Home News CES 2008: sfilata di moda per notebook

CES 2008: sfilata di moda per notebook

ImageAl CES 2008 s'è svolta la prima sfilata di moda per... notebook! Una dozzina di computer portatili, scelti fra i più belli, sono stati "indossati" da altrettanti modelli e modelle per dar vita ad un evento alquanto singolare.

Il tutto è stato organizzato da Microsoft per promuovere la costituzione di un team destinato a lavorare a stretto contatto con i produttori OEM al fine di disegnare notebook sempre più affascinanti. Il primo contributo del neonato Laptop-Fashion-Team di Microsoft sarà l'elaborazione di una serie di linee guida comprendenti una tavolozza dei colori di Windows Vista, una scelta di materiali, suggerimenti circa il fattore di forma e su come creare un design che si fonda al meglio con i componenti interni.

Fibra di carbonio, acciaio, alluminio, policarbonato, pelle, legno, la varietà dei materiali impiegati nella costruzione dei laptop è cresciuta esponenzialmente negli ultimi tempi, così come la scelta di forme, colori e decorazioni. Le scelte di chi acquista un PC portatile non sono basate più solo su affidabilità e performance ma anche, e soprattutto, sull'appeal estetico del prodotto. Microsoft ne è consapevole ed ha deciso di fare del design uno dei punti cardine della sua strategia di marketing per il 2008.

L'iniziativa di Microsoft è il preludio di un futuro ingresso nel settore della progettazione dei notebook? Nadine Kano, Director of Experience Marketing for Microsoft's OEM team, sottolinea che Redmond non ha alcuna intenzione di competere con i produttori OEM ma intende solo offrire degli spunti per migliorare il design dei loro prodotti. 

Fra i partecipanti alla sfilata abbiamo riconosciuto: Tulip Ego, HP Pavilion dv2600 Verve Special Edition, Lenovo Ideapad U110, Sony VAIO CR e TZ, Dialogue FlyBook VM e Asus Lamborghini VX3 mini.

Ed ora, godetevi la sfilata:

 
 

Commenti (1) 

RSS dei commenti
..c'è chi ha capito dove è il business e chi no! :wink:
Per noi utenti è solo un vantaggio.
L'unica cosa che mi domando: è possibile che sia solo la Microsoft ad aver capito questo e spronare iniziative ?  
0

alfonso60

gennaio 14, 2008

Scrivi un commento
Si deve essere connessi al sito per poter inserire un commento. Registratevi se non avete ancora un account.

busy