diffondere il sistema android nel mercato con prodotti competitivi sotto il punto di vista prestazioni-prezzi, non collegate competitivo con prezzo bassissimo ovviamente; il silver è più una certificazione che permette di dire che un prodotto è progettato secondo specifiche Google dal lato software e che il software risponde in pieno alle richieste di Google, ovvero come avviene nel sistema Google edition, il timore è che rimarranno solo i prodotti top a godere di questo sistema, ma se fosse esteso a tutte le fasce di prodotto permetterebbe di avere un miglior supporto ad android ed agli aggiornamenti. Ovviamente gli obbiettivi di Nexus possono dirsi conclusi per come era stato ideato inizialmente, ma esistono delle considerazioni che si dovrebbero fare a proposito della chiusura del progetto.
Esiste un problema di mercato dato che fino ad ora i prodotti Nexus hanno avuto una tenuta di prezzo molto buona, al pari dei prodotti Apple, rispetto ai singoli produttori; forse perchè il margine di guadagno era minimo ma anche per l'ottima qualità dei prodotti e del supporto software. Sinceramente ho provato tablet asus e nexus (sempre prodotti da asus) e posso dire che come prestazioni e qualità d'uso preferisco sempre e comunque nexus.
Si potrebbe far evolvere il marchio Nexus in un vero marchio di prodotti mobili ma pare che Google voglia sfilarsi nel mondo hw e rimanere solo su software e servizi; strategia opposta a quanto fa Apple e si appresta a fare Microsoft. Del resto che non volesse produrre HW lo si era capito con Motorola ceduta a Lenovo.
 
riky1979

riky1979

maggio 05, 2014

Scrivi un commento
Si deve essere connessi al sito per poter inserire un commento. Registratevi se non avete ancora un account.

busy