Home Recensioni Recensione Doogee Shoot 1 - Design e schermo

Recensione Doogee Shoot 1 - Design e schermo

DooGee Shoot 1 recensione dello smartphone dual-cameraMettiamo sotto torchio il primo smartphone dual-camera di DooGee: la nostra recensione del DooGee Shoot 1 con benchmark, foto termiche, analisi del display e, ovviamente, anche una prova su strada della doppia fotocamera posteriore ingegnerizzata da Mediatek.

Design

Il design, che ricorda altri terminali ben più famosi e pregiati (OnePlus 3/3T e Honor 6X), è realizzato totalmente in policarbonato unibody (il produttore lo commercializza con la formula full metal design), ben rifinito e privo di difetti di assemblaggio. La scocca posteriore se verrà sollecitata a flessione mostrerà la sua natura plastica e quindi seguirà la direzione della deformazione, nulla di fastidioso se non sottoporremo volontariamente ad uno stress test questo telaio.

Il prodotto, nonostante sia di generose dimensioni, si impugna semplicemente e non scivolerà mai dal nostro palmo, restando ben saldo e pronto a recepire i nostri comandi. Frontalmente il vetro è interrotto da un tasto fisico che nasconde un sensore biometrico approssimativo ma che, con il suo bordino argento e i lati stondati, ben si integra con lo sviluppo sinuoso del prodotto.

DooGee Shoot 1 ha un telaio monoblocco in policarbonato

Con il tasto Home è possibile andare indietro con una lieve pressione (integra le gesture), ma molto spesso il comando impartito non viene correttamente recepito rendendo nei fatti inutile questa implementazione. Il feedback che restituisce alla pressione è economico (suono sordo) ma scusabile vista la fascia di prezzo accessibilissima in cui si posiziona questo Shoot 1. Il soft touch “Menu” ed “Indietro” non retroilluminati hanno la forma di un pallino bianco, scelta graficamente piacevole.

Particolare del bottone d'avvio con fingerprint

Bottoni ed interfacce sui lati sono standard ed hanno una posizione abbastanza consueta se si esclude il bilanciere del volume spostato sul lato sinistro. Il fondo ospita la porta microUSB, le griglie dello speaker e un forellino per il microfono; il jack audio si trova in alto, in una posizione molto comoda, mentre pulsante d'accensione e carrellino per le card sono sul lato destro.

Porta microUSB e griglie sul fondo dello Shoot 1Il bilanciere del volume è sulla sinistra

Schermo

Lo schermo è un’unità da 5,5 pollici Full HD NEO-IPS di buona qualità ma che soffre l’inclinazione, infatti i colori variano in base alla nostra posizione. Il pannello è molto luminoso e contrastato, tanto da essere ineccepibile sotto luci molto forti.
Il sensore di luminosità non è affatto preciso, tanto da costringermi alla sua disattivazione visti i repentini ed inspiegabili cambi di retroilluminazione. Quest'ultima è molto intensa per un dispositivo di primo prezzo: il nostro spettrofotometro X-Rite ha misurato un valore di luminanza di picco di 431 cd/m² che implica una piena leggibilità anche all'aperto.

Sulla mia unità ho notato ad occhio del backlight bleeding (retroilluminazione disomogenea in alcuni punti del pannello) che però, effettuando la misurazione con lo spettrofotometro, sembra meno preoccupante di quello che mi aspettassi: facendo varie misurazioni su più punti del pannello non sono mai sceso sotto il valore di 402 nits.
Lo schermo è promosso in virtù della sua qualità anche se posizionato in una fascia ultra economica del mercato.


Commenti (0) 

RSS dei commenti
Scrivi un commento
Si deve essere connessi al sito per poter inserire un commento. Registratevi se non avete ancora un account.

busy