Home News Panoramica di droni Parrot: AR.Drone 2.0 EE, Jumping Sumo, MiniDrone e senseFly eBee

Panoramica di droni Parrot: AR.Drone 2.0 EE, Jumping Sumo, MiniDrone e senseFly eBee

Panoramica di droni Parrot: AR.Drone 2.0 EE, Jumping Sumo, MiniDrone e senseFly eBeeAll'ultimo CES 2014, Parrot ha mostrato diversi droni, dal noto AR.Drone 2.0 Elite Edition ai nuovi Jumping Sumo, MiniDrone e senseFly eBee. Destinati al segmento consumer o a quello civile professionale, i droni di Parrot sono comunque tutti accomunati da notevoli qualità acrobatiche e funzionalità avanzate.

Parrot è un'azienda che negli anni, dall'originale settore dell'automotive, ha saputo ritagliarsi una nuova nicchia di mercato che le ha portato anche maggiore visibilità tra gli utenti consumer, grazie ai suoi droni con capacità fotografiche. Al CES 2014, l'azienda ha mostrato diverse novità, di cui vi offriamo una panoramica video.

AR.DRONE 2.0 ELITE EDITION

Iniziamo dal modello più conosciuto, l'AR.Drone 2.0 Elite Edition presentato a fine novembre. Si tratta sostanzialmente di una variante estetica del famoso quadricottero, qui dotato di un disegno mimetico effetto pixel che ricorda le soluzioni più avanzate dei moderni eserciti e disponibile in tre versioni: Sand, Snow e Jungle. Ciascun pattern ha un set di eliche in due diverse colorazioni per ogni versione, beige e nero per la Sand, bianco e nero per la colorazione Snow e cachi e nero per Jungle. Il drone mantiene invece intatte le caratteristiche dei modelli passati, che consentono di effettuare acrobatiche riprese aeree, grazie alla fotocamera ad alta definizione e alla possibilità di controllo via wireless attraverso un'app installabile su tablet. Parrot AR.Drone 2.0 Elite Edition è già disponibile al costo di 303 euro.

Parrot AR.DRONE 2.0 Elite Edition

MINIDRONE

Simile all'AR.Drone 2.0 ma declinato in un formato minore e con funzionalità più esplicitamente ludiche è il nuovo MiniDrone, un quadricottero piccolo e compatto, controllabile sempre tramite un'app pensata però per consentire anche ai principianti di ottenere ottimi risultati sin dall'inizio. Privo di fotocamera, il MiniDrone può essere invece equipaggiato con due grandi e leggere ruote laterali realizzate in plastica, che non solo proteggono gli ambienti nel caso di utilizzo indoor ma consentono anche di far correre il MiniDrone a terra come fosse un'auto radiocomandata. La connessione avviene via Bluetooth Low Energy. Parrot non ha stabilito ancora una data di lancio precisa per questo dispositivo, che arriverà nel corso del 2014, a un prezzo da stabilire.

Parrot Minidrone Parrot Minidrone

JUMPING SUMO

Inquadrabile nella stessa ottica intrattenitiva ma con caratteristiche differenti è anche il Jumping Sumo, un altro drone compatto che riacquista la fotocamera ma perde la capacità di volare. Pilotabile tramite WiFi 2.4 o 5 GHz, il Parrot Jumping Sumo è dotato di diversi sensori ambientali come giroscopio e accelerometro che gli conferiscono una grande agilità e un controllo intuitivo. Oltre a poter girare e ruotare di 90 gradi con grande velocità e precisione, il Jumping Sumo può anche spiccare salti acrobatici fino a un'altezza massima di 80 centimetri, mentre la videocamera integrata mostrerà le sue manovre acrobatiche direttamente sullo schermo del device dal quale lo si controlla. Anche in questo caso l'azienda ha fatto solo sapere che il Jumping Sumo sarà reso disponibile durante l'anno in corso.

Parrot Jumping Sumo

Parrot Jumping Sumo Parrot Jumping Sumo

SENSEFLY EBEE

Sempre innovativo ma indirizzato al settore civile professionale, è invece eBee, sviluppato assieme a senseFly, azienda svizzera specializzata nella realizzazione di droni volanti civili e nello studio del volo degli insetti. Dotato di un'ala fissa a delta, il senseFly eBee è stato pensato soprattutto per mappare il territorio ed è infatti dotato di una fotocamera ad alta definizione. A differenza dei normali droni destinati a questo tipo di utilizzo però lo eBee non ha bisogno di montare una fotocamera su supporto girevole: a seconda della programmazione scelta dall'operatore infatti, il senseFly regolerà la propria rotta per scattare foto con un angolo compreso tra 0 e 45 gradi rispetto al target selezionato. Grazie al programma Postflight Terra 3D infine le immagini catturate potranno anche essere impiegate per mostrare i dettagli delle costruzioni o del paesaggio su una mappa, un po' come accade attualmente con le mappe tridimensionali di Google. Il drone è dotato di ali sganciabili per consentirne il trasporto facile in una custodia compatta, di un motore elettrico, di una batteria ai polimeri di litio, di un'antenna esterna che trasmette i dati in tempo reale e di un modulo GPS per il posizionamento. Il prezzo, pari a 17.000 euro IVA esclusa, ne chiarisce ulteriormente la destinazione d'uso esclusivamente professionale.

Parrot SenseFly eBee

Parrot SenseFly eBee

Commenti (0) 

RSS dei commenti
Scrivi un commento
Si deve essere connessi al sito per poter inserire un commento. Registratevi se non avete ancora un account.

busy