Home News Gigabyte T1005: recensione del tablet netbook convertibile

Gigabyte T1005: recensione del tablet netbook convertibile

Gigabyte T1005 netbook convertibile, recensioneDopo il video unbox pubblicato pochi giorni fa, vi presentiamo la recensione del netbook convertibile Gigabyte T1005. Buona ergonomia e prestazioni coerenti con le aspettative.

Gigabyte T1005 è equipaggiato con un processore dual core Intel Atom N550 da 1,5GHz ed è abbinato a 2 GB di memoria RAM DDR3. Dotato del sistema operativo Windows 7 Home Premium, questo netbook conta su un hard disk tradizionale da 320 GB SATA ed offre una porta USB 3.0, due USB 2.0, una combinata eSATA/USB, connettori per microfono e cuffie, card reader multimediale, slot Express Card, speaker da 1,5 W e uscita D-Sub.

Gigabyte T1005

Il design è piuttosto simile al modello Gigabyte T1028 ma sembra aver acquisito maggior robustezza. Il meccanismo di ribaltamento del display, che fa perno su una cerniera centrale, appare comunque piuttosto buono e non troppo soggetto ad usura. Sebbene si sia evidenziata una modesta flessione durante la digitazione, la tastiera chiclet offre una discreta ergonomia e risponde bene alle interazioni. Il touchpad non dispone di una superficie molto ampia ma questo potrebbe non essere importante.

La scelta di posizionare i pulsanti di selezione ai lati potrebbe essere condivisibile o meno, a seconda delle preferenze. In realtà, questo device dovrebbe scoraggiare l’uso del touchpad per rivolgersi nei confronti del display capacitivo da 1.366 x 768 pixel di risoluzione, apparso tra l’altro piuttosto reattivo e utilizzabile con semplicità anche se, a volte, richiede una certa decisione soprattutto quando si intende fare “click” su oggetti e finestre.

Nonostante il tipo di dispositivo in esame, la sezione multimediale si è comportata bene, sia per quanto riguarda la riproduzione di brani musicali che quella di filmati 1080p e 720p. L’esecuzione della suite per il benchmark 3DMark06 ha rivelato quello che era intuibile, ovvero una importante difficoltà nell’affrontare applicativi che si allontanano da quelli base per la videoscrittura e la navigazione in internet. Le performance registrate dal Gigabyte T1005 sono comunque in linea con il tipo di prodotto.

L’autonomia ha raggiunto livelli sostanzialmente diversi in base all’attivazione, o meno, delle porte USB 3.0. Escluse quest’ultime, l’operatività è arrivata a sei ore e trenta minuti conto le cinque ore e mezza nel caso contrario. Nella sostanza, Gigabyte sembra una interessante e robusta soluzione soprattutto per chi necessita di un netbook convertibile vero e proprio anche se il prezzo di vendita, come accennato in un nostro articolo, potrebbe costituire un potenziale freno per l’acquisto.

Fonte: Liliputing

Commenti (0) 

RSS dei commenti
Scrivi un commento
Si deve essere connessi al sito per poter inserire un commento. Registratevi se non avete ancora un account.

busy