Home News Disney Touchè: il touch non ha più confini

Disney Touchè: il touch non ha più confini

Disney Touchè: il touch non ha più confiniDisney Research ha presentato su YouTube un video in cui illustra il funzionamento di un innovativo sensore touch, pensato per i propri parchi ma che potrebbe avere applicazioni anche nel mondo high-tech, rendendo interattivi interi oggetti del nostro quotidiano allo stesso modo degli attuali schermi touch. Questo è Disney Touchè.

La divisione di ricerca e sviluppo Disney, la Disney Research, in collaborazione con la statunitense Carnegie Mellon University, ha recentemente sviluppato una nuova tecnologia touch il cui funzionamento è illustrato in un video apparso in questi giorni su YouTube. Si chiama Touchè ed è stato pensato principalmente per applicazioni all'interno dei parchi a tema Disney presenti in diverse parti del mondo, tuttavia la sua portata innovativa è talmente alta che potrebbe trovare riscontro commerciale anche all'interno del mercato high-tech, dove in futuro potrebbe rendere interattivi in una maniera totalmente nuova non solo i device come smartphone o tablet, ma anche gli oggetti del quotidiano, come divani, tavoli e porte di casa, aprendo prospettive davvero interessanti.

Disney Touché

In pratica Disney Touchè non si limita a rilevare il contatto tra una superficie qualsiasi e una o più dita, come fanno ora i touchscreen, ma è in grado di creare un grafico complesso la cui variazione formerà altrettanti schemi completamente diversi, utilizzabili quindi per definire quanti punti di contatto ci sono, di che natura sono e in che modo stanno toccando la superficie. Il video è più eloquente di mille parole e mostra alcuni esempi molto significativi.

Ad esempio il divano di casa potrebbe riconoscere se qualcuno vi si è seduto sopra e ordinare alla TV di fronte di accendersi, ma se ci sdraieremo potrà anche abbassare le luci di casa, mentre una porta si chiuderà in modi diversi a seconda se avremo toccato il pomello con uno o più dita o se ci avremo poggiato sopra il palmo della mano. Ma gli esempi sono tantissimi, passando infatti ai device con i quali siamo più familiari potrebbe essere possibile gestire a distanza uno smartphone o un lettore MP3 senza doverli estrarre dalla tasca, semplicemente eseguendo dei gesti con entrambe le mani.

Disney Touchè inoltre sarebbe già perfettamente maturo, infatti secondo Ivan Poupyrev, senior research scientist del Disney Research di Pittsburgh, la tecnologia testata in laboratorio raggiunge ormai il 100 % di successo nel riconoscere i diversi tipi di contatto. Disney non ha parlato specificamente di alcun tipo di utilizzo ma i possibili ambiti d'uso sono sotto gli occhi di chiunque abbia guardato il video. Chissà quindi che in un futuro prossimo tale sensore non possa essere impiegato in domotica piuttosto che nell'elettronica di consumo, cambiando per sempre il modo con cui interagiamo con la tecnologia che ci circonda.

Via: The Verge

Commenti (0) 

RSS dei commenti
Scrivi un commento
Si deve essere connessi al sito per poter inserire un commento. Registratevi se non avete ancora un account.

busy