Home News Comparativa: 10 SSD economici a confronto

Comparativa: 10 SSD economici a confronto

Comparativa: 10 SSD economici a confrontoSono stati pubblicati in Rete i risultati relativi a benchmark effettuati su unità SSD (Solid State Drive) prodotte da diversi competitor. In esame sono stati presi dischi dal prezzo non superiore ai 150 dollari.

Gli SSD rappresentano un’alternativa, o più spesso, un'integrazione rispetto agli usuali hard disk installati nei sistemi. I vantaggi derivanti da tali soluzioni riguardano perlopiù la longevità, data l’assenza di parti meccaniche in movimento, i consumi e la velocità. D’altro canto, le unità a stato solido peccano per quanto riguarda il prezzo e sono in grado, spesso, di far lievitare il costo di un sistema. Per avere un'idea, un SSD da 32 GB ha un prezzo di listino paragonabile a quello di un hard disk tradizionale da 500 GB.

SSD a confronto

La scelta dell’una o dell’altra soluzione è un dettaglio, non trascurabile, che abbraccia, dunque, diversi criteri da tenere in ferma considerazione. Si tratta di una sorta di battaglia tra le performance e la capacità, ma non solo. Al di là di queste considerazioni, importanti al momento dell’acquisto, i colleghi di TechSpot hanno realizzato un interessante test che ha coinvolto numerose unità SSD prodotte dai maggiori colossi del settore quali, ad esempio, ADATA, OCZ e Kingston.

I modelli scelti sono stati individuati nel panorama di soluzioni con un prezzo al pubblico non superiore ai 150 dollari. E’ possibile trovare ADATA S596 Turbo, Intel X25-V, Kingston SNV425-S2, OCZ Agility 2, OCZ Vertex 2, OCZ Onyx e l’ibrido Seagate Momentus XT. I risultati ottenuti sono grossomodo quelli che potevano essere immaginati. Il primo concetto riguarda, per l’appunto, la superiorità prestazionale rispetto ad hard disk magnetici in quanto il trasferimento di informazioni su memorie di tipo flash avviene in modalità completamente elettronica.

Il confronto, invece, tra unità SSD ha comprovato differenze di performance tra i vari modelli sebbene, mediamente, tali differenze non costituiscano qualcosa di drammaticamente rilevante. D’altro canto, si sta parlando di prodotti simili dal punto di vista del costo e della qualità costruttiva. A titolo di curiosità, dai test è emerso che i modelli meno economici, dal punto di vista del costo per singolo gigabyte, sono risultati i modelli OCZ Agility 2 (3,37 dollari) e Vertex 2 (3,10 dollari) da 40GB.

Uno dei migliori modelli, seguendo un’ottica di rapporto qualità-prestazioni, è risultato Kingston SNV425-S2 da 64GB. Un suggerimento del team di TechSpot, peraltro piuttosto condivisibile, consiste nell’impiego di un drive a stato solido come unità di avvio per il sistema operativo, vista la superiorità nella velocità, e di affiancarlo ad un hard disk tradizionale da impiegare come soluzione di storage.

Commenti (0) 

RSS dei commenti
Scrivi un commento
Si deve essere connessi al sito per poter inserire un commento. Registratevi se non avete ancora un account.

busy