Home News Fujitsu: tutta colpa di Windows 8

Fujitsu: tutta colpa di Windows 8

Fujitsu: tutta colpa di Windows 8Anche Fujitsu si aggiunge al coro dei produttori insoddisfatti delle proprie vendite ed addossa la colpa al poco interesse suscitato dal sistema operativo Windows 8. Ma è davvero tutta colpa di Microsoft o è più grande il peso della crisi economica che sta investendo Europa e Stati Uniti?

Il nuovo sistema operativo Windows 8 ha avuto successo? In mancanza di numeri ufficiali le stime sono difficili da fare. Il colosso di Redmond parla di 40 milioni di licenze vendute dal 26 ottobre scorso, giorno del debutto del sistema operativo, numero significativo in sé ma che non è un indice attendibile della diffusione del sistema stesso, visto che le licenze sono quelle vendute ai produttori, che non è detto invece che riescano a loro volta a porle tutte sul mercato.

Proprio il presunto disinteresse dei consumatori nei confronti di Windows 8 infatti sarebbe al centro di dibattito. Secondo alcune stime infatti nei due mesi successivi all'esordio, l'OS sarebbe fermo all'1.6 % del mercato, mentre comparativamente Windows 7 nello stesso periodo aveva superato il 6 % Inoltre l'ultimo report di Bloomberg parla di una flessione nelle vendite di PC di ben il 21 % nelle settimane subito successive al debutto dell'OS Microsoft.

Windows 8 confezioni

A questi dati si aggiunge quindi ora anche quello rilasciato dal presidente di Fujitsu, Masami Yamamoto, secondo il quale l'azienda fallirà il raggiungimento della soglia dei 7 milioni di unità vendute entro il 31 marzo 2013, fermandosi nei pressi dei 6 milioni e questo, secondo Yamamoto, proprio a causa della scarsa richiesta del nuovo OS. La verità però come sempre sembra più articolata. Anzitutto la crisi economica che già da un anno affligge Europa e Stati Uniti si sta aggravando, inoltre i device ultramobili, quelli più richiesti, dotati di Windows 8 sono ancora piuttosto scarsi e, soprattutto, mediamente più costosi rispetto alle controparti con Google Android, senza tenere conto che gli utenti PC non sono altrettanto propensi a spendere cifre elevate per l'oggetto in sé, come invece accade in ambito Apple.

In tutto questo l'interesse o meno per Windows 8 sembrerebbe solo marginale, anche perché a fronte di aziende come Fujitsu che si lamentano ce ne sono anche altre, come Dell, che dichiarano invece alte richieste di device Windows based, senza dimenticare nemmeno le vendite di Surface, il tablet made in Microsoft, che sembra stia andando piuttosto bene. Sia come sia comunque Fujitsu ha detto di non prevedere sconti sui costi dei propri device per sostenerne le vendite.

L'azienda inoltre si sta focalizzando sempre più sullo sviluppo di soluzioni tecnologiche nel settore dell'Information Technology, che dovrebbero compensare le perdite in quello elettronico. Fujitsu infine sta pensando di risparmiare ben 11.6 miliardi di dollari nei prossimi tre anni, abbassando i costi di produzione e spostando gli ingegneri di sistema in altre divisioni.

Commenti (0) 

RSS dei commenti
Scrivi un commento
Si deve essere connessi al sito per poter inserire un commento. Registratevi se non avete ancora un account.

busy