Home Recensioni Recensione Doogee Shoot 1 - Batteria, temperature e conclusioni

Recensione Doogee Shoot 1 - Batteria, temperature e conclusioni

DooGee Shoot 1 recensione dello smartphone dual-cameraMettiamo sotto torchio il primo smartphone dual-camera di DooGee: la nostra recensione del DooGee Shoot 1 con benchmark, foto termiche, analisi del display e, ovviamente, anche una prova su strada della doppia fotocamera posteriore ingegnerizzata da Mediatek.

Batteria e comfort termico

I processori Mediatek sono rinomati per l’efficiente gestione dei consumi, ma su questo Doogee la cosa è vera solo in parte. Utilizzandolo in modo intenso (5 ore di schermo sempre attivo, 6GB di video Youtube, tante interazioni social e di messaggistica, gestione di alcune pagine Facebook ed un’ora di chiamate) sono arrivato al suo spegnimento verso le 18:00 di sera, mentre con un impiego più oculato ho guadagnato un paio di ore, riuscendo a sedermi per il pasto serale con l’obbligo di una ricarica supplementare.

Oukitel U20 Plus, che monta sostanzialmente la stessa dotazione hardware, permette la chiusura della giornata tranquillamente ma dovendo rinunciare all’alta definizione del display. Doogee Shoot 1 ha un’autonomia inferiore ma un pannello migliore.
Una cosa su cui Mediatek, anche in questo caso, non si smentisce è la gestione delle temperature. Dopo la mia consueta serie di Benchmark ho constatato dei valori molto contenuti (34 gradi Celsius) con un picco termico in prossimità delle due fotocamere posteriori. Il policarbonato, di cui è composto lo smartphone, evidentemente impedisce che il calore prodotto si trasferisca alle mani dell'utente e garantisce un comfort invidiabile.

Temperature sul retroTemperature di soglia sul lato anteriore

Conclusioni

Doogee Shoot 1 è un prodotto che non ha le idee chiare: dispone di una coppia di fotocamere che non sa bene perché sia stato installata visti i risultati ottenuti, ha una batteria da 3300mAh che non riesce a trarre vantaggio dal Mediatek MT6737T (campione di durata su altri dispositivi) ed infine una invadente presenza nel launcher di pubblicità, che non solo infastidisce ma mina la qualità di utilizzo del prodotto. Il prezzo è molto aggressivo anche per un dispositivo cinese, infatti si parla di 100 euro!

DooGee deve limare alcune asperità di questo Shoot 1

Non mi sento di consigliare questo prodotto allo stato attuale, ma se dovessero esserci aggiornamenti che aumentino l'efficienza energetica e mettano le briglie al launcher fuori controllo, allora potrei prenderlo in considerazione nella fascia bassa se non bassissima del mercato asiatico, che sta sfornando tante proposte interessanti e più quadrate rispetto a questo Doogee. È arrivato il momento per l'azienda cinese, che vanta di progettare i suoi smartphone in Spagna, di tirare fuori un po' di carattere e di temperamento iberico!


Commenti (0) 

RSS dei commenti
Scrivi un commento
Si deve essere connessi al sito per poter inserire un commento. Registratevi se non avete ancora un account.

busy